Antonio Maria Vegliò

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Antonio Maria Vegliò
VEGLIO hans heijningen.jpg
Cardinale
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
ERRORE in "fase canonizz"

Veglio.jpg

Adiuva me Domine
Titolo cardinalizio
Cardinale diacono di San Cesareo in Palatio
Età attuale 80 anni
Nascita Macerata Feltria
3 febbraio 1938
Morte
Sepoltura
Appartenenza Arcidiocesi di Pesaro
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale
Ordinazione presbiterale 18 marzo 1962 da mons. Luigi Carlo Borromeo
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo {{{nominato}}}
nominato arcivescovo 27 luglio 1985 da Giovanni Paolo II
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile 6 ottobre 1985 dal card. Agostino Casaroli
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo
Elevazione a Patriarca
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
Creazione
a Cardinale
18 febbraio 2012 da Benedetto XVI (vedi)
Cardinale elettore NO (fino al 3 febbraio 2018)
Ruoli ricoperti
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
Collegamenti esterni
Biografia su vatican.va
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda

Antonio Maria Vegliò (Macerata Feltria, 3 febbraio 1938) è un arcivescovo, cardinale e Nunzio apostolico italiano. E' stato presidente del Pontificio Consiglio della Pastorale per i Migranti e gli Itineranti.

Biografia

Viene ordinato sacerdote, del clero di Pesaro, il 18 marzo 1962 dall'allora vescovo Luigi Carlo Borromeo. Inviato a Roma a perfezionare gli studi presso l'Università Lateranense, conseguì la Licenza in Filosofia e Teologia e la Laurea in Diritto Canonico. Dopo gli studi alla Pontificia Accademia Ecclesiastica, iniziò il suo servizio diplomatico che lo portò in Perù, Filippine, Senegal. Richiamato in Segreteria di Stato, fu in seguito inviato in Gran Bretagna.

Il 27 luglio 1985 è nominato Pro-Nunzio apostolico in Papua Nuova Guinea e nelle Isole Salomone, essendo nel contempo elevato alla dignità arcivescovile con il titolo di Eclano; è consacrato il successivo 6 ottobre dal cardinale Agostino Casaroli (segretario di Stato), co-consacranti l'arcivescovo Achille Silvestrini (allora ufficiale della segreteria di stato) e il vescovo Gaetano Michetti (allora vescovo di Pesaro).

Il 21 ottobre 1989 è nominato pro-nunzio per gli stati del Senegal, Guinea-Bissau, Capo Verde e Mali, diventandone nunzio apostolico nel dicembre del 1994. Nel medesimo tempo fu Delegato Apostolico in Mauritania.

Il 2 ottobre 1997 è nominato Nunzio apostolico in Libano e Kuwait e Delegato Apostolico nella Penisola Arabica; nel 1999 si dimetterà da nunzio in Kuwait.

L'11 aprile 2001 è nominato segretario della Congregazione per le Chiese Orientali.

Il 28 febbraio 2009 papa Benedetto XVI lo ha nominato presidente del Pontificio Consiglio della Pastorale per i Migranti e gli Itineranti, succedendo al cardinale Renato Raffaele Martino, dimessosi per raggiunti limiti di età.

Papa Benedetto XVI lo ha creato cardinale della diaconia di San Cesareo in Palatio nel concistoro del 18 febbraio 2012.

È membro della Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti, del Pontificio Consiglio per i Laici, del Comitato di Presidenza del Pontificio Consiglio per la Famiglia ed è membro della Pontificia Commissione per lo Stato della Città del Vaticano.

Onorificenze

Commendatore dell'Ordine della Stella di Romania - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore dell'Ordine della Stella di Romania
«in segno di apprezzamento per il contributo alla promozione e alla difesa della dignità umana, per il sostegno accordato alle comunità romene della diaspora e allo sviluppo delle relazioni tra la Romania e la Santa Sede.»
— Roma, 29 gennaio 2013[1]

Genealogia episcopale

Successione degli incarichi

Predecessore: Vescovo titolare di Eclano Successore: Stemma vescovo.png
Antonio Innocenti 27 luglio 1985 - 18 febbraio 2012 Nicolas Henry Marie Denis Thevenin ch I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Antonio Innocenti {{{data}}} Nicolas Henry Marie Denis Thevenin ch
Predecessore: Segretario della Congregazione per le Chiese Orientali Successore: Coat of arms of the Vatican City.svg
Miroslav Stefan Marusyn 11 aprile 2001 - 28 febbraio 2009 Cyril Vasiľ I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Miroslav Stefan Marusyn {{{data}}} Cyril Vasiľ
Predecessore: Presidente del Pontificio Consiglio della Pastorale per i Migranti e gli Itineranti Successore: Coat of arms of the Vatican City.svg
Renato Raffaele Martino 28 febbraio 2009 - 1° gennaio 2017 (accorpato al Dicastero per il servizio dello sviluppo umano integrale) I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Renato Raffaele Martino {{{data}}} (accorpato al Dicastero per il servizio dello sviluppo umano integrale)
Predecessore: Cardinale diacono di San Cesareo in Palatio Successore: Stemma cardinale.png
Andrzej Maria Deskur dal 18 febbraio 2012 in carica I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Andrzej Maria Deskur {{{data}}} in carica
Note
Voci correlate

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.