Giovanni Battista Bussi (1755-1844)

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Giovanni Battista Bussi
Cardinale
Stemma Giovanni Battista Bussi (1755-1844).jpg
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
ERRORE in "fase canonizz"
{{{note}}}
{{{motto}}}

Giovanni Battista Bussi (1755-1844).jpg

{{{didascalia}}}
Titolo cardinalizio
Incarichi attuali
Età alla morte 89 anni
Nascita Viterbo
29 gennaio 1755
Morte Benevento
31 gennaio 1844
Sepoltura Cattedrale di Benevento
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione 13 gennaio 1781
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono 25 maggio 1782 (suddiacono 23 febbraio 1782)
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale 21 settembre 1782
Nominato Abate {{{nominatoAB}}}
Nominato amministratore apostolico {{{nominatoAA}}}
Nominato vescovo {{{nominato}}}
Nominato arcivescovo 3 maggio 1824 da Leone XII
Nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
Nominato patriarca {{{nominatoP}}}
Nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile Roma, 23 maggio 1824 dal card. arc. Bartolomeo Pacca
Elevazione ad Arcivescovo {{{elevato}}}
Elevazione a Patriarca {{{patriarca}}}
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
3 maggio 1824 da Leone XII (vedi)
Cardinale per
Cardinale per 19 anni, 8 mesi e 28 giorni
Cardinale elettore
Incarichi ricoperti
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Opposto a {{{Opposto a}}}
Sostenuto da {{{Sostenuto da}}}
Scomunicato da
Riammesso da da
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Durata del
pontificato
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato


Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
[[File:|100px|Stemma]]
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede
Successore
Nome completo {{{nome completo}}}
Trattamento {{{trattamento}}}
Onorificenze
Nome templare {{{nome templare}}}
Nomi postumi
Altri titoli
Casa reale {{{casa reale}}}
Dinastia {{{dinastia}}}
Padre {{{padre}}}
Madre {{{madre}}}
Coniuge

{{{coniuge 1}}}

Consorte

Consorte di

Figli
Religione {{{religione}}}
Firma [[File:{{{firma}}}|150x150px]]
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda
Invito all'ascolto
Firma autografa
[[File:{{{FirmaAutografa}}}|250px]]

Giovanni Battista Bussi (Viterbo, 29 gennaio 1755; † Benevento, 31 gennaio 1844) è stato un cardinale e arcivescovo italiano.

Biografia

Nacque il 29 gennaio 1755 a Viterbo nello Stato Pontificio. Di famiglia patrizia viterbese. Figlio di Domenico Bussi (1700-1788), conte di Poggio Aquilone, che fu più volte conservatore di Roma, e della contessa Olimpia Melchiorri. Pronipote del cardinale Giovanni Battista Bussi (1712); nipote del cardinale Pierfrancesco Bussi (1759). Cugino di primo grado del cardinale Simone Buonaccorsi (1769), la cui madre era la sorella maggiore del padre.

Formazione e attività prelatizia

Studiò all'Università La Sapienza di Roma, dove conseguì il dottorato in utroque iure, sia in diritto civile che canonico l'8 marzo 1780; completò la sua formazione giuridica sotto Giovanni Battista Quarantotti, elettore del Tribunale della Segnatura Apostolica di Giustizia e degli avvocati Niocla Riganti e Francesco Mazzei. Ricevuta la tonsura ecclesiastica il 13 gennaio 1781, entrò come Prelato referendario nella Curia Romana l'8 marzo seguente; ricevette il suddiaconato il 23 febbraio 1782, il diaconato il 25 maggio 1782 e venne ordinato presbitero il 21 settembre dello stesso anno. Promosso Prelato domestico di Sua Santità, fu relatore della S.C. del Buon Governo, segretario della S.C. delle Indulgenze il 1° giugno 1795. Governatore di Viterbo dal 12 ottobre 1799 al luglio 1800; uditore della Sacra Rota Romana dal 9 febbraio 1801.

Nominato reggente della Penitenzieria Apostolica 29 giugno 1809, venne però arrestato dalla Autorità francesi che avevano invaso Roma il 15 luglio 1809; imprigionato a Castel Sant'Angelo, rilasciato e nuovamente arrestato il 28 agosto 1809 fu deportato a Parigi, dove rimase fino al 1814. Dopo la restaurazione del governo pontificio, venne nominato presidente della Commissione ospedaliera di Roma il 15 maggio 1814 dal cardinale legato straordinario Agostino Rivarola; restituito alle sue funzioni di uditore di Rota e reggente della Penitenzieria Apostolica fu confermato in quest'ultimo incarico dal penitenziere maggiore il cardinale Michele Di Pietro, il 1° maggio 1815; mantenne entrambi gli incarichi fino alla nomina a Uditore generale della Camera Apostolica il 10 marzo 1823. Consultore della S.C. dei Riti.

