Angelo Amato

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Angelo Amato, S.D.B.
Stemmaamato.jpg
Cardinale
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
ERRORE in "fase canonizz"

AngeloAmato.jpg

{{{didascalia}}}
Sufficit gratia mea
Titolo cardinalizio
Cardinale diacono di Santa Maria in Aquiro
Prefetto emerito della Congregazione per le Cause dei Santi
Età attuale 81 anni
Nascita Molfetta
8 giugno 1938
Morte
Sepoltura
Appartenenza Società Salesiana di San Giovanni Bosco
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale
Ordinazione presbiterale 22 dicembre 1967
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo {{{nominato}}}
nominato arcivescovo 19 dicembre 2002 da Giovanni Paolo II
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile
Consacrazione vescovile Basilica di San Pietro, 6 gennaio 2003 dal papa Giovanni Paolo II
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo
Elevazione a Patriarca
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
Creazione
a Cardinale
20 novembre 2010 da Benedetto XVI (vedi)
Cardinale elettore NO (fino all'8 giugno 2018)
Ruoli ricoperti
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni Beati
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
Collegamenti esterni
Biografia su vatican.va
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda

Angelo Amato (Molfetta, 8 giugno 1938) è un cardinale e arcivescovo italiano.

Biografia

Primo di quattro figli, frequentò le scuole elementari presso le Suore alcantarine e le Suore salesiane dei Sacri Cuori. Dopo le medie studiò presso l'Istituto nautico di Bari, indirizzo per "capitani di lungo corso".

Nell'ottobre 1953, entrò nell'istituto salesiano di Torre Annunziata, in provincia di Napoli. Trascorso il periodo di prova, effettuò il noviziato a Portici Bellavista dal 1955 al 1956. Il 16 agosto 1956, emise la sua prima professione religiosa.

Passò successivamente allo studentato filosofico di San Gregorio di Catania, dove frequentò i tre anni di liceo classico, conseguendo la maturità nel luglio 1959. Fino al 1962 studiò a Roma, presso l'allora Pontificio Ateneo Salesiano (oggi Università Pontificia Salesiana) e conseguì la licenza in filosofia. Nel frattempo, terminato il periodo di formazione all'interno della congregazione salesiana, emise la professione perpetua il 28 giugno 1962.

Ricoprì incarichi vari presso il collegio salesiano di Cisternino, in provincia di Brindisi. Ottenne la licenza in teologia presso la facoltà di teologia dell'Università salesiana, a Roma e fu ordinato prebitero il 22 dicembre 1967.

Formazione

Nel 1972 cominciò a insegnare all'Università Salesiana come assistente. Nel 1974 conseguì il dottorato presso la Pontificia Università Gregoriana con una dissertazione su I pronunciamenti tridentini sulla necessità della confessione sacramentale nei canoni 6-9 della Sessione XIV; relatore era Zoltan Alszeghy.

Nel 1977 fu inviato in Grecia dall'allora Segretariato per l'Unità dei Cristiani (oggi Pontificio Consiglio per la Promozione dell'Unità dei Cristiani), dove trascorse quattro mesi nella residenza ateniese dei gesuiti per la preparazione linguistica (greco moderno scritto e parlato) in vista dell'iscrizione all'università. Superato l'esame di ammissione, si trasferì a Salonicco, ove studiò come borsista del patriarcato di Costantinopoli.

Durante tale periodo risiedette a Monì Vlatadon (Vlatadon Monastery), sede del convento dei monaci ortodossi e presso l'Idrima ton Paterikon Meleton (Istituto di studi patristici), dove ebbe a disposizione una biblioteca specializzata in teologia ortodossa e una preziosa collezione di microfilm dei manoscritti del Monte Athos.

Alla facoltà di teologia dell'università di Salonicco seguì il corso di storia dei dogmi di Jannis Kaloghirou e quello di dogmatica sistematica di Jannis Romanidis.

In particolare portò a termine una ricerca sul Sacramento della Penitenza nella teologia greco-ortodossa dal XVI al XX secolo, che Konstantinos Christou fece pubblicare nella prestigiosa collana Análekta Vlatádon (1982).

Tornato a Roma, insegnò cristologia nella facoltà di teologia della Pontificia Università Salesiana, della quale fu decano dal 1981 al 1987 e dal 1994 al 1999.

Incarichi

Negli anni 1997-2000 ricoprì l'incarico di vice rettore dell'Università Salesiana.

Nel 1988 fu inviato a Washington per specializzarsi in teologia delle religioni e per completare il manuale di cristologia. Intanto fu nominato consultore della Congregazione per la Dottrina della Fede, del Pontificio Consiglio per la Promozione dell'Unità dei Cristiani e del Pontificio Consiglio per il Dialogo Interreligioso. Divenne anche consigliere della Pontificia Accademia Mariana Internazionale.

Nel 1999 fu nominato "prelato segretario" della ristrutturata Pontificia Accademia di Teologia e direttore della neonata rivista teologica Path. Dal 1996 al 2000 fece parte della commissione teologico-storica del grande Giubileo dell'Anno duemila.

La nomina episcopale e il cardinalato

Nominato il 19 dicembre 2002 segretario della Congregazione per la Dottrina della Fede, fu ordinato vescovo da Giovanni Paolo II il 6 gennaio 2003 nella basilica Vaticana con il titolo di Sila.

Il 9 luglio 2008 Benedetto XVI lo chiamò a succedere al cardinale José Saraiva Martins come prefetto della Congregazione delle Cause dei Santi.

Da Benedetto XVI fu nominato e creato Cardinale con il titolo di Santa Maria in Aquiro nel Concistoro del 20 novembre 2010.

È membro della Congregazione per la Dottrina della Fede, della Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti, del Pontificio Consiglio per la Promozione dell'Unità dei Cristiani.

Il 31 agosto 2018 è cessato dagli incarichi governativi, avendo compiuto gli 80 anni.

Onorificenze

Medaglia della città di Chimbote - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia della città di Chimbote
— 2015[1]

Genealogia episcopale

Pubblicazioni

Oltre ad articoli e saggi su riviste e dizionari teologici, pubblicò numerose opere; fra le più recenti:

Onorificenze

Medaglia della città di Chimbote - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia della città di Chimbote
— 2015[2]

Successione degli incarichi

Predecessore: Vescovo titolare di Sila
con dignità di arcivescovo
Successore: Stemma vescovo.png
Leoncio Leviste Lat 19 dicembre 2002 - 20 novembre 2010 Savio Hon Tai-Fai I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Leoncio Leviste Lat {{{data}}} Savio Hon Tai-Fai
Predecessore: Segretario della Congregazione per la Dottrina della Fede Successore: Coat of arms of the Vatican City.svg
Tarcisio Bertone 19 dicembre 2002 - 9 luglio 2008 Luis Francisco Ladaria Ferrer I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Tarcisio Bertone {{{data}}} Luis Francisco Ladaria Ferrer
Predecessore: Prefetto della Congregazione per le Cause dei Santi Successore: Coat of arms of the Vatican City.svg
José Saraiva Martins dal 9 luglio 2008 - 31 agosto 2018 Giovanni Angelo Becciu I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
José Saraiva Martins {{{data}}} Giovanni Angelo Becciu
Predecessore: Cardinale diacono di Santa Maria in Aquiro Successore: Stemma cardinale.png
Antonio Innocenti dal 20 novembre 2010 in carica I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Antonio Innocenti {{{data}}} in carica
Note
Voci correlate
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.