Diego Coletti

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Diego Coletti
Stemma diego coletti.jpg
Vescovo
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo
ERRORE in "fase canonizz"

DiegoColetti.jpg

Mons. Diego Coletti
Consummati in unum
Titolo
Vescovo emerito di Como
Età attuale 78 anni
Nascita Milano
25 settembre 1941
Morte
Sepoltura
Appartenenza Arcidiocesi di Milano
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale 26 giugno 1965
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo 9 dicembre 2000 da Giovanni Paolo II
nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile Milano, 13 gennaio 2000 dal Card. Carlo Maria Martini
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo
Elevazione a Patriarca
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
Scheda nel sito della CEI
Scheda nel sito della diocesi o congregazione

Diego Coletti (Milano, 25 settembre 1941) è un vescovo italiano, Vescovo emerito della Diocesi di Como.

Consacrato vescovo il 13 gennaio 2001, dal 2 dicembre 2006 è stato alla guida della diocesi di Como per 10 anni, dopo aver ricoperto l'incarico di vescovo di Livorno[1].

Cenni biografici

Nato e cresciuto a Milano, nel 1960, dopo aver conseguito la maturità classica presso il Liceo Parini, entrò nel Seminario Arcivescovile di Milano[2]. Il 26 giugno 1965 venne ordinato presbitero nella sua diocesi[1].

Ministero sacerdotale

Sempre nel 1965 conseguì la licenza in teologia a Milano. Dal 1965 al 1968 proseguì i suoi studi presso la Pontificia Università Gregoriana di Roma, risiedendo al Seminario Lombardo. Nel 1972 alla Gregoriana ottenne il dottorato in filosofia, con una tesi su «La psicologia dinamica di Hans Thome»[2].

Dal 1968 al 1977 insegnò presso il Seminario Arcivescovile di Saronno. Tra il 1977 e il 1983 ricoprì la carica di rettore del Seminario Teologico di Venegono Inferiore, in cui si formano i futuri preti della diocesi di Milano. Tra il 1972 e il 1983 fu anche rettore della comunità di teologia nei seminari milanesi e verbalista della Conferenza Episcopale Lombarda[2].

Nel 1983 visse presso l’abbazia di San Girolamo in Roma un anno sabbatico per verificare un’eventuale vocazione monastica; successivamente fu nominato assistente di studio del cardinale Carlo Maria Martini per la preparazione del II Convegno Ecclesiale Nazionale di Loreto.

Tra il 1984 e il 1985 fu parroco della comunità di Pino Lago Maggiore (VA), nella diocesi di Milano, e assistente diocesano dell'Associazione Guide e Scouts Cattolici Italiani (AGESCI); dal 1985 al 1989, assistente diocesano e regionale (per la Lombardia) dell'Azione Cattolica, oltre che segretario del consiglio presbiterale diocesano[2].

Dal 1989 al 2000 fu rettore del Pontificio Seminario Lombardo in Roma; nel 1991 ricevette l'incarico di consultore della Congregazione per gli istituti di vita consacrata, nella sezione degli istituti secolari. Dal 1996 al 2000 fu presidente dell'ARCER (Associazione dei rettori dei collegi ecclesiastici di Roma) e nel 1997 diventò assistente nazionale dell'AGESCI[2].

Ministero episcopale

Il vescovo Coletti nel 2007.

Il 9 dicembre 2000 Giovanni Paolo II lo nominò vescovo di Livorno, succedendo ad Alberto Ablondi[1]. A consacrarlo, nel Duomo di Milano, il 13 gennaio 2001, fu il cardinale Carlo Maria Martini. Prese possesso della diocesi nel 2001. Nel settembre del 2001, il Consiglio permanente della CEI lo elesse membro della Commissione episcopale per il laicato e delegato dei vescovi italiani al X Simposio dei vescovi europei sul tema "Giovani d’Europa nel cambiamento. Laboratorio della fede". Nel 2003 venne nominato responsabile del Coordinamento Mariano Regionale.

A Livorno dette avvio a una serie di iniziative pastorali di grande portata, tra cui la visita pastorale, condotta tra l'ottobre del 2003 e la primavera del 2006, a tutte le comunità parrocchiali della diocesi.

