Ernesto Ruffini

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Ernesto Ruffini
Cardinale
Coat of arms of Ernesto Ruffini.svg
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo
ERRORE in "fase canonizz"
{{{note}}}
Firmiter Stat

Cardinale Ruffini.jpg

Titolo cardinalizio
Incarichi attuali
Età alla morte 79 anni
Nascita San Benedetto Po
19 gennaio 1888
Morte Palermo
11 giugno 1967
Sepoltura Chiesa della Madonna dei Rimedi (Palermo)
Appartenenza Diocesi di Mantova
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale Mantova, 10 luglio 1910 dal vescovo Paolo Carlo Francesco Origo
Nominato Abate {{{nominatoAB}}}
Nominato amministratore apostolico {{{nominatoAA}}}
Nominato vescovo {{{nominato}}}
Nominato arcivescovo 11 ottobre 1945 da papa Pio XII
Nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
Nominato patriarca {{{nominatoP}}}
Nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile
Consacrazione vescovile Chiesa di Sant'Ignazio di Loyola in Campo Marzio (Roma), 8 dicembre 1945 dal cardinale Giuseppe Pizzardo
Elevazione ad Arcivescovo
Elevazione a Patriarca
Elevazione ad Arcieparca
Creazione
a Cardinale
Creazione
a Cardinale
18 febbraio 1946 da Pio XII (vedi)
Cardinale per
Cardinale per 21 anni, 3 mesi e 21 giorni
Cardinale elettore
Incarichi ricoperti
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Opposto a {{{Opposto a}}}
Sostenuto da {{{Sostenuto da}}}
Scomunicato da
Riammesso da da
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Durata del
pontificato
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato

Ordinazioni

Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
[[File:|100px|Stemma]]
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede
Successore
Nome completo {{{nome completo}}}
Trattamento {{{trattamento}}}
Onorificenze
Nome templare {{{nome templare}}}
Nomi postumi
Altri titoli
Casa reale {{{casa reale}}}
Dinastia {{{dinastia}}}
Padre {{{padre}}}
Madre {{{madre}}}
Coniuge

{{{coniuge 1}}}

Consorte

Consorte di

Figli
Religione {{{religione}}}
Firma [[File:{{{firma}}}|150x150px]]
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda
Invito all'ascolto
Firma autografa
[[File:{{{FirmaAutografa}}}|250px]]

Ernesto Ruffini (San Benedetto Po, 19 gennaio 1888; † Palermo, 11 giugno 1967) è stato un cardinale, arcivescovo e biblista italiano.

Cenni biografici

Nato a San Benedetto Po, diocesi di Mantova, era il quinto degli otto figli di Giovanni Ruffini e Domenica Gentilini. È stato battezzato il 22 febbraio 1888 e ha ricevuto il sacramento della Cresima il 30 maggio 1896 e la prima comunione la Domenica delle Palme del 1898.

Formazione e carriera ecclesiastica

Ha studiato al Seminario di Mantova dal 1898 al 1910 e ha preso il voto di castità nel 1902, rinnovando il voto in perpetuo, con il consenso del suo Direttore spirituale, il 21 giugno 1904. Ha poi studiato presso la Pontificia Facoltà Teologica dell'Italia Settentrionale di Milano (licenza in teologia) il 17 settembre 1910. Ha risieduto presso il Collegio Leoniano di Roma, 1910-1913; in questo periodo il suo direttore spirituale è stato monsignor Vincenzo Tarozzi, futuro servo di Dio; presso la Pontificia Università San Tommaso d'Aquino di Roma (licenza in filosofia il 19 gennaio 1911) e al Pontificio Istituto Biblico di Roma (diploma di insegnamento di Scienze Bibliche, estate 1913).

Ordinato sacerdote il 10 luglio 1910 nella Cappella dell'Incoronata della cattedrale di Mantova, da Paolo Carlo Origo, vescovo di Mantova. Ulteriori studi, 1910-1913. Ha partecipato al primo viaggio di studio in Terra Santa organizzato dal Pontificio Istituto Biblico di Roma, dal 6 al 15 novembre 1913. Docente del Pontificio Ateneo del Pontificio Seminario Romano Maggiore di Roma, 1913-1930. Membro della Facoltà della Pontificia Università Urbaniana, 1917-1929.

Nel 1924 è stato nominato Delegato diocesano per Roma dell' Unione Missionaria del Clero; esaminatore del clero romano e sostituto della censura dei libri nella Suprema Congregazione del Sant'Uffizio. Prelato domestico di Sua Santità il 1º marzo 1927. Nominato da papa Pio XI Segretario della Congregazione dei Seminari e delle Università il 28 ottobre 1928, come consultore della Sacra Congregazione concistoriale, ha preparato la riforma degli studi, poi culminata nella costituzione apostolica Deus scientiarum Dominus il 24 maggio 1931.

Prefetto degli studi del Pontificio Ateneo Lateranense, 1930 e suo rettore magnifico, 1931-1932. Protonotario apostolico, il 15 giugno 1931. Presidente dell'Accademia dell'Immacolata Concezione della Beata Vergine Maria di Roma. Membro della delegazione pontificia al Congresso Eucaristico Internazionale celebrato a Buenos Aires, Argentina nel 1934. Fondatore dell'Unione Medico-Biologica "San Luca" di Roma, 1944.

