Beato Ciriaco María Sancha y Hervás

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
(Reindirizzamento da Ciriaco María Sancha y Hervás)
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Beato Ciriaco María Sancha y Hervás
Cardinale
SANCHA Y HERVAS CIRIACO MARIA 1909.jpg
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
battezzato
Beato
{{{note}}}
{{{motto}}}

SANCHA Y HERVAS CIRIACI MARIA (+1909)1.jpg

Titolo cardinalizio
Incarichi attuali
Età alla morte 75 anni
Nascita Quintana del Pidio
17 giugno 1833
Morte Toledo
25 febbraio 1909
Sepoltura Cattedrale di Toledo
Conversione
Appartenenza Diocesi di Osma
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale Osma, 27 giugno 1858 dal vescovo Vicente Horcos y San Martín
Nominato Abate {{{nominatoAB}}}
Nominato amministratore apostolico {{{nominatoAA}}}
Nominato vescovo 28 gennaio 1876 da Pio IX
Nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
Nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
Nominato patriarca {{{nominatoP}}}
Nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile Collegiata di San Isidro (Madrid), 12 marzo 1876 dal card. arc. Juan de la Cruz Ignacio Moreno y Maisanove
Elevazione ad Arcivescovo 11 luglio 1892
Elevazione a Patriarca 24 marzo 1898
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creato
Errore nell'espressione: carattere di punteggiatura "{" non riconosciuto.
(vedi)
Creato
Cardinale
18 maggio 1894 da Leone XIII (vedi)
Deposto dal cardinalato
Cardinale per
Cardinale per 14 anni, 9 mesi e 7 giorni
Cardinale elettore
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Creazione a
pseudocardinale
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Consacrazione {{{Consacrazione}}}
Insediamento {{{Insediamento}}}
Fine pontificato {{{Fine pontificato}}}
Pseudocardinali creati {{{Pseudocardinali creati}}}
Sede {{{Sede}}}
Opposto a
Sostenuto da
Scomunicato da
Confermato cardinale {{{Confermato cardinale}}}
Nomina a pseudocardinale annullata da {{{Annullato da}}}
Riammesso da
Precedente {{{Precedente}}}
Successivo {{{Successivo}}}
Incarichi ricoperti
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Durata del
pontificato
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato

Successione apostolica

Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi

Iter verso la canonizzazione

Venerato da Chiesa cattolica
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione 18 ottobre 2009, da Benedetto XVI
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza 25 febbraio
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
[[File:|100px|Stemma]]
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede
Successore
Nome completo {{{nome completo}}}
Trattamento {{{trattamento}}}
Onorificenze
Nome templare {{{nome templare}}}
Nomi postumi
Altri titoli
Casa reale {{{casa reale}}}
Dinastia {{{dinastia}}}
Padre {{{padre}}}
Madre {{{madre}}}
Coniuge

{{{coniuge 1}}}

Consorte

Consorte di

Figli
Religione {{{religione}}}
Firma [[File:{{{firma}}}|150x150px]]
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda
Scheda su santiebeati.it
Invito all'ascolto
Firma autografa
[[File:{{{FirmaAutografa}}}|250px]]

Il Beato Ciriaco María Sancha y Hervás (Quintana del Pidio, 17 giugno 1833; † Toledo, 25 febbraio 1909) è stato un cardinale e arcivescovo spagnolo.

Biografia

Nato a Quintana del Pidio, diocesi di Osma, Spagna. Di una famiglia umile e povera, era figlio di Ambrosio Sancha Maestre, operaio terriero, e Baltasara Hervás Casas, casalinga, morì quando Ciriaco María aveva dieci anni. Ebbero sette figli, di cui quattro ebbero una vita molto breve; gli altri tre erano Justa, Gabriel e Ciriaco María. Era così malato alla nascita che i suoi genitori decisero di somministrargli un battesimo di emergenza lo stesso giorno in cui nacque.

Formazione e ministero sacerdotale

Studi iniziali nella sua città natale e, allo stesso tempo, aiutava suo padre a lavorare la terra. Entrò nel Seminario di Santo Tomás a Burgo de Osma, nel 1852; in seguito, studiò alla Pontificia Università di Salamanca, dove ottenne la licenza in teologia nel 1861).

Ordinato il 27 giugno 1858, nella cappella del vescovado di Osma, da Vicente Horcos y San Martín (ch), vescovo di Osma. Celebrò la sua prima messa il 4 luglio 1858 a Quintana del Pidio. Lettore di filosofia nel Seminario di Osma, 1858-1862. Il nuovo arcivescovo di Santiago de Cuba, Primo Calvo y Lopez (ch), invitò padre Sancha ad accompagnarlo in quella città. Nell'arcidiocesi di Santiago de Cuba, dall'8 giugno 1862 al 1876, cancelliere-segretario, 1862; professore di teologia morale nel suo seminario; fondatore della Congregazione delle Suore della Carità, 5 agosto 1869.

Mentre l'arcidiocesi era vacante a causa della morte dell'arcivescovo (1868), il governo repubblicano spagnolo nominò, senza il consenso della Santa Sede, padre Pedro Llorente Miguel come arcivescovo di Santiago di Cuba nel 1873. Sia monsignor José María Orberá Carrión (ch), vicario capitolare, che il suo segretario, monsignor Sancha, si opposero alla nomina e furono incarcerati. Lo scisma terminò nel 1874.