Nel dicembre 2004 Giovanni Paolo II lo nominò Consultore della Congregazione per l'Educazione Cattolica, carica che ricoprirà fino al 2009. Nel 2005, nell'ambito dell'assemblea della CEI, fu eletto presidente della Commissione episcopale per l’educazione cattolica, la scuola e l’università, ed entrò a far parte del Consiglio Permanente della Conferenza Episcopale Italiana[2]. Da questa posizione si è espresso più volte anche sui mass-media nazionali su tematiche collegate all'educazione e alla scuola (l'episodio più rilevante è stato quello dell'agosto 2009, in risposta a una sentenza giudiziaria che ha decretato l'illegittimità della concessione dei crediti scolastici per l'Insegnamento della religione cattolica[3]).

Il 2 dicembre 2006 da papa Benedetto XVI venne nominato vescovo della vasta e popolosa diocesi di Como[1] (che comprende l'intera provincia di Sondrio, parte di quella di Como,parte di quella di Varese e parte di quella di Lecco), succedendo ad Alessandro Maggiolini, dimessosi per ragioni di salute e per raggiunti limiti d'età. Il 28 gennaio dell'anno seguente fece il suo ingresso ufficiale nella diocesi lariana. Dopo i primi mesi di conoscenze, annunciò la decisione di voler iniziare la visita pastorale alla diocesi nell'autunno del 2009.

Il 4 ottobre 2016 papa Francesco ha accolto le sue dimissioni, per raggiunti limiti di età, da pastore della diocesi di Como.

Pubblicazioni

Diego Coletti, a parte le pubblicazioni correlate alla sua carica vescovile, è autore di numerosi volumi a stampa. La sua principale opera di spiritualità è Guida alla meditazione. Per scoprire la dimensione spirituale della vita (coautori Peter Henrici e Peter Wild, Piemme, 1995), pubblicato in seguito in quattro volumi: La scoperta della quiete, La scoperta dell'amore, La scoperta di Dio e La scoperta di Gesù (tutti pubblicati presso Piemme nel 2001). Si segnalano, tra gli altri, delle riflessioni sulla condizione del presbitero oggi (Il dono di essere preti, Àncora, 1990; Vivere da preti, Piemme, 1991) e delle meditazioni biblico-teologiche (Le catene della speranza. Riflessioni sulle lettere di Paolo dalla prigionia, Edizioni San Paolo, 2008).

Ha pubblicato anche articoli, lettere e rilasciato interviste ai quotidiani locali diffusi nelle diocesi di Livorno e Como, sue sedi vescovili. Temi a lui particolarmente cari sono stati il richiamo ai valori della fraternità e dell'accoglienza, alla problematica dell'educazione e l'invito a porsi in una relazione critica e adulta con i meccanismi economici del capitalismo e le sue tendenze consumistiche.

Proprio nel contesto della sua attenzione alla questione dell'educazione, testimoniata anche dal suo incarico specifico per la CEI, si pone la serie di 8 video che ha pubblicato nel 2008 sul sito di condivisione video "YouTube", dal titolo «Educare. Come e perché»[4].

Genealogia episcopale

Successione degli incarichi

Predecessore: Rettore del Pontificio seminario lombardo Successore: Pontificio Seminario Lombardo.jpg
Dionigi Tettamanzi 1989 - 2000 Tullio Citrini I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Dionigi Tettamanzi {{{data}}} Tullio Citrini
Predecessore: Vescovo di Livorno Successore: Stemma vescovo.png
Alberto Ablondi 9 dicembre 2000 - 2 dicembre 2006 Simone Giusti I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Alberto Ablondi {{{data}}} Simone Giusti
Predecessore: Vescovo di Como Successore: BishopCoA PioM.svg
Alessandro Maggiolini 2 dicembre 2006 - 4 ottobre 2016 Oscar Cantoni I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Alessandro Maggiolini {{{data}}} Oscar Cantoni
Note
  1. 1,0 1,1 1,2 1,3 Per i dati relativi agli incarichi ecclesiastici si fa riferimento all'«Annuario dei Vescovi» della CEI (pagina dedicata a S.E. mons. Diego Coletti, URL consultato il 13.01.2010).
  2. 2,0 2,1 2,2 2,3 2,4 2,5 Per i dati biografici si fa riferimento alla pagina ufficiale sul sito della diocesi di Como (URL consultato il 13.01.2010).
  3. Per l'intervento di Coletti, si veda questo articolo da http://www.corriere.it (URL verificato il 13.01.2010).
  4. Diocesi di Como - Educare. Come e perché, da http://www.youtube.com, URL consultato il 13.01.2010
Voci correlate
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.