Wilhelmus Marinus van Rossum

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
(Reindirizzamento da Willem Marinus van Rossum)
Wilhelmus Marinus van Rossum, C.SS.R.
Stemma van Rossum.jpg
Cardinale
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
ERRORE in "fase canonizz"
{{{note}}}

Immagine van Rossum.jpg

{{{didascalia}}}
'
Titolo cardinalizio
Incarichi attuali
Età alla morte 77 anni
Nascita Zwolle
3 settembre 1854
Morte Maastricht
30 agosto 1932
Sepoltura cripta della chiesa redentorista di Maastricht
Appartenenza Congregazione del Santissimo Redentore
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale Wittem, 17 ottobre 1879
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo {{{nominato}}}
nominato arcivescovo 25 aprile 1918 da Benedetto XV
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile Cappella Sistina, 19 maggio 1918 dal papa Benedetto XV
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo
Elevazione a Patriarca {{{patriarca}}}
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
27 novembre 1911 da Pio X (vedi)
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Opposto a {{{Opposto a}}}
Sostenuto da {{{Sostenuto da}}}
Scomunicato da
Riammesso da da
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Nome completo {{{nome completo}}}
Trattamento {{{trattamento}}}
Onorificenze
Nome templare {{{nome templare}}}
Nomi postumi
Altri titoli
Casa reale {{{casa reale}}}
Dinastia {{{dinastia}}}
Padre {{{padre}}}
Madre {{{madre}}}
Coniuge

{{{coniuge 1}}}

Consorte

Consorte di

Figli
Religione {{{religione}}}
Firma [[File:{{{firma}}}|150x150px]]
Collegamenti esterni

Wilhelmus Marinus van Rossum (Zwolle, 3 settembre 1854; † Maastricht, 30 agosto 1932) è stato un arcivescovo, cardinale e rettore neerlandese, dell'ordine dei Redentoristi, Camerlengo del Collegio Cardinalizio.

Biografia

La formazione e il ministero sacerdotale

Nacque il 3 settembre 1854 a Zwolle, Arcidiocesi di Utrecht, in una famiglia di classe medio-bassa, da Jan van Rossum e Hendrika Veldwillems. Il suo nome di battesimo era elencato anche come Willem. All'età di nove anni, alla morte di entrambi i suoi genitori, fu posto nell'orfanotrofio cattolico di Zwolle. Nel 1867 entrò nel seminario minore dell'arcidiocesi di Utrecht a Culemborg per gli studi ginnasiali. Il 15 giugno 1873 entrò nell'ordine dei Redentoristi a Roermond: tra i suoi professori c'era Petrus Oomen, provinciale dei Redentoristi olandesi. Fece la professione religiosa il 16 giugno dell'anno seguente a Bois-le-Duc. Al termine degli studi di filosofia e teologia, fu ordinato presbitero il 17 ottobre 1879 a Wittem. Fu professore di latino e retorica a Roermond dal 1880 e di teologia dogmatica a Wittem dal 1883 al 1892. Divenne prefetto di studi dal 1886 al 1893 e rettore dal 1893 al 1895. Dal 1895 al 1911 fu membro della comunità redentorista di Roma dove divenne consultore della Congregazione del Sant'Uffizio dal 25 dicembre 1896, consigliere della commissione per la codificazione della legge canonica dal 15 aprile 1904, consultore generale della sua congregazione dal 1909 al 1911.

Il cardinalato

Creato cardinale diacono da Pio X nel concistoro del 27 novembre 1911, ricevette il cappello rosso e la diaconia di San Cesareo in Palatio il 30 novembre 1916. Fu Legato pontificio al Congresso Eucaristico Internazionale di Vienna in Austria il 15 agosto 1912. Divenne presidente della Pontificia Commissione per gli Studi Biblici il 13 gennaio 1914. Partecipò al conclave del 1914 che elesse papa Benedetto XV. Penitenziere Maggiore dal 1º ottobre 1915, optò per l'ordine dei cardinali presbiteri e il titolo di Santa Croce in Gerusalemme il 6 dicembre 1915. Fu membro della Pontificia Commissione per l'interpretazione autentica del Codice di Diritto Canonico nel 1917, prefetto della Congregazione di "Propaganda Fide" dal 12 marzo dell'anno seguente fino alla sua morte.

Il ministero episcopale

Benedetto XV lo elevò Arcivescovo titolare di Cesarea in Mauretania il 25 aprile 1918 e lo consacrò personalmente il 30 novembre seguente nella Cappella Sistina a Roma, assistito dall'arcivescovo titolare di Tebe Giovanni Battista Nasalli Rocca di Corneliano, Elemosiniere di Sua Santità, e dal vescovo titolare di Porfireone Agostino Zampini, O.S.A., [1] Sacrista del Palazzo Apostolico.

