Beato Eugenio Bossilkov

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Beato Eugenio Bossilkov, C.P.
Stemma vescovo.png
Vescovo · Martire
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo Vincenzo
Beato

Bossilkov eugenio.jpg

vescovo martire
Justitia et Caritate
Titolo
Età alla morte 51 anni
Nascita Belene
16 novembre 1900
Morte Sofia
11 novembre 1952
Sepoltura
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[]]
Professione religiosa 29 aprile 1920
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale Russe, 25 giugno 1926
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo {{{nominato}}}
nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile
Consacrazione vescovile Russe (Nicopoli), 7 ottobre 1947
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo
Elevazione a Patriarca
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti Vescovo di Nicopoli
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da Chiesa cattolica
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza 11 novembre
Altre ricorrenze La sua Congregazione lo ricorda il 13 novembre
Santuario principale Russe (Bulgaria)
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
Collegamenti esterni
Sito ufficiale o di riferimento
(EN) Scheda su gcatholic.org
Scheda su santiebeati.it
Tutti-i-santi.jpgNel Martirologio Romano, 11 novembre, n. 11:
« A Sofia in Bulgaria, passione del beato Eugenio Bossilkov, vescovo di Nicopoli e martire, della Congregazione della Passione di Gesù Cristo, che, sotto un regime tirannico, condotto in carcere per essersi rifiutato di rinnegare la comunione con Roma e crudelmente torturato, fu condannato a morte sotto l'accusa di alto tradimento e infine fucilato. »

Beato Eugenio Bossilkov, al secolo Vincenzo (Belene, 16 novembre 1900; † Sofia, 11 novembre 1952) è stato un vescovo e martire bulgaro, fucilato nel carcere di Sofia sotto il regime comunista bulgaro.

Biografia

Nascita e formazione

Mons. Eugenio Bossilkov, vescovo della diocesi di Nicopoli con sede a Russe, nacque a Belene il 16 novembre 1900 da una famiglia di onesti agricoltori e fu battezzato nello stesso giorno nella parrocchia della "Natività della Beata Vergine Maria" con il nome di Vincenzo.

Nel 1911 entrò nel seminario dei Passionisti di Oresc. Nel 1913 si spostò a Russe, dove si trovava la sede della diocesi di Nicopoli guidata dal vescovo passionista Henri Doulcet. Durante gli anni 1914-1919 Eugenio Bossilkov continuò i suoi studi in Belgio e Olanda.

Il 29 aprile 1920 pronunciò i voti nella congregazione dei Passionisti.

Nel 1924 ritornò in Bulgaria insieme ad altri tre confratelli, padre Nicola, bulgaro, padri Paolo ed Emilio, olandesi.

Tutti questi continuarono gli studi nel convento dei padri passionisti di Russe e il 25 luglio 1926 furono ordinati sacerdoti nella cattedrale di San Paolo della Croce di Russe dal vescovo passionista mons. Damian Theelen.

Il 29 agosto 1927 per i voti eccellenti negli studi, il giovane sacerdote Eugenio fu mandato a Roma per conseguire la specializzazione in teologia orientale al Pontificio Istituto Orientale.

Il 28 giugno 1929 ottenne il diploma di licenza in Teologia. Ritornò in Bulgaria il 15 luglio 1929 per preparare il suo dottorato mentre contemporaneamente svolse la sua attività di parroco fino al 1934.

Il 20 marzo 1931 partì di nuovo per Roma per portare a termine la tesi di dottorato sul tema: «Per l' unione della chiesa bulgara e romana durante la prima metà del XIII secolo», che discusse il 2 gennaio 1932, conseguendo il dottorato in teologia.

Ministero sacerdotale

Dal 1934 al 1946 fu parroco nel villaggio di Bardarschi Gheran. Il giovane sacerdote Eugenio iniziò a svolgere una vita pastorale multiforme; riuscì a creare contatti cordiali con persone di cultura e rappresentanti del potere civile e seguì con particolare attenzione i suoi giovani parrocchiani. Fu un buon organista e direttore. Compose la Messa in onore dei Santi Cirillo e Metodio e canzoni come Regina coeli, Asperges me, Vidi aquam, Dolce Vergine, Madre Soave; Suono serale; Preghiera per la pace e tante altre. Praticava sport e giocava a calcio e a pallavolo con i giovani. Padre Eugenio fu un eccellente oratore e spesso era invitato a predicare fuori della sua parrocchia. Il discorso che fece in onore dei 250 anni della rivolta di Ciprovzi nel 1938, fu pubblicato su tutti i giornali bulgari di quei tempi.

La sua grande pietà cristiana la dimostrò nel salvare molte famiglie ebraiche dalla deportazione durante la Seconda Guerra Mondiale.

Nominato vescovo di Nicopoli (Russe)

Dopo la morte di mons. Damian Theelen, avvenuta il 6 agosto 1946, padre Eugenio Bossilkov il 13 agosto 1946 venne nominato amministratore della diocesi in attesa della nomina del nuovo vescovo della diocesi Nicopoli, che papa Pio XII conferì proprio a lui il 26 luglio 1947.

Fu ordinato vescovo il 7 ottobre 1947 nella cattedrale di Russe. Il vescovo consacrante fu monsignor Ivan Romanoff,vicario apostolico di Sofia e vescovo di Plovdiv; conconsacranti Ivan Garufaloff,C.R.,vescovo titolare di Lagania e Kiril Stefan Kurteff esarca di Sofia di rito greco-cattolico.