Episcopato

Il 28 gennaio 1876 fu eletto vescovo titolare di Areopoli e ausiliare di Toledo. Fu consacrato il 12 marzo successivo, nella collegiata di San Isidro di Madrid, dal cardinale Juan de la Cruz Ignacio Moreno y Maisonave, arcivescovo di Toledo, assistito da Pedro José Sánchez Carrascosa y Carrión (ch), C.O., vescovo di Avila, e da José Oliver y Hurtado (ch), vescovo di Pamplona.

Fu trasferito alla sede di Ávila il 27 marzo 1882; il 10 giugno 1886 fu nominato vescovo di Madrid e Alcalá de Henares. Assistente al Soglio Pontificio, 4 maggio 1888, l'11 luglio 1892 fu promosso alla sede metropolitana di Valencia.

Cardinalato

Creato cardinale presbitero da Papa Leone XIII nel concistoro del 18 maggio 1894, ricevette il cappello rosso e il titolo di San Pietro in Montorio, il 2 dicembre dell'anno successivo.

Il 24 marzo 1898 divenne arcivescovo di Toledo e primate di Spagna, nonché patriarca delle Indie Occidentali. Partecipò al conclave del 1903, che elesse papa Pio X.

Morte

Morì nel febbraio 1909 all'età di 75 anni a Toledo. Esposto e sepolto nella cattedrale primaziale e metropolitana di Toledo. La sua tomba era nella navata di fronte alla cappella di San Pedro, la quarta dall'estremità occidentale della cattedrale. Nella sua tomba di bronzo, che riceve fiori ogni giorno, appare il suo epitaffio: "Con celo de ardiente caridad se hizo todo para todos. Vivió pobre y pobrísimamente murió". (Nonostante la brillante carriera ecclesiastica, visse e morì in povertà).

Beatificazione

Durante un'udienza al Cardinale José Saraiva Martins, C.M.F., Prefetto della Congregazione delle Cause dei Santi, il 28 aprile 2006, Papa Benedetto XVI ha autorizzato la congregazione a promulgare diversi decreti di canonizzazione, beatificazione e dichiarazione di virtù eroiche. Tra questi, il decreto che dichiara le virtù eroiche del Servo di Dio Cardinale Ciriaco María Sancha y Hervás, Arcivescovo di Toledo, Spagna, fondatore della Congregazione delle Suore della Carità del Cardinale Sancha.

Nel marzo 2008 sono iniziate le celebrazioni in Spagna e in America per commemorare il centenario della sua morte. Il 17 gennaio 2009, nel corso di un'udienza all'Arcivescovo Angelo Amato, S.D.B., Prefetto della Congregazione delle Cause dei Santi, Papa Benedetto XVI ha autorizzato la congregazione a promulgare un decreto riguardante un miracolo attribuito all'intercessione del Cardinale Sancha. La cerimonia di beatificazione si è svolta il 18 ottobre 2009 nella cattedrale metropolitana di Toledo. La sua memoria liturgica si celebra il 25 febbraio.

Genealogia episcopale

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi la voce genealogia episcopale

Successione degli incarichi

Predecessore: Vescovo titolare di Areopoli Successore: Stemma vescovo.png
Anton Frenzel 28 gennaio 187627 marzo 1882 Francesco Giordani I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Anton Frenzel {{{data}}} Francesco Giordani
Predecessore: Vescovo di Avila Successore: Stemma vescovo.png
Pedro José Sánchez Carrascosa y Carrión 27 marzo 188210 giugno 1886 Ramón Fernández Piérola y Lopez de Luzuriaca I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Pedro José Sánchez Carrascosa y Carrión {{{data}}} Ramón Fernández Piérola y Lopez de Luzuriaca
Predecessore: Vescovo di Madrid Successore: Stemma vescovo.png
Narciso Martínez Izquierdo 10 giugno 188611 luglio 1892 José María Justo Cos y Macho I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Narciso Martínez Izquierdo {{{data}}} José María Justo Cos y Macho
Predecessore: Arcivescovo di Valencia (Spagna) Successore: Stemma arcivescovo.png
Antolín Monescillo y Viso 11 luglio 189224 marzo 1898 Sebastián Herrero y Espinosa de los Monteros I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Antolín Monescillo y Viso {{{data}}} Sebastián Herrero y Espinosa de los Monteros
Predecessore: Cardinale presbitero di San Pietro in Montorio Successore: Stemma cardinale.png
Francisco de Paula Benavides y Navarrete 2 dicembre 189525 febbraio 1909 Enrique Almaraz y Santos I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Francisco de Paula Benavides y Navarrete {{{data}}} Enrique Almaraz y Santos
Predecessore: Patriarca titolare delle Indie Occidentali Successore: Primatenoncardinal.png
Antolín Monescillo y Viso 24 marzo 189825 febbraio 1909 Gregorio María Aguirre y García I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Antolín Monescillo y Viso {{{data}}} Gregorio María Aguirre y García
Predecessore: Arcivescovo metropolita di Toledo Successore: Stemma arcivescovo.png
Antolín Monescillo y Viso 24 marzo 189825 febbraio 1909 Gregorio María Aguirre y García I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Antolín Monescillo y Viso {{{data}}} Gregorio María Aguirre y García
Voci correlate
Collegamenti esterni
  • (EN) Biografia The Cardinals of the Holy Roman Church su fiu.edu