José María Caro Rodríguez

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
José María Caro Rodríguez
Cardinale
Stemma card. Caro Rodríguez.jpg
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo
ERRORE in "fase canonizz"
{{{note}}}
Virtus nostrum et Deus refugium

José María Caro.jpg

Titolo cardinalizio
Incarichi attuali
Età alla morte 92 anni
Nascita Pichilemu
23 giugno 1866
Morte Santiago del Cile
4 dicembre 1958
Sepoltura Santiago del Cile, Cattedrale di San Giacomo
Appartenenza diocesi di Roncagua
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale 20 dicembre 1890
Nominato Abate {{{nominatoAB}}}
Nominato amministratore apostolico {{{nominatoAA}}}
Nominato vescovo 5 gennaio 1912 da papa Pio X
Nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
Nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
Nominato patriarca {{{nominatoP}}}
Nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile
Consacrazione vescovile 28 aprile 1912 dall'arcivescovo Enrico Sibilia
Elevazione ad Arcivescovo 20 maggio 1939 da papa Pio XII
Elevazione a Patriarca
Elevazione ad Arcieparca
Creazione
a Cardinale
Creazione
a Cardinale
18 febbraio 1946 da Pio XII (vedi)
Cardinale per
Cardinale per 12 anni, 9 mesi e 14 giorni
Cardinale elettore
Incarichi ricoperti
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Opposto a {{{Opposto a}}}
Sostenuto da {{{Sostenuto da}}}
Scomunicato da
Riammesso da da
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Durata del
pontificato
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato

Ordinazioni

Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
[[File:|100px|Stemma]]
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede
Successore
Nome completo {{{nome completo}}}
Trattamento {{{trattamento}}}
Onorificenze
Nome templare {{{nome templare}}}
Nomi postumi
Altri titoli
Casa reale {{{casa reale}}}
Dinastia {{{dinastia}}}
Padre {{{padre}}}
Madre {{{madre}}}
Coniuge

{{{coniuge 1}}}

Consorte

Consorte di

Figli
Religione {{{religione}}}
Firma [[File:{{{firma}}}|150x150px]]
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda
Invito all'ascolto
Firma autografa
[[File:{{{FirmaAutografa}}}|250px]]

José María Caro Rodríguez (Pichilemu, 23 giugno 1866; † Santiago del Cile, 4 dicembre 1958) è stato un cardinale e arcivescovo cileno.

Cenni biografici

Nato il 23 giugno 1866, Cahuil, diocesi di Roncagua, Cile, era il quarto dei nove figli di José María Caro Martínez e Rita Rodríguez Cornejo.

Formazione

Studi iniziali nella scuola locale; Seminario di Santiago del Cile, 1881-1886 (scienze umane); Pontificio Collegio Pio Latinoamericano di Roma; Pontificia Università Gregoriana di Roma, 1887-1891 (teologia; tra i suoi professori c'era padre Louis Billot, S.J., futuro cardinale).

Ordinato sacerdote il 20 dicembre 1890 a Roma. Ritornato in Cile il 2 ottobre 1891. Dal 1892 al 1899, professore di studi preparatori e filosofia al Seminario di Santiago; ministero pastorale in diverse cappellanie, ospedali e parrocchie; parroco di Mamiña, da marzo a dicembre 1899; professore di teologia al Seminario di Santiago, 1900-1911; ha sempre avuto una salute molto delicata. Nominato vicario apostolico di Tarapac il 6 maggio 1911.

Episcopato

Eletto vescovo titolare di Milasa il 5 gennaio 1912, è stato consacrato il 28 aprile 1912 nella cattedrale metropolitana di Santiago, da Enrico Sibilia, arcivescovo titolare di Side, internunzio in Cile, assistito da Luis Izquierdo Vargas, vescovo di Concepción e da Miguel Claro Vázquez, vescovo titolare di Legia. Il suo motto episcopale era Virtus nostrum et Deo refugium.

Trasferito alla sede di La Serena il 14 dicembre 1925. Assistente al Soglio Pontificio il 6 novembre 1937, è stato promosso arcivescovo quando La Serena fu elevata al rango di sede metropolitana, il 20 maggio 1939. Trasferito alla sede metropolitana di Santiago il 28 agosto 1939; Gran Cancelliere dell'Università Cattolica del Cile dal 1939 al 1958.

