Antonino Raspanti

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Antonino Raspanti
Stemma vescovo.png
Vescovo
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
ERRORE in "fase canonizz"

Mons-nino-raspanti.jpg

Humilitas ac dulcedo
Titolo
Incarichi attuali
Vescovo di Acireale
Età attuale 61 anni
Nascita Alcamo
20 giugno 1959
Morte
Sepoltura
Appartenenza Diocesi di Trapani
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale
Ordinazione presbiterale 7 settembre 1982 dal vescovo Emanuele Romano
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo 26 luglio 2011 da Benedetto XVI
nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile
Consacrazione vescovile Acireale, 1º ottobre 2011 dal card. arcivescovo Paolo Romeo
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo
Elevazione a Patriarca
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Opposto a {{{Opposto a}}}
Sostenuto da {{{Sostenuto da}}}
Scomunicato da
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Nome completo {{{nome completo}}}
Trattamento {{{trattamento}}}
Onorificenze
Nome templare {{{nome templare}}}
Nomi postumi
Altri titoli
Casa reale {{{casa reale}}}
Dinastia {{{dinastia}}}
Padre {{{padre}}}
Madre {{{madre}}}
Coniuge

{{{coniuge 1}}}

Consorte

Consorte di

Figli
Religione {{{religione}}}
Firma [[File:{{{firma}}}|150x150px]]
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
Scheda nel sito della diocesi o congregazione

Antonino Raspanti (Alcamo, 20 giugno 1959) è un vescovo italiano, attuale pastore della diocesi di Acireale.

Biografia

Nasce ad Alcamo, in provincia e Diocesi di Trapani, il 20 giugno 1959, da una famiglia di cattolici praticanti. Frequenta la scuola primaria nel suo paese natale, diplomandosi nel 1977 al Liceo Classico Cielo d'Alcamo,[1] entra quindi nel Seminario di Trapani. Si trasferisce a Palermo, dove entra nel Seminario arcivescovile "San Mamiliano".

Formazione e Ordinazione sacerdotale

Nel 1982 consegue il Baccellierato in Teologia presso la Pontificia Facoltà Teologica di Sicilia "San Giovanni Evangelista". Riceve l'ordinazione diaconale il 6 marzo 1982 e viene ordinato sacerdote il 7 settembre 1982 per l'imposizione delle mani del vescovo Emanuele Romano. Successivamente, nel 1990, presso la Pontificia Università Gregoriana di Roma, completa gli studi accademici con il Dottorato in Teologia.[1]

Ministero pastorale

Inizia il suo ministero sacerdotale come vicario parrocchiale della cattedrale di Trapani dal 1984 al 1986. Vice assistente diocesano del settore giovani dell'ACI dal 1984 al 1988, è docente di Teologia Dogmatica presso l'ISRS "Alberto degli Abati" a Trapani dal 1984 al 1993 e assistente di Teologia Dogmatica e Storia della Spiritualità presso la Pontificia Facoltà Teologica di Sicilia "San Giovanni Evangelista" dal 1984 al 1998.

È parroco della parrocchia Maria Santissima delle Grazie a Trapani dal 1986 al 1991, parroco della parrocchia di San Giuseppe a Trapani dal 1991 al 1992 e ancora della parrocchia di Maria Santissima delle Grazie, sempre a Trapani, dal 1993 al 1994. Dal 1995 al 2000 è assistente delle Missionarie della Regalità di Nostro Signore Gesù Cristo e arciprete di Erice reggendo come parroco la "Chiesa Madre" dal 1995 al 2001. Dal 1998 al 2001 è direttore spirituale presso il seminario diocesano di Trapani.

Dal 1998 è docente stabile di Storia della Spiritualità presso la Facoltà Teologica di Sicilia. Dal 1999 al 2009 è membro del Consiglio Presbiterale e del Collegio dei Consultori della diocesi di Trapani. Dal 1999 al 2002 è vice preside della Facoltà Teologica di Sicilia. Ne è preside dal 2002 al 2009. Nel 2003 crea l'associazione religiosa Confraternita Beata Vergine Maria del Monte Carmelo, formata da sacerdoti e laici dediti a una vita di preghiera personale e di lettura spirituale, di cui è moderatore.

