Carlo Alberto Guidobono Cavalchini

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
(Reindirizzamento da Carlo Alberto Guidiboni Cavalchino)
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Carlo Alberto Guidobono Cavalchini
Cardinale
Guidobono Cavalchini F 05121828.jpg
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
ERRORE in "fase canonizz"
{{{note}}}
{{{motto}}}

1743 CAROLUS ALBERTUS GUIDOBONIS CALVALCHINUS - GUIDOBONI CAVALCHINI CARLO ALBERTO.JPG

Titolo cardinalizio
Incarichi attuali
Età alla morte 90 anni
Nascita Tortona
26 luglio 1683
Morte Roma
7 marzo 1774
Sepoltura
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale 24 febbraio 1727
Nominato Abate {{{nominatoAB}}}
Nominato amministratore apostolico {{{nominatoAA}}}
Nominato vescovo {{{nominato}}}
Nominato arcivescovo 10 maggio 1728 da Benedetto XIII
Nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
Nominato patriarca {{{nominatoP}}}
Nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile
Consacrazione vescovile Basilica di San Pietro in Vaticano, 6 giugno 1728 dal papa Benedetto XIII
Elevazione ad Arcivescovo {{{elevato}}}
Elevazione a Patriarca {{{patriarca}}}
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
9 settembre 1743 da Benedetto XIV (vedi)
Cardinale per
Cardinale per 30 anni, 5 mesi e 28 giorni
Cardinale elettore
Incarichi ricoperti
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Opposto a {{{Opposto a}}}
Sostenuto da {{{Sostenuto da}}}
Scomunicato da
Riammesso da da
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Durata del
pontificato
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato

Successione apostolica

Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
[[File:|100px|Stemma]]
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede
Successore
Nome completo {{{nome completo}}}
Trattamento {{{trattamento}}}
Onorificenze
Nome templare {{{nome templare}}}
Nomi postumi
Altri titoli
Casa reale {{{casa reale}}}
Dinastia {{{dinastia}}}
Padre {{{padre}}}
Madre {{{madre}}}
Coniuge

{{{coniuge 1}}}

Consorte

Consorte di

Figli
Religione {{{religione}}}
Firma [[File:{{{firma}}}|150x150px]]
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda
Invito all'ascolto
Firma autografa
[[File:{{{FirmaAutografa}}}|250px]]

Carlo Alberto Guidobono Cavalchini (Tortona, 26 luglio 1683; † Roma, 7 marzo 1774) è stato un cardinale e arcivescovo italiano.

Biografia

Nacque a Tortona il 26 luglio 1683, figlio del barone Antonio e di Lucrezia nata Passalacqua. Fu prozio del cardinale creato in pectore nel 1807 Francesco Guidobono Cavalchini.

Formazione

Laureato in utroque iure all'Università di Pavia, fu aggregato nel Collegio dei giudici e dei dottori della città di Milano. Trasferitosi a Roma, nel 1716 ottenne da papa Clemente XI un posto tra gli avvocati concistoriali. Benedetto XIII nel 1725 lo trasferì tra i votanti di Segnatura[1]. Fu ordinato presbitero nel 1727, all'età di quarantatré anni.

Ministero episcopale

Nel maggio 1728 fu eletto arcivescovo titolare di Filippi e nominato promotore della fede[1]; ricevette la consacrazione episcopale il 6 giugno dello stesso anno per l'imposizione delle mani dello stesso Pontefice, assistito dall'arcivescovo Giuseppe Maria Feroni(poi cardinale) e dal vescovo Bernard-Antoine Pizzella(ch). Nel 1735 fu promosso segretario della Congregazione del Concilio, oltre che canonista e correttore della Penitenzieria Apostolica[1].

Cardinalato

Papa Benedetto XIV nel Concistoro del 9 settembre 1743 lo creò cardinale presbitero con il titolo di Santa Maria della Pace. Nel 1748, alla morte del cardinale de' Girolami, fu anche nominato prefetto della Congregazione per i Vescovi e i Regolari incarico che tenne sino alla morte. Ebbe pure la protettoria della Congregazione dei Celestini e dell'Ordine dei Cappuccini[2].

