Beniamino Depalma

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Beniamino Depalma, C.M.
Arcivescovo
Stemma mons. depalma.jpg
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
battezzato
ERRORE in "fase canonizz"
Evangelizare pauperibus misit me

Beniamino de palma.JPG

{{{didascalia}}}
Titolo
Vescovo emerito di Nola
Incarichi attuali
Età attuale 83 anni
Nascita Giovinazzo
15 maggio 1941
Morte
Sepoltura
Conversione
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono
Ordinazione presbiterale
Ordinazione presbiterale Napoli, 3 aprile 1965 dal Cardinale Alfonso Castaldo
Nominato Abate {{{nominatoAB}}}
Nominato amministratore apostolico {{{nominatoAA}}}
Nominato vescovo {{{nominato}}}
Nominato arcivescovo 7 dicembre 1990 da Giovanni Paolo II
Nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
Nominato patriarca {{{nominatoP}}}
Nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile
Consacrazione vescovile Napoli, 26 gennaio 1991 dal Cardinale Michele Giordano
Elevazione ad Arcivescovo
Elevazione a Patriarca
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creato
Creato
Cardinale
Cardinale da
Cardinale da
Cardinale elettore
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Creazione a
pseudocardinale
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Consacrazione {{{Consacrazione}}}
Insediamento {{{Insediamento}}}
Fine pontificato {{{Fine pontificato}}}
Pseudocardinali creati {{{Pseudocardinali creati}}}
Sede {{{Sede}}}
Opposto a
Sostenuto da
Scomunicato da
Confermato cardinale {{{Confermato cardinale}}}
Nomina a pseudocardinale annullata da {{{Annullato da}}}
Riammesso da
Precedente {{{Precedente}}}
Successivo {{{Successivo}}}
Incarichi passati
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Durata del
pontificato
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato


Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
[[File:|100px|Stemma]]
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede
Successore
Nome completo {{{nome completo}}}
Trattamento {{{trattamento}}}
Onorificenze
Nome templare {{{nome templare}}}
Nomi postumi
Altri titoli
Casa reale {{{casa reale}}}
Dinastia {{{dinastia}}}
Padre {{{padre}}}
Madre {{{madre}}}
Coniuge

{{{coniuge 1}}}

Consorte

Consorte di

Figli
Religione {{{religione}}}
Firma [[File:{{{firma}}}|150x150px]]
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
[179 Scheda] nel sito della CEI
Scheda nel sito della diocesi o congregazione
Invito all'ascolto
Firma autografa
[[File:{{{FirmaAutografa}}}|250px]]

Beniamino Depalma (Giovinazzo, 15 maggio 1941) è un Arcivescovo italiano, Vescovo emerito della Diocesi di Nola.

Vita

Entrò nella Congregazione della Missione il 26 settembre 1957.

Licenziato in Liturgia al Pontificio Ateneo Sant'Anselmo di Roma. Ha ricoperto importanti incarichi nella Congregazione come quello di parroco, direttore degli studenti (Seminaristi vincenziani) ed è stato superiore provinciale della Provincia Meridionale della Congregazione dal 1980 al 1989.

Venne ordinato presbitero il 3 aprile 1965 dal Cardinale Alfonso Castaldo, Arcivescovo di Napoli.


Il ministero episcopale

Il 7 dicembre 1990 fu eletto Arcivescovo di Amalfi-Cava de' Tirreni. Ricevette l'ordinazione episcopale il 26 gennaio 1991 dal Cardinale Michele Giordano, conconsacranti i Vescovi Ciriaco Scanzillo e Ferdinando Palatucci.

Il 15 luglio 1999 fu eletto Arcivescovo ad personam di Nola. Iniziò il ministero pastorale a Nola il 16 ottobre 1999.

Sotto il suo episcopato, il 11 marzo 2000, viene inaugurato per sua volontà il Museo Diocesano di Nola, per conservare e valorizzare le opere d'arte e gli oggetti liturgici più rilevanti provenienti dalla Cattedrale e da altre chiese del territorio diocesano.

È stato membro della Commissione Episcopale per la liturgia.

È stato vivamente interessato, con i parroci della sua Diocesi, alla problematica delle discariche di Terzigno e Boscoreale, appartenenti al territorio della diocesi nolana[1]. Per raggiunti limiti d'età ha presentato le sue dimissioni dalla guida della Diocesi che sono state accolte l'11 novembre 2016 da papa Francesco.

Onorificenze

Gran priore per l'Italia meridionale tirrenica e commendatore con placca dell'Ordine equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme - nastrino per uniforme ordinaria Gran priore per l'Italia meridionale tirrenica e commendatore con placca dell'Ordine equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme
Cavaliere di Gran Croce di Grazia Ecclesiastica del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio (Casa di Borbone-Due Sicilie) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce di Grazia Ecclesiastica del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio (Casa di Borbone-Due Sicilie)
— [2]

Genealogia episcopale e successione apostolica

Successione degli incarichi

Predecessore: Amalfi-Cava de' Tirreni Successore: Arcbishoppallium.png
Ferdinando Palatucci 7 dicembre 1990 - 15 luglio 1999 Orazio Soricelli I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Ferdinando Palatucci {{{data}}} Orazio Soricelli
Predecessore: Arcivescovo di Nola (titolo personale) Successore: Arcbishoppallium.png
Umberto Tramma 15 luglio 1999 - 11 novembre 2016 Francesco Marino I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Umberto Tramma {{{data}}} Francesco Marino
Note
  1. Cfr. Caso Terzigno. Appello del Vescovo e dei Sacerdoti, 25 ottobre 2010.
  2. Dal sito web del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio.
Collegamenti esterni