Antonio Pallavicini Gentili

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Antonio Pallavicini Gentili
Antonio Pallavicini Gentili.png
Cardinale
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
ERRORE in "fase canonizz"
{{{note}}}

Titian - Portrait of Antonio Cardinal Pallavicini - WGA21114.jpg

Sebastiano del Piombo (attr.), Ritratto del cardinale Antonio Pallavicini Gentili (1540-1550), olio su tela; Mosca (Russia), Museo Puškin delle Belle Arti
'
Titolo cardinalizio
Incarichi attuali
Età alla morte 66 anni
Nascita Genova
1441
Morte Roma
10 settembre 1507
Sepoltura Basilica di Santa Maria del Popolo (Roma)
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale in data sconosciuta
Ordinazione presbiterale [[{{{aO}}}]]
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo 15 giugno 1484 da Sisto IV
nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile in data sconosciuta
Consacrazione vescovile [[ {{{aC}}} ]]
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo {{{elevato}}}
Elevazione a Patriarca {{{patriarca}}}
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
9 marzo 1489 da Innocenzo VIII (vedi)
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Opposto a {{{Opposto a}}}
Sostenuto da {{{Sostenuto da}}}
Scomunicato da
Riammesso da da
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede
Successore
Nome completo {{{nome completo}}}
Trattamento {{{trattamento}}}
Onorificenze
Nome templare {{{nome templare}}}
Nomi postumi
Altri titoli
Casa reale {{{casa reale}}}
Dinastia {{{dinastia}}}
Padre {{{padre}}}
Madre {{{madre}}}
Coniuge

{{{coniuge 1}}}

Consorte

Consorte di

Figli
Religione {{{religione}}}
Firma [[File:{{{firma}}}|150x150px]]
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda

Antonio Pallavicini Gentili (Genova, 1441; † Roma, 10 settembre 1507) è stato un vescovo e cardinale italiano.

Biografia

Nacque nel 1441 a Genova da famiglia patrizia originaria della Spagna. Il padre era Babilano Pallavicino e la madre Caterina nata Salvago. Il suo nome fu anche registrato come Antoniotto, e il suo cognome come Pallavicino.Fu zio del cardinale Giovanni Battista Pallavicini (1517).

Non si hanno notizie sui suoi primi anni. Andò in Spagna con i fratelli Girolamo e Cipriano, che erano mercanti. Rientrò in patria nel 1470 e si recò a Roma, dove entrò nella corte del cardinale Giovanni Battista Cibo, futuro papa Innocenzo VIII, che gli procurò la nomina a Datarius di papa Sisto IV e da questi fu eletto vescovo di Ventimiglia, carica che ricoprì fino al 1587.

Episcopato

Eletto vescovo di Ventimiglia il 15 giugno 1484, non si hanno informazioni sulla sua consacrazione. Rassegnò le dimissioni dal governo pastorale il 5 marzo 1587. Fu uno dei guardiani del conclave del 1484, che vide l'elezione del suo protettore, Innocenzo VIII, che nell'agosto 1484 lo confermò quale suo Datarius, incarico che tenne fino al marzo 1489.

Per la sua gentilezza e la sua eloquenza fu chiamato "l'incantatore". Il 27 gennaio 1486 fu nominato vescovo di Orense, vescovado spagnolo che tenne sino alla morte.

Cardinalato

Innocenzo VIII lo creò cardinale nel concistoro del 9 marzo 1489 con il titolo presbiterale di sant'Anastasia che tenne sino al 20 settembre 1493. Dalla sua nomina cardinalizia ottenne in commendam anche il titolo di santa Prassede, divenendone titolare dopo aver mutato titolo cardinalizio.

