Ludovico Micara

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Ludovico Micara, O.F.M. Cap.
MICARA LUDOVICO.jpeg
Cardinale
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo Ferdinando Maria Agostino
ERRORE in "fase canonizz"

Card. Ludovico Micara.jpeg

'
Titolo cardinalizio
Età alla morte 74 anni
Nascita Frascati
12 ottobre 1772 , o 28 agosto
Morte Roma
24 maggio 1847
Sepoltura chiesa di santa Maria della santissima Concezione, Roma
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione 25 ottobre 1794
Professione religiosa [[]]
Ordinato diacono
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale
Ordinazione presbiterale dicembre 1798
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo 2 ottobre 1837
nominato arcivescovo
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile
Consacrazione vescovile 15 ottobre 1837 dal cardinale Bartolomeo Pacca
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo
Elevazione a Patriarca
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
Creazione
a Cardinale
13 marzo 1826 da Leone XII (20 dicembre 1824 in pectore) (vedi)
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda

Ludovico Micara, al secolo Ferdinando Maria Agostino (Frascati, 12 ottobre 1772, o 28 agosto; † Roma, 24 maggio 1847) è stato un cardinale e ministro generale italiano.

Cenni biografici

Nacque a Frascati il 28 agosto 1775 (Moroni indica il 12 ottobre), terzogenito dei sette figli di Giovanni Filippo e Gaetana nata Lucidi. Fu battezzato il giorno seguente dallo zio arciprete, con i nomi di Ferdinando Maria Agostino.

Studiò da prima presso i padri scolopi e poi nel seminario di Frascati, dove ebbe come maestro per la filosofia l'abate Marco Mastrofini. Terminati gli studi 25 ottobre 1794 entrò nell'Ordine dei frati minori cappuccini, presso il noviziato della provincia romana a Rieti. Da Rieti si recò a Roma per il corso di teologia, dimorando presso il convento della Santissima Concezione. Nel 1798, con l'invasione francese e la proclamazione della Repubblica Romana, fu inviato a Napoli, dove terminò la sua formazione. Il convento di Sant'Efrem lo ospitò e in quella città, nel dicembre del 1798, ricevette l'ordinazione sacerdotale.

Dopo la caduta del governo napoleonico e il ritorno del neo eletto papa Pio VII, fra Ludovico, dal 1802 al 1804 fu professore nel seminario di Sezze, poi insegnò filosofia e teologia nei vari collegi del suo Ordine. Nel 1810, anno della dispersione degli ordini e delle congregazioni religiose voluta da Napoleone, assunse l'ufficio di arciprete della cattedrale di Frascati, sostituendo il parroco, mandato in esilio. In quel periodo subì pure varie carcerazioni.

Caduto Napoleone, fra Ludovico indossò nuovamente l'abito conventuale, dedicandosi allo studio dei Padri della Chiesa e delle Sacre Scritture. Dal 1814 fu frate predicatore per volere dei suoi superiori e fu nominato lettore presso il convento cappuccino di Albano. Nel 1817 entrò al servizio della Curia romana in qualità di consultore della Congregazione per le indulgenze e le sacre reliquie.

Nel 1819 fu ministro provinciale e l'anno seguente Pio VII lo volle predicatore apostolico, in sostituzione del dimissionario pare Giuseppe Maria da Pescia:[1] incarico che padre Ludovico svolse anche sotto Leone XII. In quel periodo Pio VII gli propose la nomina ad arcivescovo e visitatore apostolico nelle missioni del Tibet, ma egli declinò l'offerta.

Papa Leone XII lo eleva al rango di cardinale nel concistoro del 20 dicembre 1824 riservandolo in pectore, nomina pubblicata nel concistoro del 13 marzo 1826. Chiese ed ottiene di non indossare la porpora e di continuare a portare il saio francescano. Ricevette la berretta rossa, tre giorni dopo il 3 luglio il titolo di cardinale presbitero dei Santi Quattro Coronati. Fu ascritto alle sacre congregazioni dell'Indice, della disciplina dei regolari, dell'esame dei vescovi in Sacra Teologia, degli affari ecclesiastici straordinari e dei vescovi e regolari.