Nel conclave del 1758, apertosi alla morte di Benedetto XIV, il cardinale Cavalchini aveva ottenuto il consenso di quasi tutti i cardinali, ma la sua elezione sfumò a causa del veto posto dalla corona francese[2]. Fu dunque eletto Clemente XIII, che nominò il cardinale Cavalchini datario apostolico e cardinale vescovo di Albano[3]. Conservò questo incarico fino al 1763, quando divenne cardinale vescovo di Ostia e Velletri. Nel governo di queste diocesi ebbe come suo collaboratore Giovanni Angelo Braschi, il futuro papa Pio VI[2].

Cardinale decano nel conclave del 1769, sostenne l'elezione di Clemente XIV. Nel corso degli anni fu membro delle Congregazioni del Sant'Uffizio, del Concilio, dei Riti, di Propaganda[4]. Morì a Roma nel 1774, all'età di novanta anni. Fu sepolto provvisoriamente nella Basilica dei Santi XII Apostoli, e più tardi traslato a Tortona, sua città natale[2].

Genealogia episcopale

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi la voce Genealogia episcopale

Successione degli incarichi

Predecessore: Arcivescovo titolare di Filippi Successore: Stemma di Arcivescovo.png
Giuseppe Accoramboni 10 maggio 17289 settembre 1743 Nicolò Antonio Carafa I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Giuseppe Accoramboni {{{data}}} Nicolò Antonio Carafa
Predecessore: Cardinale presbitero di Santa Maria della Pace Successore: Stemma cardinale.png
Damian Hugo Philipp von Schönborn 23 settembre 1743 - 12 febbraio 1759 Antonio Maria Priuli I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Damian Hugo Philipp von Schönborn {{{data}}} Antonio Maria Priuli
Predecessore: Prefetto della Congregazione per i Vescovi e i Regolari Successore: Coat of arms of the Vatican City.svg
Raffaele Cosimo de' Girolami 2 maggio 1748 - 7 marzo 1774 Francesco Carafa della Spina di Traetto I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Raffaele Cosimo de' Girolami {{{data}}} Francesco Carafa della Spina di Traetto
Predecessore: Camerlengo del Collegio Cardinalizio Successore: Emblem Holy See.svg
Camillo Paolucci 24 giugno 1752 - 1753 Federico Marcello Lante Montefeltro della Rovere I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Camillo Paolucci {{{data}}} Federico Marcello Lante Montefeltro della Rovere
Predecessore: Datario apostolico Successore: Coat of arms of the Vatican City.svg
Giovanni Giacomo Millo 15 luglio 1758 - 7 marzo 1774 Vincenzo Malvezzi Bonfioli I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Giovanni Giacomo Millo {{{data}}} Vincenzo Malvezzi Bonfioli
Predecessore: Cardinale vescovo di Albano Successore: Stemma cardinale.png
Francesco Scipione Maria Borghese 12 febbraio 1759 - 16 maggio 1763 Fabrizio Serbelloni I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Francesco Scipione Maria Borghese {{{data}}} Fabrizio Serbelloni
Predecessore: Cardinale vescovo di Ostia e Velletri Successore: Stemma cardinale.png
Giuseppe Spinelli 16 maggio 1763 - 7 marzo 1774 Fabrizio Serbelloni I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Giuseppe Spinelli {{{data}}} Fabrizio Serbelloni
Predecessore: Decano del Collegio cardinalizio Successore: Stemma cardinale.png
Giuseppe Spinelli 16 maggio 1763 - 7 marzo 1774 Fabrizio Serbelloni I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Giuseppe Spinelli {{{data}}} Fabrizio Serbelloni
Note
  1. 1,0 1,1 1,2 Lorenzo Cardella (1797), p. 5.
  2. 2,0 2,1 2,2 2,3 Lorenzo Cardella (1797), p. 6.
  3. Scheda su catholic-hierarcy.org.
  4. Lorenzo Cardella (1797), p. 7.
Bibliografia
Voci correlate