Gabriel-Marie Garrone

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Gabriel-Marie Garrone
Stemma card. Garrone.jpg
Cardinale
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo
ERRORE in "fase canonizz"
{{{note}}}

Cardinale Garrone.jpg

Omne bonum a patre
Titolo cardinalizio
Incarichi attuali
Età alla morte 92 anni
Nascita Aix-les-Bains
12 ottobre 1901
Morte Roma
15 gennaio 1994
Sepoltura Pontificio cimitero francese
Appartenenza Arcidiocesi di Chambéry
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale 11 aprile 1925
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo {{{nominato}}}
nominato arcivescovo 24 aprile 1947 da papa Pio XII
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile
Consacrazione vescovile 24 giugno 1947 dall'arcivescovo Emile Maurice Guerry
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo
Elevazione a Patriarca
Elevazione ad Arcieparca
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
Creazione
a Cardinale
26 giugno 1967 da Paolo VI (vedi)
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Opposto a {{{Opposto a}}}
Sostenuto da {{{Sostenuto da}}}
Scomunicato da
Riammesso da da
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede
Successore
Nome completo {{{nome completo}}}
Trattamento {{{trattamento}}}
Onorificenze
Nome templare {{{nome templare}}}
Nomi postumi
Altri titoli
Casa reale {{{casa reale}}}
Dinastia {{{dinastia}}}
Padre {{{padre}}}
Madre {{{madre}}}
Coniuge

{{{coniuge 1}}}

Consorte

Consorte di

Figli
Religione {{{religione}}}
Firma [[File:{{{firma}}}|150x150px]]
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda

Gabriel-Marie Garrone (Aix-les-Bains, 12 ottobre 1901; † Roma, 15 gennaio 1994) è stato un cardinale e arcivescovo francese.

Cenni biografici

Nato ad Aix-les-Bains, Arcidiocesi di Chambéry, in Francia, il padre era un modesto artigiano e sarto di origine italiana. Uno dei suoi due fratelli, Louis, era direttore della École des Roches. Nella sua giovinezza è stato un appassionato scalatore.

Formazione

Ha studiato presso il Pontificio Seminario Francese di Roma e la Pontificia Università Gregoriana.

Ordinato presbitero l'11 aprile 1925, docente presso il Seminario Minore di Chambéry, 1925-1926, del Seminario Maggiore di Chambéry, 1926-1939, ministero pastorale nella Diocesi di Chambéry, 1926-1939. Ha prestato servizio nella 2^ Compagnia del 97° Reggimento di Fanteria degli Alpini, incorporato nell'11^ Armata con il grado di capitano durante la Seconda Guerra Mondiale, e ha affrontato cinque anni di prigionia, dal 1939 al 1945, dapprima nel campo disciplinare a Lubecca, quindi nel Oflag XVII A, campo di prigionia in Austria, assieme a 5.000 ufficiali francese. Rettore del Seminario Maggiore di Chambéry, 1945-1947.

Ministero episcopale

Eletto arcivescovo titolare di Lemno e nominato coadiutore di Tolosa, con diritto di successione, è stato consacrato il 24 aprile 1947 nella Cattedrale metropolitana di Chambéry, da Émile-Maurice Guerry, arcivescovo titolare di Acrida e coadiutore di Cambrai, assistito da Frédéric Duc, vescovo di Saint-Jean-de-Maurienne, e da Alfred Ancel, vescovo titolare di Mirina, ausiliare di Lione. Il suo motto episcopale era:Omne bonum a patre.

Succeduto nella sede metropolitana di Tolosa il 5 novembre 1956, ha partecipato al Concilio Vaticano II, 1962-1965. Pro-prefetto della Sacra Congregazione dei Seminari e delle Università degli Studi il 28 gennaio 1966, è stato trasferito nella sede titolare di Torri di Numidia, il 24 marzo 1966.