Partecipò al conclave del 1922 che elesse papa Pio XI. Camerlengo del Sacro Collegio Cardinalizio dall'11 dicembre 1922 al 23 maggio 1923, fu Legato pontificio al 27º Congresso Eucaristico Internazionale di Amsterdam in Olanda del 2 luglio 1924 e al Congresso di Missiologia di Einsiedeln in Svizzera il 15 ottobre 1928. Era noto per il suo rigore e la sua austerità: anche da cardinale, indossava la semplice veste nera del suo ordine con una piccolo drappo rosso al collo per indicare il suo grado.

La morte

Morì il 30 agosto 1932 a Maastricht, diocesi di Roermond in Olanda, all'età di 77 anni. Fu sepolto nella cripta della chiesa redentorista di quella città. Sette anni dopo, i suoi resti furono collocati sotto un monumento appositamente costruito in sua memoria nella chiesa stessa.

Genealogia episcopale

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi la voce Genealogia episcopale

Successione degli incarichi

Predecessore: Cardinale diacono di San Cesareo in Palatio Successore: Stemma cardinale.png
Giuseppe Antonio Ermenegildo Prisco 30 novembre 1911-6 dicembre 1915 Franz Ehrle, S.J. I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Giuseppe Antonio Ermenegildo Prisco {{{data}}} Franz Ehrle, S.J.
Predecessore: Presidente della Pontificia Commissione per gli Studi Biblici Successore: Emblem Holy See.svg
Mariano Rampolla del Tindaro 13 gennaio 1914-30 agosto 1932 Gaetano Bisleti I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Mariano Rampolla del Tindaro {{{data}}} Gaetano Bisleti
Predecessore: Penitenziere Maggiore Successore: Emblem Holy See.svg
Serafino Vannutelli 1º ottobre 1915-12 marzo 1918 Oreste Giorgi I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Serafino Vannutelli {{{data}}} Oreste Giorgi
Predecessore: Cardinale presbitero di Santa Croce in Gerusalemme Successore: Stemma cardinale.png
Benedetto Lorenzelli 6 dicembre 1915-30 agosto 1932 Pietro Fumasoni Biondi I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Benedetto Lorenzelli {{{data}}} Pietro Fumasoni Biondi
Predecessore: Presidente del Pontificio Seminario Romano dei Santi Apostoli Pietro e Paolo per le Missioni Estere Successore: Emblem Holy See.svg
Domenico Serafini, Cong. Subl. O.S.B. 5 marzo 1918-26 maggio 1926 - I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Domenico Serafini, Cong. Subl. O.S.B. {{{data}}} -
Predecessore: Prefetto della Congregazione di Propaganda Fide Successore: Emblem Holy See.svg
Domenico Serafini, Cong. Subl. O.S.B. 12 marzo 1918-30 agosto 1932 Pietro Fumasoni Biondi I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Domenico Serafini, Cong. Subl. O.S.B. {{{data}}} Pietro Fumasoni Biondi
Predecessore: Vescovo titolare di Cesarea di Mauritania
(titolo personale di arcivescovo)
Successore: Stemma vescovo.png
Pierre-Célestin Cézerac 25 aprile - 19 maggio 1918 Benedetto Aloisi Masella I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Pierre-Célestin Cézerac {{{data}}} Benedetto Aloisi Masella
Predecessore: Camerlengo del Collegio Cardinalizio Successore: Emblem Holy See.svg
Rafael Merry del Val y Zulueta 11 dicembre 1922-23 maggio 1923 Andreas Frühwirth, O.P. I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Rafael Merry del Val y Zulueta {{{data}}} Andreas Frühwirth, O.P.
Note
  1. cfr. Agostino Zampini, O.E.S.A su catholic-hierarchy.org. URL consultato il 01-07-2020
Bibliografia
  • Joseph Maria Drehmanns, Kardinaal van Rossum, korte levensschets, J.J. Romen, Roermond, 1935
  • Clemens Maria Henze, Die Redemptoristinnen - Zur 2. Jahrhundertfeier d. Gründg d. Ordens ("I Redentoristi: per il 2º centenario della fondazione dell'ordine"
  • Mit e. Schreiben d. Ordensprotektors Wilhelm Marinus Kardinal van Rossum, J Hofbauer-Verl, Bonn, 1931
  • Jan Olav Smit, Wilhelmus Marinus, Kardinaal van Rossum, een groot mens en wijs bestuurder, Romen, Roermond, 1955
  • Genoveva Maria Johanna Poels, Johannes Petrus de Valk, Theodorus Albertus Maria Salemink, Life with a mission - Cardinal Willem Marinus van Rossum C.SS.R. (1854-1932), Romen, Roermond, 1955, nº 1/2
  • le chef suprême l'organisation et l'administration centrale de l'église, Trajecta, Leuven, 2011
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.