Mario Mattei

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Mario Mattei
Stemma Mario Mattei.jpg
Cardinale
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
ERRORE in "fase canonizz"

Mario Mattei.jpg

'
Titolo cardinalizio
Età alla morte 78 anni
Nascita Pergola
6 settembre 1792
Morte Roma
7 ottobre 1870
Sepoltura Basilica di San Pietro in Vaticano
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale 1817
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo 17 giugno 1844 da papa Gregorio XVI
nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile 23 giugno 1844 dal cardinale Vincenzo Macchi
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo {{{elevato}}}
Elevazione a Patriarca
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
Creazione
a Cardinale
2 luglio 1832 da Gregorio XVI (vedi)
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda

Mario Mattei (Pergola, 6 settembre 1792; † Roma, 7 ottobre 1870) è stato un cardinale e vescovo italiano.

Cenni biografici

Mario nacque il 6 settembre 1792 a Pergola, Delegazione di Urbino e Pesaro, figlio del conte Marco Mattei e della moglie Francesca nata Orsini Bianchi. Nacque nella stessa cittadina delle Marche da cui provenivano gli antenati del cardinale Antonelli. La famiglia paterna, i Mattei-Baldini, originaria di Gubbio, aveva acquisito nel 1740 il titolo comitale. La famiglia materna apparteneva a un ramo minore degli Orsini.

Studi

Come cadetto fu destinato alla carriera ecclesiastica. Studiò a Roma dapprima presso il Collegio Ghislieri, poi al Seminario Romano. Dal 1810 al 1812 studiò diplomazia presso la Pontificia Accademia Ecclesiastica infine alla Sapienza, dove si addottorò in utroque iure nel 1816. Mattei ricevette l'ordinazione sacerdotale nel 1817.

Curia romana

Dal 1828 alla nomina cardinalizia fu Tesoriere generale della Camera Apostolica. Il difficile momento finanziario in cui si trovava lo Stato Pontificio e la sua inesperienza non gli permisero di affrontare al meglio i gravi problemi finanziari pontifici. Si fece accordare dai banchieri Rotschild di Parigi prestiti maggiori di quanto necessitasse lo Stato e la situazione finanziaria generale anziché migliorare peggiorò.

Fu molto apprezzato da papa Pio VIII, marchigiano come lui, che lo nominò suo esecutore testamentario.

Cardinalato

Papa Gregorio XVI lo creò cardinale nel concistoro del 2 luglio 1832. Tre giorni dopo ricevette la berretta rossa e il 17 dicembre seguente il titolo della diaconia di Santa Maria in Aquiro. Fu Camerlengo del Sacro Collegio nell'anno 1834 - 1835, carica che ricoprirà nuovamente dal 1848 al 1850. Fu Prefetto Economico di Propaganda Fide (1837-1843), dal 1840 passò a Segretario di Stato per gli Affari Interni e l'anno seguente a prefetto della Congregazione della Consulta. Nel 1843 divenne arciprete della Basilica Vaticana e Prefetto della Reverenda Fabbrica di S. Pietro, cariche queste ultime che mantenne sino alla morte. Nel 1842 optò per il titolo presbiterale di santa Maria degli Angeli.

Episcopato

Nel 1844 divenne cardinale vescovo della sede suburbicaria di Frascati che tenne sino al 1854. Fu consacrato vescovo il 23 giugno 1844, nella basilica vaticana, dal cardinale Vicenzo Macchi assistito da Fabio Maria Asquini, allora patriarca titolare della sede latina di Costantinopoli e segretario della congregazione dei Vescovi e Regolari e da Ludovico Tevoli (Ch), arcivescovo titolare di Atene. Durante il suo vescovato riorganizzò il Monte di Pietà, con atto ufficiale e legale, posto sotto la sua autorità. Vi fece una visita pastorale la cui relazione porta la data dell'ottobre 1852.

Dopo la morte di Gregorio XVI prese parte al conclave del 1846 che vide l'elezione a papa del cardinale Giovanni Maria Mastai Ferretti, che prese il nome di Pio IX. Nel novembre 1848 il cardinal Mattei si rifugiò nel Regno delle Due Sicilie, mentre Pio IX si era rifugiato a Gaeta. Trovò alloggio a Sessa, poi rientrò a Roma in attesa del rientro stesso del Pontefice.

Nel 1854 passò alla sede suburbicaria di Porto-Santa Rufina che resse sino al 1860 quando, divenuto decano del Sacro Collegio, gli fu assegnata la sede suburbicaria di Ostia e Velletri, propria di quel titolo.

Dal 1854 al 1858 fu prefetto del Supremo Tribunale della Segnatura Apostolica per poi divenire Pro-Datario della Dataria Apostolica, carica che resse sino alla morte.