Cardinalato

Creato da Paolo VI cardinale presbitero nel Concistoro del 26 giugno 1967, ha ricevuto la Berretta rossa e il titolo di Santa Sabina il 29 giugno 1967. Prefetto della Sacra Congregazione per l'Educazione Cattolica e Gran cancelliere della Pontificia Università Gregoriana dal 17 gennaio 1968 fino al 15 gennaio 1980.

Ha partecipato alla Prima Assemblea Ordinaria del Sinodo dei Vescovi, in Vaticano, dal 29 settembre al 29 ottobre 1967, alla Prima Assemblea Straordinaria del Sinodo dei Vescovi dall'11 al 28 ottobre 1969, alla Seconda Assemblea Ordinaria del Sinodo dei Vescovi dal 30 settembre al 6 novembre 1971, alla Terza Assemblea Ordinaria del Sinodo dei Vescovi dal 27 settembre al 26 ottobre 1974.

Camerlengo del Sacro Collegio dei Cardinali dal 27 giugno 1977 fino al 30 giugno 1979. Ha preso parte alla Quarta Assemblea Ordinaria del Sinodo dei Vescovi dal 30 settembre al 29 ottobre 1977, al conclave del 25 e 26 agosto 1978 che ha eletto Papa Giovanni Paolo I e a quello dal 14 al 16 ottobre 1978 che ha eletto Papa Giovanni Paolo II.

Ha partecipato alla Prima Assemblea Plenaria del Sacro Collegio dei Cardinali dal 5 al 9 novembre 1979; ha rassegnato le dimissioni dalla Prefettura della Congregazione per l'Educazione Cattolica il 15 gennaio 1980. Ha perduto il diritto a partecipare al conclave quando ha raggiunto l'età di ottant'anni, il 12 ottobre 1981. Presidente del Pontificio Consiglio per la Cultura, il 20 maggio 1982, ha preso parte alla Seconda Assemblea Straordinaria del Sinodo dei Vescovi dal 24 novembre all' 8 dicembre 1985 e si è dimesso dalla presidenza del Pontificio Consiglio per la Cultura, il 19 aprile 1988.

Morte

Morto il 15 gennaio 1994, nella casa madre delle Piccole Sorelle dei Poveri in Piazza di San Pietro in Vincoli a Roma, è stato seppellito temporaneamente nel Cimitero del Campo Verano di Roma fino a quando, in conformità con il suo desiderio, i suoi resti sono stati trasferiti nella capellla del Pontificio Cimitero francese, dove sono stati reinterrati il 28 marzo 1996, sotto il pavimento della navata, dopo una Celebrazione Eucaristica presieduta dal Cardinale Roger Etchegaray.

Opere

Nella sua produzione letteraria, che conta più di cinquanta opere, articoli che superano i 2.000 e la collaborazione mensile per quaranta anni consecutivi fino al dicembre 1991 al Bollettino per le Religiose (Retraites), il punto centrale è sempre Cristo via, verità, vita; Gesù Eucaristia, il Dio con noi che ci trasforma in Lui per mediarlo ai fratelli.

Elenco non esaustivo delle opere

  • Foi et pédagogie, Tournai, Desclée 1950;
  • L'action catholique, son histoire, sa doctrine, son panorama, son destin, Fayard, 1958;
  • L'Eucharistie signe de Foi et source de vie, Tolosa, Ed. Apostolat de la prière 1961;
  • Pourquoi prier ?, Privat, 1962;
  • L'Eucharistie au secours de la Foi, Tournai, Desclée 1965;
  • Concile œcuménique Vatican II. Documents conciliaires, Le Centurion, 1965;
  • Le Concile: orientations, Les Éditions Ouvrières, 1966;
  • Que faut-il croire?, Desclée 1967;
  • Que faut-il croire?, Tournai, Desclée 1967;
  • Ce que croyait Thérèse de Lisieux, Mame, 1968;
  • Qu'est-ce que Dieu, Tournai, Desclée 1968;
  • Seigneur, dis moi ton Nom, Parigi, Ed. Fleurus 1968;
  • Ce que croyait Pascal, Mame, 1969;
  • Qu'est-ce que Dieu?, 2° éd., Desclée, 1969;
  • Le goût du pain: Comment l'Eucharistie façonne les âmes, Tolosa 1970;
  • L'Église: 1965-1972, Le Centurion, 1972;
  • La Foi, Le Centurion, 1973;
  • Pour vous qui suis-je?, Tournai, Desclée 1975;
  • Les prêtres, Éditions Universitaires, 1975;
  • Aller jusqu'à Dieu, Parigi, Ed. Centurion 1975;
  • Nôtre foi tout entière, Parigi, Ed. Saint Paul 1977
  • Parole et Eucharistie, Parigi, Ed. Beauchesne 1977;
  • Marie, hier et aujourd'hui, Le Centurion, 1977;
  • Ce que croyait Anne-Marie Javouhey, Mame, 1979;
  • Je suis le chemin, la clé de la morale chrétienne, Le Centurion, 1981;
  • La Communion fraternelle: la dernière volonté du Seigneur, Parigi, Ed. S.O.S. 1985;
  • Dans la perspective d'une présentation sommaire et ordonnée de la Foi Pour une catéchése renouvelée, Tardy, Droguet-Ardant 1986.

