Giuseppe Andrea Bizzarri

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Giuseppe Andrea Bizzarri
Cardinale
Stemma Giuseppe Andrea Bizzarri.jpg
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo
ERRORE in "fase canonizz"
{{{note}}}
'

Giuseppe Andrea Bizzarri.png

{{{didascalia}}}
Titolo cardinalizio
Incarichi attuali
Età alla morte 75 anni
Nascita Paliano
11 maggio 1802
Morte Roma
26 agosto 1877
Sepoltura Roma
Appartenenza diocesi di Palestrina
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[]]
Ordinato diacono
Ordinazione presbiterale
Ordinazione presbiterale Roma, 18 dicembre 1824
Nominato Abate {{{nominatoAB}}}
Nominato amministratore apostolico {{{nominatoAA}}}
Nominato vescovo {{{nominato}}}
Nominato arcivescovo 30 novembre 1854 da Pio IX
Nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
Nominato patriarca {{{nominatoP}}}
Nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile chiesa di San Girolamo degli Schiavoni (Roma), 17 dicembre 1854 dal card. arc. Gabriele della Genga Sermattei
Elevazione ad Arcivescovo
Elevazione a Patriarca
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
16 marzo 1863 da Pio IX (vedi)
Cardinale per
Cardinale per 14 anni, 5 mesi e 10 giorni
Cardinale elettore
Incarichi ricoperti
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Opposto a {{{Opposto a}}}
Sostenuto da {{{Sostenuto da}}}
Scomunicato da
Riammesso da da
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Durata del
pontificato
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato


Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
[[File:|100px|Stemma]]
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede
Successore
Nome completo {{{nome completo}}}
Trattamento {{{trattamento}}}
Onorificenze
Nome templare {{{nome templare}}}
Nomi postumi
Altri titoli
Casa reale {{{casa reale}}}
Dinastia {{{dinastia}}}
Padre {{{padre}}}
Madre {{{madre}}}
Coniuge

{{{coniuge 1}}}

Consorte

Consorte di

Figli
Religione {{{religione}}}
Firma [[File:{{{firma}}}|150x150px]]
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda
Invito all'ascolto
Firma autografa
[[File:{{{FirmaAutografa}}}|250px]]

Giuseppe Andrea Bizzarri (Paliano, 11 maggio 1802; † Roma, 26 agosto 1877) è stato un arcivescovo e cardinale italiano.

Biografia

Nacque il 11 maggio 1802 a Paliano, diocesi di Palestrina in una nobile famiglia da Gonfaloniero Gregorio Bizzarri.

La formazione e il ministero sacerdotale

Entrato nel seminario di Palestrina, proseguì gli studi all'Archiginnasio di Roma, dove ottenne il dottorato in filosofia e teologia il 12 luglio 1824. Fu ordinato presbitero il 13 dicembre 1824 a Roma. Esercitò come Archivista della Penitenzieria Apostolica dal 1829 e scritturale dal 1832 al 1836. Nominato cameriere d'onore in abito paonazzo il 1832, fu sottosegretario della Sacra Congregazione dei Vescovi e Regolari dal 1837 al 1847.

Trasferito alla Sacra Congragazione del Sant'Uffizio nel 1841, divenne referendario il 9 novembre 1849. Canonico della basilica patriarcale liberiana; Protonotario apostolico de numero partecipantium dal 1851 al 1854. Della Sacra Congregazione dei Vescovi e Regolari, fu promosso assessore e pro-segretario nel 1851, segretario dal 27 giugno 1853. Consultore della Sacra Congregazione del Sant'Uffizio e canonico della basilica patriarcale vaticana nel 1853.

Il ministero episcopale

Nominato arcivescovo titolare di Filippi il 30 novembre 1854, fu consacrato il 17 dicembre 1854 nella chiesa di San Girolamo degli Schiavoni a Roma dal cardinale Gabriel della Genga Sermattei assistito da Eugéne Charles de Mazenod[1], O.M.I., vescovo di Marsiglia e da Mariano Falcinelli Antoniacci, O.S.B., vescovo di Forlì. Assistente al Soglio Pontificio dal 9 gennaio 1855.