Episcopato

Eletto arcivescovo di Palermo l'11 ottobre 1945, è stato consacrato l'8 dicembre 1945 nella Chiesa di Sant'Ignazio di Loyola in Campo Marzio di Roma, dal cardinale Giuseppe Pizzardo, prefetto della Congregazione per i Seminari e le Università, coadiuvato da Francesco Borgongini Duca, arcivescovo titolare di Eraclea di Europa, nunzio in Italia, e da Domenico Menna, vescovo di Mantova. Il suo motto episcopale era: Firmiter stat.

Cardinalato

Creato cardinale presbitero nel concistoro del 18 febbraio 1946, ha ricevuto il cappello rosso e il titolo di Santa Sabina il 22 febbraio 1946. Amministratore apostolico dell'eparchia di Piana degli Albanesi, il 3 gennaio 1947; Amministratore apostolico, sede vacante, di Trapani, dall'8 aprile al 10 novembre 1947 e ancora dal 17 dicembre 1950. Amministratore apostolico, sede vacante, di Mazara del Vallo, il 18 agosto 1948. Legato pontificio al Congresso Eucaristico Nazionale e al Congresso delle Vocazioni Sacerdotali a Rosario, Argentina, il 6 settembre 1950.

Ha ricevuto un dottorato, honoris causa, in giurisprudenza presso l'Università di Buenos Aires. Legato Pontificio al Secondo Consiglio Plenario della Sicilia a Palermo, il 20 dicembre 1951. Durante questo periodo, si è prodigato di continuo per la costruzione di centri di assistenza familiare, scuole materne ed elementari, ambulatori per ammalati poveri, villaggi per i senzatetto e per gli anziani, oratori arcivescovili, frequentati da migliaia di fanciulli che là si istruivano.

Ha fatto nascere un centro di orientamento professionale e dei centri sociali nelle aree più depresse della città; ha creato anche il Villaggio dell'Ospitalità, dove hanno trovato asilo 80 nuclei familiari e La Casa della Gioia per i bambini deperiti, con 5 classi elementari. Fondatore degli Assistenti Sociali Missionari il 25 marzo 1954; ha conseguito il dottorato, honoris causa, in Filosofia dall'Università di Palermo il 9 giugno 1956. Ha partecipato al conclave del 1958 che ha eletto papa Giovanni XXIII. Ha partecipato al Concilio Vaticano II, 1962-1965; membro del consiglio di presidenza, 1962-1965. Ha preso parte al conclave del 1963 che ha eletto papa Paolo VI. Cittadino onorario di Palermo, il 4 novembre 1964.

Morte

Morto domenica 11 giugno 1967, inaspettatamente, di infarto, dopo aver votato alle elezioni regionali e mentre si preparava a celebrare la messa a Bonagia, una delle zone più povere di Palermo, ha ricevuto gli ultimi riti. Lunedì 12 giugno, alle 20, la salma è stata deposta in una bara di zinco, che è stata riposta all'interno di un'altra di mogano; secondo la sua volontà, all'interno della bara è stata posta una Bibbia; nella bara è stato anche collocato un tubo di piombo contenente un elogio ed è stata esposta nel palazzo arcivescovile di Palermo. I funerali, celebrati da Filippo Aglialoro, vescovo titolare di Germa di Galazia, ausiliare e vicario generale di Palermo, si sono svolti nella cattedrale metropolitana di Palermo martedì 13 giugno, alle ore 17,30.

Il cardinale Ermenegildo Florit, arcivescovo di Firenze, ha impartito l'ultima assoluzione; erano presenti venti arcivescovi e vescovi, oltre al sindaco e consiglieri di Palermo e altre autorità civili. Sepolto, per sua volontà, accanto all'altare della Madonna, sul lato sinistro, nel santuario della "Madonna dei Rimedi" di Palermo.

Genealogia episcopale

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi la voce genealogia episcopale

Successione degli incarichi

Predecessore: Segretario della Sacra Congregazione per i Seminari e le Università degli Studi Successore: Emblem Holy See.svg
Giacomo Sinibaldi 28 ottobre 192811 ottobre 1945 Giuseppe Rossino I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Giacomo Sinibaldi {{{data}}} Giuseppe Rossino
Predecessore: Arcivescovo metropolita di Palermo Successore: ArchbishopPallium PioM.svg
Luigi Lavitrano 11 ottobre 194511 giugno 1967 Francesco Carpino I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Luigi Lavitrano {{{data}}} Francesco Carpino
Predecessore: Primate di Sicilia Successore: PrimateNonCardinal PioM.svg
Luigi Lavitrano 11 ottobre 194511 giugno 1967 Francesco Carpino I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Luigi Lavitrano {{{data}}} Francesco Carpino
Predecessore: Cardinale presbitero di Santa Sabina Successore: CardinalCoA PioM.svg
Francisco de Asís Vidal y Barraquer 22 febbraio 194611 giugno 1967 Gabriel-Marie Garrone I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Francisco de Asís Vidal y Barraquer {{{data}}} Gabriel-Marie Garrone
Predecessore: Amministratore apostolico di Piana degli Albanesi Successore: BishopCoA PioM.svg
Luigi Lavitrano
(amministratore apostolico)
3 gennaio 194711 giugno 1967 Giuseppe Perniciaro
(eparca)
I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Luigi Lavitrano
(amministratore apostolico)
{{{data}}} Giuseppe Perniciaro
(eparca)
Voci correlate