Genealogia episcopale

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi la voce genealogia episcopale

Successione degli incarichi

Predecessore: Arcivescovo titolare di Lemno Successore: Archbishop CoA PioM.svg
Pasquale Gagliardi 24 aprile 1947 - 5 novembre 1956 William Thomas Porter, S.M.A. I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Pasquale Gagliardi {{{data}}} William Thomas Porter, S.M.A.
Predecessore: Arcivescovo metropolita di Tolosa Successore: ArchbishopPallium PioM.svg
Jules-Géraud Saliège 5 novembre 1956 - 5 marzo 1966 Louis-Jean-Frédéric Guyot I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Jules-Géraud Saliège {{{data}}} Louis-Jean-Frédéric Guyot
Predecessore: Arcivescovo titolare di Torri di Numidia
(pro hac vice titolo arcivescovile)
Successore: Archbishop CoA PioM.svg
- 5 marzo 1966 - 26 giugno 1967 Salvatore Di Salvo I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
- {{{data}}} Salvatore Di Salvo
Predecessore: Pro-prefetto della Congregazione per i Seminari e le Università degli Studi Successore: Emblem Holy See.svg
Giuseppe Pizzardo 28 gennaio 1966 - 15 agosto 1967 - I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Giuseppe Pizzardo {{{data}}} -
Predecessore: Pro-prefetto della Congregazione per l'Istruzione Cattolica Successore: Emblem Holy See.svg
- 15 agosto 1967 - 17 gennaio 1968 se stesso come prefetto I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
- {{{data}}} se stesso come prefetto
Predecessore: Cardinale presbitero di Santa Sabina Successore: CardinalCoA PioM.svg
Ernesto Ruffini 26 giugno 1967 - 15 gennaio 1994 Jozef Tomko I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Ernesto Ruffini {{{data}}} Jozef Tomko
Predecessore: Prefetto della Congregazione per l'Istruzione Cattolica Successore: Emblem Holy See.svg
se stesso come pro-prefetto 17 gennaio 1968 - 15 gennaio 1980 William Wakefield Baum I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
se stesso come pro-prefetto {{{data}}} William Wakefield Baum
Predecessore: Gran Cancelliere della Pontificia Università Gregoriana Successore: Estemma UniGreg.png
Giuseppe Pizzardo 17 gennaio 1968 - 15 gennaio 1980 William Wakefield Baum I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Giuseppe Pizzardo {{{data}}} William Wakefield Baum
Predecessore: Camerlengo del Collegio Cardinalizio Successore: Emblem Holy See.svg
Agnelo Rossi 27 giugno 1977 - 30 giugno 1979 Egidio Vagnozzi I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Agnelo Rossi {{{data}}} Egidio Vagnozzi
Predecessore: Presidente del Pontificio Consiglio della Cultura Successore: Emblem Holy See.svg
- 20 maggio 1982 - 19 aprile 1988 Paul Poupard I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
- {{{data}}} Paul Poupard
Voci correlate
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.