Vescovo delegato per l'Ecumenismo e il Dialogo Interreligioso nella Conferenza Episcopale Siciliana e Vice Presidente del Comitato preparatorio del V Convegno Ecclesiale della Chiesa Italiana, svoltosi a Firenze nel 2015.[2]

Dal 2005 è Socio della Pontificia Accademia di Teologia e, dallo stesso anno, diviene cappellano di Sua Santità. Dal 2008 è membro del Comitato per gli Studi di Teologia e Scienze religiose della Conferenza Episcopale Italiana. Dal 24 settembre 2015 al 4 aprile 2016 ha pure ricoperto l'incarico di amministratore apostolico dell'arcidiocesi di Messina-Lipari-Santa Lucia del Mela. Il 24 maggio 2017 è stato eletto vicepresidente della CEI per l'Italia meridionale. Dall'11 novembre 2019 è membro del Pontificio Consiglio della Cultura.

Nel corso dei 27 anni di insegnamento svolto presso la Facoltà Teologica di Palermo, si è dedicato alla teologia dogmatica e poi alla spiritualità, pubblicando quindi i risultati della ricerca in articoli, volumi e recensioni; fra questi il volume del 2009 presso Glossa Editrice: la traduzione con introduzione e note de "La pratica facile per elevare l'anima a Dio" del mistico francese seicentesco Francois Malaval.[1]

Episcopato

Il 26 luglio 2011 papa Benedetto XVI lo nomina vescovo di Acireale, succedendo all'arcivescovo Pio Vittorio Vigo, dimessosi per raggiunti limiti d'età in conformità al can. 401 § 1 del Codice di Diritto Canonico. Riceve l'ordinazione episcopale il 1º ottobre 2011 nella cattedrale di Acireale per l'imposizione delle mani del cardinale Paolo Romeo, co-consacranti l'arcivescovo Pio Vittorio Vigo e il vescovo Francesco Micciché; nella stessa data prende possesso della diocesi.

Notevole risulta lo stimolo da lui dato, in qualità di vescovo di Acireale, al progetto della realizzazione di piccole imprese in campo agricolo e turistico, l'impegno sociale in aiuto delle fasce più deboli e la creazione di possibilità di occupazione.[3] In qualità di presidente pro-tempore della Fondazione Città del Fanciullo (assieme a don Roberto Fucile, direttore dell'Ufficio diocesano per la Pastorale del Turismo, Pellegrinaggi e Sport), monsignor Raspanti ha anche curato la realizzazione del progetto dell'Ecomuseo del cielo e della terra, nel quale sono coinvolti la diocesi di Acireale, il comune di Randazzo, il Gruppo di Azione Locale Terre dell'Etna e dell'Alcantara, l'Ente Parco Fluviale dell'Alcantara, l'Associazione culturale Cento Campanili e la Fondazione Regina Margherita.[4]

Opere

È autore di numerosi studi di carattere teologico e filosofico pubblicati su varie riviste.

Genealogia episcopale

Successione degli incarichi

Predecessore: Amministratore apostolico di Messina-Lipari-Santa Lucia del Mela Successore: ArchbishopPallium PioM.svg
Calogero La Piana
(arcivescovo metropolita)
24 settembre 2015-4 aprile 2016 Benigno Luigi Papa, O.F.M. Cap.
(amministratore apostolico)
I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Calogero La Piana
(arcivescovo metropolita)
{{{data}}} Benigno Luigi Papa, O.F.M. Cap.
(amministratore apostolico)
Predecessore: Vescovo di Acireale Successore: Stemma vescovo.png
Pio Vittorio Vigo dal 26 luglio 2011 in carica I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Pio Vittorio Vigo {{{data}}} in carica
Note
  1. 1,0 1,1 1,2 Curriculum di mons. Rampanti su chiesedisicilia.org (PDF). URL consultato il 10-07-2019 (archiviato dall'url originale in data 28 agosto 2017)
  2. Antonino Raspanti su ernestodilorenzoeditore.it. 11 giugno 2014. URL consultato il 10-07-2019
  3. Mons.Raspanti:Una società è sana se crea cultura e lavoro
  4. Acireale, nasce l'ecomuseo del cielo e della terra su cataniatoday.it. 18 giugno 2017. URL consultato il 10-07-2019
Bibliografia
Voci correlate

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.