Alessio Ascalesi

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Alessio Ascalesi, C.PP.S.
Cardinale
Stemma Cardinale Ascalesi.jpg
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
ERRORE in "fase canonizz"
{{{note}}}
Ut ad Deum ascendam

Cardinale Ascalesi.jpg

Titolo cardinalizio
Incarichi attuali
Età alla morte 79 anni
Nascita Casalnuovo
22 ottobre 1872
Morte Napoli
11 maggio 1952
Sepoltura Napoli, Basilica dell'Incoronata Madre del Buon Consiglio
Appartenenza Missionari del Preziosissimo Sangue
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale Spoleto, 8 giugno 1895
Nominato Abate {{{nominatoAB}}}
Nominato amministratore apostolico {{{nominatoAA}}}
Nominato vescovo 29 aprile 1909 da papa Pio X
Nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
Nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
Nominato patriarca {{{nominatoP}}}
Nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile
Consacrazione vescovile Chiesa di Santa Chiara, (Montefalco), 8 agosto 1909 dall'arc. Domenico Serafini
Elevazione ad Arcivescovo 9 dicembre 1915 da papa Benedetto XV
Elevazione a Patriarca {{{patriarca}}}
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
4 dicembre 1916 da Benedetto XV (vedi)
Cardinale per
Cardinale per 35 anni, 5 mesi e 7 giorni
Cardinale elettore
Incarichi ricoperti
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Opposto a {{{Opposto a}}}
Sostenuto da {{{Sostenuto da}}}
Scomunicato da
Riammesso da da
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Durata del
pontificato
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato

Ordinazioni
e
Successione apostolica

Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
[[File:|100px|Stemma]]
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede
Successore
Nome completo {{{nome completo}}}
Trattamento {{{trattamento}}}
Onorificenze
Nome templare {{{nome templare}}}
Nomi postumi
Altri titoli
Casa reale {{{casa reale}}}
Dinastia {{{dinastia}}}
Padre {{{padre}}}
Madre {{{madre}}}
Coniuge

{{{coniuge 1}}}

Consorte

Consorte di

Figli
Religione {{{religione}}}
Firma [[File:{{{firma}}}|150x150px]]
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda
Invito all'ascolto
Firma autografa
[[File:{{{FirmaAutografa}}}|250px]]

Alessio Ascalesi (Casalnuovo, 22 ottobre 1872; † Napoli, 11 maggio 1952) è stato un cardinale e arcivescovo italiano.

Cenni biografici

Nato a Casalnuovo, arcidiocesi di Napoli, era figlio di Alessio Ascalesi e Domenica Molini. Aveva una sorella maggiore, Angelina. Ha preso il nome da suo padre, un carabiniere, che è morto improvvisamente nel momento in cui suo figlio veniva partorito. Ha trascorso la sua infanzia in Umbria.

Formazione e ministero sacerdotale

Prima di entrare in seminario, ha ricevuto l'istruzione elementare presso l'Ospizio dei Chierici Poveri di San Giuseppe a Spoleto, che ha dovuto frequentare a causa delle precarie condizioni economiche che sua madre stava affrontando. Ha poi studiato presso il Seminario di Spoleto.

Ordinato l'8 giugno 1895 a Spoleto, è entrato a far parte della Congregazione del Preziosissimo Sangue, un'associazione di sacerdoti secolari che vivono in comunità, il cui scopo principale è quello della predicazione di missioni popolari e ritiri. Ministero Pastorale a Spoleto, 1895-1909: parroco della parrocchia di Montemurano e per diversi anni suo economo. Priore parroco nel Collegio S. Bartolomeo, nella città di Montefalco, e vicario foraneo.

Episcopato

Eletto vescovo di Muro Lucano il 29 aprile 1909, è stato consacrato l'8 agosto 1909 nella chiesa di Santa Chiara di Montefalco, da Domenico Serafini, O.S.B., arcivescovo di Spoleto, coadiuvato da Giovanni Graziani (ch), vescovo di Todi, e da Ercolano Marini (ch), vescovo di Norcia. Il suo motto episcopale era Ut ad Deum ascendam.