Accompagnò il Papa a Ostia dal 15 al 18 novembre 1489. Ottenne la commenda del monastero benedettino di Notre-Dame-en-Saint-Melaine a Redon, Arcidiocesi di Rennes, il 20 agosto 1490, da cui si dimise il 31 agosto 1497. Si dimise dalla commenda del monastero Cluniancese di Lézat, diocesi di Rieux, il 20 dicembre 1490 e di quella del monastero della Isle di Sainte-Colombe, il 22 giugno 1491. Il 19 agosto 1491 ebbe in amministrazione il vescovato di Tournai che tenne fino al 21 maggio 1494 e poi quello di Pamplona, che tenne fino alla morte. Nominato vescovo di Lamego, il 26 marzo 1492, si dimise dall'incarico il 20 marzo 1493.

Partecipò al conclave del 1492, con l'elezione a papa di Alessandro VI. camerlengo del Sacro Collegio Cardinalizio dall'8 febbraio 1493 fino al marzo 1494, nel mese di marzo 1495 sostituì per alcuni giorni il camerlengo del Sacro Collegio Cardinalizio, cardinale Giovanni Battista Orsini. Fu amministratore apostolico della sede di Lectoure, dal 21 marzo 1494 fino a giugno 1498.

Nel concistoro segreto dell'11 maggio 1495 fu nominato legato a latere a Napoli e quando il pontefice, per paura di Carlo VIII di Francia, che era sceso a Roma, se ne fuggì ad Orvieto, il Pallavicini rimase a Roma come suo legato per governare la città e ricevere il re francese. Il cardinale accolse il re il 1º giugno e gli offrì l'ospitalità del Palazzo Apostolico, ma il re preferì alloggiare nel palazzo del cardinale Domenico Della Rovere a Borgo fino a quando lasciò la città l'8 giugno.

In quel periodo fu commendatario di molti benefici ecclesiastici in Francia, Spagna e Portogallo. Nel 1502 prese parte ai due conclavi che videro l'elezione di Pio III e pochi giorni dopo quella di Giulio II. In entrambi il suo nome fu tra i papabili. Il 10 aprile 1503 ha optato per la sede suburbicaria di Frascati, mantenendo in commendam il titolo cardinalizio di santa Prassede fino al 1º luglio 1504.

Il 22 dicembre 1503 assunse la sede suburbicaria di Palestrina. Il 5 maggio 1507 fu nominato legato a latere insieme al cardinale Achille Grassi presso il re Luigi XII di Francia; il 19 maggio si imbarcò per Genova, il 10 giugno incontrò il re a Milano e il 25 giugno a Savona assistette all'incontro tra il re francese e Ferdinando il Cattolico, re di Spagna, per formare la lega contro Venezia. Ripartì per Roma il 7 luglio e il 18 agosto presentò un resoconto completo della sua missione in concistoro.

Morte

Morì poche settimane dopo a Roma, il 10 settembre 1507 e fu inizialmente sepolto nella cappella che aveva fatto costruire nella basilica patriarcale vaticana. Nel 1596, a causa della demolizione della cappella, le sue spoglie furono trasferite dai nipoti nella cappelle di San Giovanni Battista, all'interno della Basilica di Santa Maria del Popolo di Roma.

