Quirinio

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark

Quirinio (Lanuvio, ? - 21 d. C.; in latino Publius Sulpicius Quirinius, in greco Κυρίνιος, Kyrínios oppure Κυρήνιος, Kyrénios e, nell'adattamemto latino del greco, Cyrinos) fu un uomo politico romano, apprezzato comandante militare di Augusto. È menzionato nel vangelo dell'infanzia di Luca (2,2), che lo dice governatore della Siria all'epoca della nascita di Gesù.

Tratti biografici

Nato da umile famiglia, fu console nel 12 a. C.; condusse vittoriose spedizioni contro i Marmaridi d'Africa (ca. 15 a.C.), e sottomise gli Omonadensi (9-6 a. C. ca.), ottenendo gli ornamenti trionfali.

Augusto gli affidò il compito di consigliere di Gaio Cesare inviato in Oriente (1 d. C.), e nel 6 d. C. lo fece legato in Siria con l'incarico di organizzare la Giudea[1]: qui eseguì un censimento che è da distinguersi da quello ricordato nel Vangelo[2], il quale avvenne nel 9 o nell'8 a. C., quando Quirinio aveva probabilmente in Siria un potere straordinario connesso con la direzione della guerra contro gli Omonadensi. Di fatto ad oggi la questione non è ancora chiara.

Note
  1. La notizia è di Giuseppe Flavio, e secondo la Bibbia di Gerusalemme, nota a Lc 2,2, è da prendere con molta cautela.
  2. Cfr. Bibbia di Gerusalemme, nota a Lc 2,2.
Bibliografia
Voci correlate
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.