Trasferito alla sede di Sant'Agata dei Goti, il 19 giugno 1911, è stato poi promosso alla sede metropolitana di Benevento il 9 dicembre 1915. Durante il suo episcopato a Benevento, ha fondato 60 nuove parrocchie, restaurato il seminario e resa assistenza umanitaria a numerose persone durante l'afflizione della Prima Guerra Mondiale. A Napoli, ha fatto costruire, nel 1934, il Seminario Maggiore di Capodimonte che oggi porta il suo nome.

Cardinalato

Creato cardinale presbitero nel concistoro del 4 dicembre 1916, ha ricevuto il cappello rosso e il titolo di San Callisto, il 7 dicembre 1916. Amministratore apostolico di Lucera, 8 dicembre 1918.

Ha partecipato al conclave del 1922, che ha eletto Papa Pio XI. Trasferito alla sede metropolitana di Napoli, il 7 marzo 1924. Legato pontificio alla consacrazione della cattedrale di Siracusa, 26 dicembre 1926, al Congresso Eucaristico della Calabria, Reggio, 10 agosto 1928, alla consacrazione della cattedrale di Messina, 18 luglio 1929, al Consiglio Plenario di Campagna, Napoli, 4 settembre 1932, al Congresso Eucaristico Regionale di Catanzaro, 9 ottobre 1933 e al Congresso Eucaristico Regionale, a Reggio Calabria, 10 marzo 1934. Ha preso pure parte al conclave del 1939, che ha eletto Papa Pio XII.

Morte

Morto domenica 11 maggio 1952 a Napoli, i funerali si sono svolti il martedì successivo 13 maggio, nella cattedrale metropolitana di Napoli; la messa è stata celebrata da Alfonso Castaldo, arcivescovo titolare di Tessalonica, coadiutore di Napoli, assistito dal capitolo della cattedrale metropolitana. Circa 30.000 persone gli hanno reso omaggio durante l'esposizione. Sepolto nell'ipogeo riservato ai vescovi nella cattedrale metropolitana di Napoli. Successivamente, le sue spoglie furono trasferite nella Basilica dell'Incoronata Madre del Buon Consiglio di Capodimonte. Un ospedale napoletano e il Seminario Arcivescovile Maggiore della città portano il nome del cardinale Ascalesi.

Genealogia episcopale

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi la voce genealogia episcopale

Successione degli incarichi

Predecessore: Vescovo di Muro Lucano Successore: BishopCoA PioM.svg
Raffaele Capone, C.SS.R. 29 aprile 190919 giugno 1911 Giuseppe Scarlata I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Raffaele Capone, C.SS.R. {{{data}}} Giuseppe Scarlata
Predecessore: Vescovo di Sant'Agata de' Goti Successore: BishopCoA PioM.svg
Ferdinando Maria Cieri 19 giugno 19119 dicembre 1915 Giuseppe de Nardis I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Ferdinando Maria Cieri {{{data}}} Giuseppe de Nardis
Predecessore: Arcivescovo metropolita di Benevento Successore: ArchbishopPallium PioM.svg
Benedetto Bonazzi, O.S.B. 9 dicembre 19157 marzo 1924 Luigi Lavitrano I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Benedetto Bonazzi, O.S.B. {{{data}}} Luigi Lavitrano
Predecessore: Cardinale presbitero di San Callisto Successore: CardinalCoA PioM.svg
Antonio Vico 7 dicembre 191611 maggio 1952 Marcello Mimmi I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Antonio Vico {{{data}}} Marcello Mimmi
Predecessore: Arcivescovo metropolita di Napoli Successore: ArchbishopPallium PioM.svg
Michele Zezza 7 marzo 192411 maggio 1952 Marcello Mimmi I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Michele Zezza {{{data}}} Marcello Mimmi
Predecessore: Cardinale protopresbitero Successore: CardinalCoA PioM.svg
William Henry O'Connell 22 aprile 194411 maggio 1952 Michael von Faulhaber I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
William Henry O'Connell {{{data}}} Michael von Faulhaber
Voci correlate