Santissimo Nome di Gesù

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark

Santissimo Nome di Gesù

Orifiamma di San Bernardino.jpg
Trigramma bernardiniano; Lugano, Chiesa di Santa Maria degli Angeli
Mistero celebrato {{{avvenimento celebrato}}}
religiosa
Periodo Tempo di Natale
Data 3 gennaio
Data mobile {{{data mobile}}}

Data nel 2018: Errore nell'espressione: operatore < inatteso.
Data nel 2019: Errore nell'espressione: operatore < inatteso.
Data nel 2020: Errore nell'espressione: operatore < inatteso.

Note
Nel Rito Ambrosiano il nome di Gesù è ricordato durante la solennità della Circoncisione del Signore il 1° gennaio.
Rito Romano
Tipologia {{{tipologiaRR}}}
Periodo
Data {{{dataRR}}}
Data {{{data mobileRR}}}
Data nel 2018: Errore nell'espressione: operatore < inatteso.

Data nel 2019: Errore nell'espressione: operatore < inatteso.
Data nel 2020: Errore nell'espressione: operatore < inatteso.

Rito Ambrosiano
Tipologia {{{tipologiaRA}}}
Periodo
Data {{{dataRA}}}
Data {{{data mobileRA}}}
Data nel 2018: Errore nell'espressione: operatore < inatteso.

Data nel 2019: Errore nell'espressione: operatore < inatteso.
Data nel 2020: Errore nell'espressione: operatore < inatteso.

Di precetto in {{{di precetto in}}}
Celebrata in
Celebrata a
Tradizioni religiose
Data d'istituzione
Chiamata anche
Feste correlate Natale
Tutti-i-santi.jpgNel Martirologio Romano, 3 gennaio, n. 1:
« Santissimo Nome di Gesù, il solo in cui, nei cieli, sulla terra e sotto terra, si pieghi ogni ginocchio a gloria della maestà divina. »

Il Santissimo Nome di Gesù è una celebrazione facoltativa che il Calendario Romano prevede per il giorno 3 gennaio.

Storia

Il Nome di Gesù, fu sempre onorato e venerato nella Chiesa fin dai primi tempi. Il Nuovo Testamento usa l'espressione per indicare la sua stessa persona (At 9,16; 10,43; 21,13; 26,9). Nel nome di Gesù gli Apostoli predicano (At 4,18; 5,28; 9,28), battezzano (At 2,38; 8,16; 10,48; 19,5), compiono miracoli (At 4,30).

Solo nel XIV secolo il Nome di Gesù cominciò ad avere culto liturgico: il francescano Bernardino da Siena (1380-1444) fu il più grande propagatore del culto del Nome di Gesù; altri francescani seguirono tale filone, soprattutto i beati Alberto da Sarteano (1385-1450) e Bernardino da Feltre (1439-1494).

Nel 1530, Papa Clemente VII autorizzò l'Ordine Francescano a recitare l'Ufficio del Santissimo Nome di Gesù. Due secoli dopo, nel 1721, la celebrazione fu estesa a tutta la Chiesa da Papa Innocenzo XIII.

Il giorno della celebrazione variò nel tempo tra le prime domeniche di gennaio, per attestarsi al 2 gennaio fino agli anni Settanta del Novecento, quando la celebrazione fu soppressa.

Papa Giovanni Paolo II la inserì nel Martirologio Romano al giorno 3 gennaio.

La celebrazione non è prevista nel rito ambrosiano che ricorda il Santissimo Nome di Gesù durante la celebrazione della solennità della Circoncisione del Signore il 1° gennaio, cioè l'ottavo giorno dalla sua nascita. Secondo la tradizione ebraica denominata Milah, durante la circoncisione veniva imposto il nome dei nascituri.

Voci correlate
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.