Il cardinalato

Pio IX lo creò cardinale presbitero nel Concistoro del 16 marzo 1863 ricevette la berretta rossa e il titolo di San Girolamo degli Schiavoni il 19 marzo seguente. Prefetto della Congregazione per le indulgenze e le sacre reliquie il 17 gennaio 1867. Lavorò alla preparazione del Concilio Vaticano I, guidando la Commissione dei Religiosi. Partecipò ai lavori del Concilio Vaticano I dal 1869 al 1870 quale presidente supplente. Divenne prefetto della Congregazione dei Vescovi e Regolari dal 31 agosto 1872 fino alla morte; Camerlengo del Collegio Cardinalizio dal 16 gennaio 1874 al 15 marzo 1875. Optò per il titolo di Santa Balbina il 5 luglio 1875.

La morte

Morì il 26 agosto 1877 all'età di 75 anni a Roma. Fu sepolto nel cimitero pubblico di Roma.

Genealogia episcopale

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi la voce genealogia episcopale

Successione degli incarichi

Predecessore: Segretario della Congregazione per i Vescovi e i Regolari
(Pro-segretario fino al 27 giugno 1853)
Successore: Emblem Holy See.svg
Domenico Lucciardi 5 settembre 1851 - 16 marzo 1863 Enea Sbarretti I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Domenico Lucciardi {{{data}}} Enea Sbarretti
Predecessore: Arcivescovo titolare di Filippi Successore: Arcbishop.png
Pio Bighi
ch
30 novembre 1854 - 16 marzo 1863 Stefano Stefanopoli
ch
I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Pio Bighi
ch
{{{data}}} Stefano Stefanopoli
ch
Predecessore: Cardinale presbitero di San Girolamo dei Croati Successore: Kardinalcoa.png
Antonio Maria Panebianco, O.F.M. Conv. 19 marzo 1863 - 5 luglio 1875 Luigi Serafini I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Antonio Maria Panebianco, O.F.M. Conv. {{{data}}} Luigi Serafini
Predecessore: Prefetto della Congregazione per le Indulgenze e le Sacre Reliquie Successore: Emblem Holy See.svg
Antonio Maria Panebianco, O.F.M. Conv. 17 gennaio 1867 - 31 agosto 1872 Lorenzo Barili I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Antonio Maria Panebianco, O.F.M. Conv. {{{data}}} Lorenzo Barili
Predecessore: Prefetto della Congregazione dei Vescovi e Regolari Successore: Emblem Holy See.svg
Angelo Quaglia 31 agosto 1872 - 26 agosto 1877 Innocenzo Ferrieri I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Angelo Quaglia {{{data}}} Innocenzo Ferrieri
Predecessore: Prefetto della Congregazione della Disciplina Regolare Successore: Emblem Holy See.svg
Angelo Quaglia 31 agosto 1872 - 26 agosto 1877 Innocenzo Ferrieri I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Angelo Quaglia {{{data}}} Innocenzo Ferrieri
Predecessore: Camerlengo del Collegio Cardinalizio Successore: Emblem Holy See.svg
Antonio Saverio De Luca 16 gennaio 1874 - 15 marzo 1875 Jean-Baptiste-François Pitra, O.S.B. I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Antonio Saverio De Luca {{{data}}} Jean-Baptiste-François Pitra, O.S.B.
Predecessore: Cardinale presbitero di Santa Balbina Successore: Kardinalcoa.png
Enrico Orfei 5 luglio 1875 - 26 agosto 1877 Giacomo Cattani I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Enrico Orfei {{{data}}} Giacomo Cattani
Note
  1. cfr. Bishop St. Eugène-Charles-Joseph de Mazenod, O.M.I. su catholic-hierarchy.org. URL consultato il 29-01-2023
Bibliografia
  • (LA) Remigium Ritzler, Pirminum Sefrin, Hierarchia Catholica Medii et Recentioris Aevi, vol. VIII (1846-1903), Typis et Sumptibus Domus Editorialis "Il Messaggero di S. Antonio" presso Basilica Sant'Antonio, Padova, 1979, pp. 16, 46, 48, 453
  • (DE) Christoph Weber, Kardinäle und Prälaten in den letzten Jahrzehnten des Kirchenstaates - Elite-Rekrutierung, Karriere-Muster u. soziale Zusammensetzung d. kurialen Führungsschicht zur Zeit Pius' IX. (1846-1878), Hiersemann, Stuttgart, 1978, (Päpste und Papsttum; volume 13, I-II), II, 440-441, 653, 680, 689, 718, 741
Voci correlate
Collegamenti esterni