Successione degli incarichi

Predecessore: Vescovo di Ventimiglia Successore: BishopCoA PioM.svg
Jean Battista de Judicibus de Finario[1] 15 giugno 1484-27 gennaio 1486 Alesandro de Campo Fregoso[2] I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Jean Battista de Judicibus de Finario[1] {{{data}}} Alesandro de Campo Fregoso[2]
Predecessore: Datario di Sua Santità Successore: Emblem Holy See.svg
Ardicino della Porta iuniore 1º agosto 1484-9 marzo 1489 Juan López I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Ardicino della Porta iuniore {{{data}}} Juan López
Predecessore: Vescovo di Orense Successore: BishopCoA PioM.svg
Diego de Fonseca[3] 27 gennaio 1486-10 settembre 1507 Pietro Isvalies I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Diego de Fonseca[3] {{{data}}} Pietro Isvalies
Predecessore: Cardinale presbitero di Sant'Anastasia Successore: CardinalCoA PioM.svg
Paolo Fregoso 23 marzo 1489-23 settembre 1493 John Morton I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Paolo Fregoso {{{data}}} John Morton
Predecessore: Cardinale presbitero di Santa Prassede Successore: CardinalCoA PioM.svg
Giovanni Arcimboldi 23 marzo 1489-1º luglio 1504
Titolo presbiterale in commendam fino al 20 settembre 1493
Titolo presbiterale in commendam dal 10 aprile 1503
Gabriele de' Gabrielli I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Giovanni Arcimboldi {{{data}}} Gabriele de' Gabrielli
Predecessore: Amministratore apostolico di Tournai Successore: BishopCoA PioM.svg
Jean Monissart[4] 19 agosto 1491-20 dicembre 497 Guido, O.S.B.[5] I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Jean Monissart[4] {{{data}}} Guido, O.S.B.[5]
Predecessore: Vescovo di Lamego Successore: BishopCoA PioM.svg
Gomes de Miranda[6] 21 novembre 1492-30 marzo 1493 Fernando Coutinho[7] I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Gomes de Miranda[6] {{{data}}} Fernando Coutinho[7]
Predecessore: Amministratore apostolico di Pamplona Successore: BishopCoA PioM.svg
Cesare Borgia
(vescovo)
31 agosto 1492-11 settembre 1507 Fazio Giovanni Santori I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Cesare Borgia
(vescovo)
{{{data}}} Fazio Giovanni Santori
Predecessore: Camerlengo del Collegio Cardinalizio Successore: Emblem Holy See.svg
Lorenzo Cybo de Mari 8 febbraio 1493-8 febbraio 1494 Giovanni Battista Orsini I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Lorenzo Cybo de Mari {{{data}}} Giovanni Battista Orsini
Predecessore: Amministratore apostolico di Lectoure Successore: BishopCoA PioM.svg
Pierre d'Abzac[8], O.S.B.
(vescovo)
21 maggio 1494-25 giugno 1498 Louis Pot
(vescovo)
I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Pierre d'Abzac[8], O.S.B.
(vescovo)
{{{data}}} Louis Pot
(vescovo)
Predecessore: Cardinale vescovo di Frascati Successore: CardinalCoA PioM.svg
Jorge da Costa 10 aprile - 22 dicembre 1503 Giovanni Antonio Sangiorgio I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Jorge da Costa {{{data}}} Giovanni Antonio Sangiorgio
Predecessore: Cardinale vescovo di Palestrina Successore: CardinalCoA PioM.svg
Lorenzo Cybo de Mari 22 dicembre 1503-10 settembre 1507 Giovanni Antonio Sangiorgio I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Lorenzo Cybo de Mari {{{data}}} Giovanni Antonio Sangiorgio
Predecessore: Cardinale presbitero di Santo Stefano al Monte Celio
(titolo presbiterale in commendam)
Successore: CardinalCoA PioM.svg
Jaime de Casanova 1º luglio 1504-1º dicembre 1505 Antonio Trivulzio, C.R.S. Ant. I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Jaime de Casanova {{{data}}} Antonio Trivulzio, C.R.S. Ant.
Note
  1. cfr. Archbishop Jean Battista de Judicibus de Finario † su catholic-hierarchy.org. URL consultato il 29-06-2020
  2. cfr. Bishop Alesandro de Campo Fregoso † su catholic-hierarchy.org. URL consultato il 29-06-2020
  3. cfr. Bishop Diego de Fonseca † su catholic-hierarchy.org. URL consultato il 29-06-2020
  4. cfr. Bishop Jean Monissart † su catholic-hierarchy.org. URL consultato il 29-06-2020
  5. cfr. Bishop Guido, O.S.B. † su catholic-hierarchy.org. URL consultato il 29-06-2020
  6. cfr. Bishop Gomes de Miranda † su catholic-hierarchy.org. URL consultato il 29-06-2020
  7. cfr. Bishop Fernando Coutinho † su catholic-hierarchy.org. URL consultato il 29-06-2020
  8. cfr. Archbishop Pierre d'Abzac, O.S.B. † su catholic-hierarchy.org. URL consultato il 29-06-2020
Voci correlate

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.