Cardinalato e ministero episcopale

Fu creato cardinale presbitero e nominato Arcivescovo metropolita di Benevento da Leone XII nel concistoro del 3 maggio 1824; ricevette la berretta rossa tre giorni dopo e il titolo di San Pancrazio fuori le mura il 24 maggio seguente. Venne consacrato a Roma il 23 maggio 1824 dal card. Bartolomeo Pacca, vescovo di Porto e Santa Rufina, camerlengo di Santa Romana Chiesa, assistito da Giuseppe della Porta Rodiani, patriarca titolare di Costantinopoli dei Latini, Vice-gerente di Roma e da Lorenzo Girolamo Mattei [1], patriarca titolare di Antiochia, segretario del S.C. della Visita Apostolica. Partecipò al conclave del 1829 che elesse papa Pio VIII e a quello del 1830-1831 che elesse papa Gregorio XVI.

Morte

Morì a Benevento il 31 gennaio 1844 all'età di 89 anni. Venne esposto e sepolto al termine del rito funebre nella cattedrale di Benevento Era il cardinale in vita più anziano.

Genealogia episcopale

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi la voce Genealogia episcopale

Successione degli incarichi

Predecessore: Segretario della Congregazione per le Indulgenze e le Sacre Reliquie Successore: Emblem Holy See.svg
Giulio Maria della Somaglia 1º giugno 1795 - 12 ottobre 1799 Pietro Maccarani I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Giulio Maria della Somaglia {{{data}}} Pietro Maccarani
Predecessore: Governatore di Viterbo Successore: Emblem Holy See.svg
Gaudenzio Antonini 12 ottobre 1799 – luglio 1800 Paride Giuseppe Giustiniani I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Gaudenzio Antonini {{{data}}} Paride Giuseppe Giustiniani
Predecessore: Reggente della Penitenzieria Apostolica Successore: Emblem Holy See.svg
Francesco Cesarei Leoni 29 giugno 1809 - 10 marzo 1823 Francesco Tiberi Contigliano I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Francesco Cesarei Leoni {{{data}}} Francesco Tiberi Contigliano
Predecessore: Uditore generale della Camera Apostolica Successore: Emblem Holy See.svg
Antonio Pallotta 10 marzo 1823 - 3 maggio 1824 Giuseppe della Porta Rodiani I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Antonio Pallotta {{{data}}} Giuseppe della Porta Rodiani
Predecessore: Arcivescovo metropolita di Benevento Successore: Arcbishop.png
Domenico Spinucci 3 maggio 1824 - 31 gennaio 1844 Domenico Carafa della Spina di Traetto I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Domenico Spinucci {{{data}}} Domenico Carafa della Spina di Traetto
Predecessore: Cardinale presbitero di San Pancrazio fuori le mura Successore: Kardinalcoa.png
Giuseppe Maria Feroni 24 maggio 1824 - 31 gennaio 1844 Carlo Vizzardelli I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Giuseppe Maria Feroni {{{data}}} Carlo Vizzardelli
Note
  1. cfr. Lorenzo Girolamo Cardinal Mattei su catholic-hierarchy.org. URL consultato il 25-09-2023
Bibliografia
  • (FR) Philippe Boutry, Souverain et Pontife - recherches prosopographiques sur la curie romaine à l'âge de la restauration, 1814-1846, Ecole française de Rome, Rome, 2002, pp. 324-325
  • (FR) Jean LeBlanc, Dictionnaire biographique des cardinaux du XIX siècle - contribution à l'histoire du Sacré Collège sous les pontificats de Pie VII, Léon XII, Pie VIII, Grégoire XVI, Pie IX et Léon XIII, 1800-1903, Wilson & Lafleur, Montréal, 2007. (Collection Gratianus. Série instruments de recherche), pp. 185,186
  • (LA) Remigium Ritzler, Pirminum Sefrin, Hierarchia Catholica Medii et Recentioris Aevi, vol. VII (1800-1846), Typis et Sumptibus Domus Editorialis "Il Messaggero di S. Antonio" presso Basilica Sant'Antonio, Padova, 1968, pp. 18, 44, 109, 110
  • (DE) Christoph Weber, Michael Becker, Genealogien zur Papstgeschichte. 6 v., Anton Hiersemann, Stuttgart, 1999-2002. (Päpste und Papsttum, Bd. 29, 1-6), I, 157
  • (IT) Christoph Weber, Legati e governatori dello Stato Pontificio: 1550-1809, Ministero per i beni culturali e ambientali, Ufficio centrale per i beni archivistici, Roma, 1994. (Pubblicazioni degli archivi di Stato. Sussidi; 7) pp. 434, 531
Collegamenti esterni
Voci correlate