Diviene presidente della deputazione permanente del Conservatorio di Roma. Prese parte al conclave del 1829, che vide eletto papa Pio VIII e a quello del 1830-1831, con l'elezione di Gregorio XVI.

Viene nominato cardinale vescovo della sua città natale nel 1837. Fu consacrato il 15 ottobre nella cattedrale di Frascati, dal cardinale Bartolomeo Pacca assistito dal patriarca latino di Costantinopoli mons. Giovanni Soglia e dal patriarca titolare dei latini di Antiochia, mons. Antonio Luigi Piatti (Ch).

Nel 1843 fu per un breve periodo prefetto della Congregazione dei Riti e l'anno seguente lasciò quella carica per la prefettura della Congregazione delle Cerimonie. Divenuto decano del Collegio cardinalizio, lasciò la sede di Frascati per assumere quella di Ostia.

Morì il 24 maggio 1847, fu sepolto nella chiesa del suo Ordine di santa Maria della santissima Concezione.

Genealogia episcopale


Predecessore: Ministro generale dell'Ordine dei Frati Minori Cappuccini Successore: Francescocoa.png
Francisco de Solchaga 9 marzo 1824 - 9 marzo 1830 Juan de Valencia I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Francisco de Solchaga {{{data}}} Juan de Valencia
Predecessore: Cardinale presbitero dei Santi Quattro Coronati Successore: CardinalCoA PioM.svg
Cristoforo Migazzi 16 marzo 1826 - 2 ottobre 1837 Giovanni Soglia Ceroni I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Cristoforo Migazzi {{{data}}} Giovanni Soglia Ceroni
Predecessore: Cardinale vescovo di Frascati Successore: CardinalCoA PioM.svg
Emmanuele De Gregorio 2 ottobre 1837 - 17 giugno 1844 Mario Mattei I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Emmanuele De Gregorio {{{data}}} Mario Mattei
Predecessore: Prefetto della Congregazione dei Riti Successore: Emblem Holy See.svg
Carlo Maria Pedicini 28 novembre 1843 - 1º maggio 1844 Luigi Lambruschini, B. I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Carlo Maria Pedicini {{{data}}} Luigi Lambruschini, B.
Predecessore: Prefetto della Congregazione del Cerimoniale Successore: Emblem Holy See.svg
Bartolomeo Pacca 1º maggio 1844 - 24 maggio 1847 Luigi Amat di San Filippo e Sorso I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Bartolomeo Pacca {{{data}}} Luigi Amat di San Filippo e Sorso
Predecessore: Cardinale protettore dell'Almo Collegio Capranica Successore: EE-07 Angelo Capranica0001.jpg
Bartolomeo Pacca 19 aprile 1845 - 24 maggio 1847 Ludovico Altieri I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Bartolomeo Pacca {{{data}}} Ludovico Altieri
Predecessore: Cardinale vescovo di Ostia e Velletri Successore: CardinalCoA PioM.svg
Bartolomeo Pacca 17 giugno 1844 - 24 maggio 1847 Vincenzo Macchi I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Bartolomeo Pacca {{{data}}} Vincenzo Macchi
Predecessore: Decano del Collegio Cardinalizio Successore: Pavillon pontifical.png
Bartolomeo Pacca 17 giugno 1844 - 24 maggio 1847 Vincenzo Macchi I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Bartolomeo Pacca {{{data}}} Vincenzo Macchi
Note
  1. Sigismondo da Venezia Biografia serafica degli uomini illustri: che fiorirono nel Francescano ... GIUSEPPE MARIA da Pesia
Bibliografia
  • Giovanni Castaldo Dizionario Biografico degli Italiani, vol. 74, (2010) online

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.