Il 17 settembre 1948 venne ricevuto in udienza da Pio XII che gli predisse: "In Bulgaria l'aspetta la corona del martirio". Nonostante le pressioni perché restasse in Italia, Eugenio tornò in patria, dove la persecuzione contro la Chiesa cattolica era ormai sistematica sotto il regime stalinista.

Il 18 febbraio 1949 scriveva al Superiore provinciale passionista in Olanda: "Ho il coraggio di vivere, spero di averlo anche per subire il peggio, restando fedele a Cristo, al Papa e alla Chiesa".

La persecuzione e il martirio

La causa del martirio fu la sua fedeltà alla Chiesa cattolica e al Papa, a servizio della fede cattolica che professava, durante il periodo di accanita persecuzione sotto il regime comunista che aveva preso il potere in Bulgaria dopo l'invasione e l'occupazione del 9 settembre 1944 da parte dell'esercito sovietico.

Tornato in Bulgaria fu arrestato il 16 luglio 1952, con l'accusa di aver costituito e diretto un'attività criminosa e sovversiva di spionaggio a servizio del Vaticano e dei paesi imperialisti. Il processo iniziò il 29 settembre presso il Palazzo di giustizia di Sofia; vi era imputato insieme ad altri 26 sacerdoti, a una suora e a due laici.

Il verdetto di condanna a morte per lui e tre sacerdoti Assunzionisti fu emesso il 3 ottobre. Venne fucilato in carcere nella notte tra l'11 e il 12 novembre. L'ordine, a quanto sembra, venne direttamente da Mosca. Fu sepolto in una fossa comune in un luogo ancora sconosciuto.

Culto

«Le tracce del nostro sangue apriranno la strada a un futuro splendido. [...] Altri mieteranno ciò che noi abbiamo seminato nelle pene» così disse il martire dalla prigione. Il 26 marzo 1994 monsignore Evghenij Bossilkov fu il primo martire riconosciuto dell'Europa dell'Est. Il 15 marzo 1998 Giovanni Paolo II lo proclamò beato. Nel maggio 2002, ebbe luogo la storica visita di papa Karol Wojtyla in Bulgaria. I tre avvenimenti hanno aperto la strada alla realizzazione della profezia di Bossilkov: «Il sangue dei martiri è seme di altri cristiani».

Genealogia episcopale e successione apostolica

Al momento attuale delle ricerche è impossibile ricostruire la linea diretta della genealogia episcopale di mons. Bossilkov. Tra parentesi i vescovi conconsacranti e la loro genealogia episcopale

Vescovi di Nicopoli (Russe)

  • Nicola Stanislavich, OFM † (24 giugno 1725 ordinato vescovo - 30 settembre 1740 nominato vescovo di Csanad)
  • Antun Becić † (23 settembre 1743 Nominato - 1 Mar 1752 dimesso)
  • Nicolaus Pugliesi † (18 dicembre 1752 Nominato - 6 Apr 1767 nominato arcivescovo di Dubrovnik (Ragusa))
  • Sebastiano Canepa † (1º giugno 1767 Nominato - Feb 1769 Deceduto)
  • Jacobus Antonius Riccardini, OFM Conv. † (4 Mar 1771 Nominato - 1775 dimesso)
  • Paulus Dovanlia † (16 settembre 1776 Nominato - 1805 Deceduto)
  • Francesco Maria Ferreri, CP † (20 settembre 1805 Nominato - Jan 1814 Deceduto)
  • Fortunato Maria Ercolani, CP † (27 maggio 1815 Nominato - 19 Apr 1822 nominato vescovo di Civita Castellana, Orte e Gallese)
  • Giuseppe-Maria Molajoni † (23 settembre 1825 Nominato -)
  • Antonio Giuseppe Pluym † (15 settembre 1863 Nominato - 1 Mar 1870 dimesso)
  • Ignazio Paoli, CP † (19 agosto 1870 Nominato - 27 Apr 1883 nominato arcivescovo (titolo personale) di Bucuresti)
  • Ippolito Agosto, CP † (27 Apr 1883 Nominato - 1893 Deceduto)
  • Henri Doulcet, CP † (7 gennaio 1895 Nominato - 31 mar 1913 dimesso)
  • Leonardo Baumbach, † CP (1.913 riusciti - 1915 Deceduto)
  • Damian Johannes Theelen, CP † (21 maggio 1915 Nominato - 6 agosto 1946 Deceduto)
  • Bl. Vincentius Eugenio Bossilkoff, CP † (26 luglio 1947 Nominato - 11 Nov 1952 Deceduto)
  • Vasco Séirécov † (22 luglio 1975 Nominato - 4 gennaio 1977 Deceduto)
  • Seraphimov Samuel Djoundrine, † AA (14 Dic 1978 Nominato - 28 giugno 1994 Ritirato)
  • Jordanov Petko Christov, OFM Conv. (18 ottobre 1994 Nominato -)


Predecessore: Diocesi di Nicopoli Successore: Stemma vescovo.png
Damian Johannes Theelen dal 26 luglio 1947 al 11 novembre 1952 Vasco Séirécov I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Damian Johannes Theelen {{{data}}} Vasco Séirécov
Voci correlate
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.