Cardinalato

Creato da Pio XII cardinale presbitero nel concistoro del 18 febbraio 1946, ha ricevuto il cappello rosso e il titolo di Santa Maria della Scala, diaconia elevata pro illa vice a titolo, il 18 maggio 1946.

Legato pontificio al Consiglio plenario cileno, a Santiago, l'8 settembre 1946, al X Congresso Eucaristico Nazionale, a Valparaíso, Cile, il 26 settembre 1951. Ha partecipato alla Prima Conferenza Generale dell'Episcopato Latino-Americano, a Rio de Janeiro, Brasile, dal 25 luglio al 4 agosto 1955. Legato pontificio al VI Congresso Interamericano dell'Educazione Cattolica a Santiago del Cile, il 30 agosto 1956, ha preso parte al conclave del 1958 che ha eletto papa Giovanni XXIII. Fu il primo cardinale cileno.

Morte

Morto il 4 dicembre 1958 per un attacco di gastroenterite tossica seguito da sintomi di uremia e polmonite che alla fine hanno portato alla sua morte, a Santiago del Cile. Originariamente è stato sepolto nella cripta degli arcivescovi nella Cattedrale di San Giacomo (Santiago del Cile). Le sue spoglie sono state trasferite in un sarcofago donato dall'istituzione Hogar de Cristo sul retro della navata centrale della cattedrale il 19 marzo 1968, dove sono rimaste fino all'aprile 2006 quando sono state trasferite nuovamente alla Nueva Cripta Arzobispal dove è stato rinterrato insieme ai cardinali Raúl Silva Henríquez S.D.B., Francisco Fresno Larraín, Carlos Oviedo Cavada, O. de M. e Jorge Arturo Medina Estévez nel 2021.

Genealogia episcopale

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi la voce genealogia episcopale

Successione degli incarichi

Predecessore: Vicario apostolico di Tarapacá Successore: BishopCoA PioM.svg
Martín Rucker Sotomayor
(amministratore apostolico)
6 maggio 1911-14 dicembre 1925 Carlos Labbé Márquez I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Martín Rucker Sotomayor
(amministratore apostolico)
{{{data}}} Carlos Labbé Márquez
Predecessore: Vescovo titolare di Milasa Successore: BishopCoA PioM.svg
Manuel San Román y Elena 5 gennaio 1912-14 dicembre 1925 Francis Martin Kelly I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Manuel San Román y Elena {{{data}}} Francis Martin Kelly
Predecessore: Vescovo di La Serena Successore: BishopCoA PioM.svg
Carlos Silva Cotapos 14 dicembre 1925-20 maggio 1939 - I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Carlos Silva Cotapos {{{data}}} -
Predecessore: Arcivescovo metropolita di La Serena Successore: ArchbishopPallium PioM.svg
- 20 maggio - 28 agosto 1939 Juan Subercaseaux Errázuriz I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
- {{{data}}} Juan Subercaseaux Errázuriz
Predecessore: Arcivescovo metropolita di Santiago del Cile Successore: ArchbishopPallium PioM.svg
José Horacio Campillo Infante 28 agosto 1939-4 dicembre 1958 Emilio Tagle Covarrubias
(amministratore apostolico)
I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
José Horacio Campillo Infante {{{data}}} Emilio Tagle Covarrubias
(amministratore apostolico)
Predecessore: Primate del Cile Successore: PrimateNonCardinal PioM.svg
José Horacio Campillo Infante 28 agosto 1939-4 dicembre 1958 Raúl Silva Henríquez I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
José Horacio Campillo Infante {{{data}}} Raúl Silva Henríquez
Predecessore: Cardinale presbitero di Santa Maria della Scala
(titolo presbiterale pro hac vice)
Successore: CardinalCoA PioM.svg
Camillo Laurenti 17 maggio 1946-4 dicembre 1958 Julius August Döpfner I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Camillo Laurenti {{{data}}} Julius August Döpfner
Predecessore: Presidente della Conferenza Episcopale del Cile Successore: Mitra heráldica.svg
- 1957 - 1958 Alfredo Silva Santiago I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
- {{{data}}} Alfredo Silva Santiago
Voci correlate