Morì a Roma il 7 ottobre 1870. I funerali si tennero nella Basilica di San Pietro in Vaticano nella cui sacrestia il Mattei, unico Cardinale del XIX secolo ad aver ricevuto tale privilegio, è ricordato da un cenotafio, opera dello scultore siciliano Giuseppe Prinzi, recante un breve inciso in lingua latina che lo ricorda come prudens et fidelis. Fu sepolto nella stessa Basilica.

Genealogia episcopale

Successione degli incarichi

Predecessore: Tesoriere generale della Camera Apostolica Successore: Emblem Holy See.svg
Belisario Cristaldi 15 dicembre 1828 - 2 luglio 1832 Giacomo Luigi Brignole I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Belisario Cristaldi {{{data}}} Giacomo Luigi Brignole
Predecessore: Cardinale diacono di Santa Maria in Aquiro Successore: CardinalCoA PioM.svg
Francesco Guidobono Cavalchini 17 dicembre 1832 - 22 luglio 1842 Domenico Savelli I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Francesco Guidobono Cavalchini {{{data}}} Domenico Savelli
Predecessore: Camerlengo del Collegio Cardinalizio Successore: Emblem Holy See.svg
Ludovico Gazzoli 20 gennaio 1834 - 6 aprile 1835 Nicola Grimaldi I

Castruccio Castracane degli Antelminelli 1848 - 1850 Giacomo Luigi Brignole II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Ludovico Gazzoli {{{data}}} Nicola Grimaldi
Predecessore: Prefetto della Sacra Consulta Successore: CardinalCoA PioM.svg
? 1841 - 1848 ? I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
? {{{data}}} ?
Predecessore: Cardinale presbitero di Santa Maria degli Angeli Successore: CardinalCoA PioM.svg
Giuseppe Morozzo Della Rocca 22 luglio 1842 - 17 giugno 1844 Domenico Carafa della Spina di Traetto I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Giuseppe Morozzo Della Rocca {{{data}}} Domenico Carafa della Spina di Traetto
Predecessore: Arciprete della Basilica di San Pietro in Vaticano Successore: StPetersDomePD.jpg
Giacomo Giustiniani 11 marzo 1848 - 7 ottobre 1870 Niccola Clarelli Parracciani I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Giacomo Giustiniani {{{data}}} Niccola Clarelli Parracciani
Predecessore: Prefetto della Fabbrica di San Pietro Successore: StPetersDomePD.jpg
Giacomo Giustiniani 11 marzo 1848 - 7 ottobre 1870 Niccola Clarelli Parracciani I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Giacomo Giustiniani {{{data}}} Niccola Clarelli Parracciani
Predecessore: Cardinale vescovo di Frascati Successore: CardinalCoA PioM.svg
Ludovico Micara, Sigla non trovata! verifica se è inserita qui. 17 giugno 1844 - 23 giugno 1854 Antonio Maria Cagiano de Azevedo I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Ludovico Micara, Sigla non trovata! verifica se è inserita qui. {{{data}}} Antonio Maria Cagiano de Azevedo
Predecessore: Cardinale vescovo di Porto e Santa Rufina Successore: CardinalCoA PioM.svg
Luigi Lambruschini, B. 23 giugno 1854 - 17 dicembre 1860 Costantino Patrizi Naro I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Luigi Lambruschini, B. {{{data}}} Costantino Patrizi Naro
Predecessore: Prefetto del Supremo Tribunale della Segnatura Apostolica Successore: Emblem Holy See.svg
Francesco Tiberi 4 luglio 1854 - 3 febbraio 1858 Pietro Marini I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Francesco Tiberi {{{data}}} Pietro Marini
Predecessore: Pro-Datario della Dataria Apostolica Successore: Emblem Holy See.svg
Ugo Pietro Spinola 3 febbraio 1858 - 7 ottobre 1870 Luigi Vannicelli Casoni I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Ugo Pietro Spinola {{{data}}} Luigi Vannicelli Casoni
Predecessore: Decano del Collegio Cardinalizio Successore: Pavillon pontifical.png
Vincenzo Macchi 30 settembre 1860 - 7 ottobre 1870 Costantino Patrizi Naro I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Vincenzo Macchi {{{data}}} Costantino Patrizi Naro
Predecessore: Cardinale vescovo di Ostia e Velletri Successore: CardinalCoA PioM.svg
Vincenzo Macchi 17 dicembre 1860 - 7 ottobre 1870 Costantino Patrizi Naro I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Vincenzo Macchi {{{data}}} Costantino Patrizi Naro
Predecessore: Governatore di Velletri Successore: Velletri-Stemma it.png
Vincenzo Macchi 17 dicembre 1860 - 20 settembre 1870 carica soppressa per incorporazione dello Stato Pontificio nel Regno d'Italia I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Vincenzo Macchi {{{data}}} carica soppressa per incorporazione dello Stato Pontificio nel Regno d'Italia

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.