Francesco Nerli il Giovane

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
(Reindirizzamento da Francesco Nerli iuniore)
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Francesco Nerli il Giovane
Cardinale
Kardinalcoa.png
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
battezzato
ERRORE in "fase canonizz"
{{{note}}}
{{{motto}}}

1673 FRANCISCUS NERLIUS - NERLI FRANCESCO.jpg

{{{didascalia}}}
Titolo cardinalizio
Incarichi attuali
Età alla morte 71 anni
Nascita Roma
12 luglio 1636
Morte Roma
8 aprile 1708
Sepoltura Chiesa di san Matteo in Via Merulana (Roma)
Conversione
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono
Ordinazione presbiterale non si hanno informazioni
Ordinazione presbiterale [[{{{aO}}}]]
Nominato Abate {{{nominatoAB}}}
Nominato amministratore apostolico {{{nominatoAA}}}
Nominato vescovo {{{nominato}}}
Nominato arcivescovo 16 giugno 1670 da Clemente X
Nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
Nominato patriarca {{{nominatoP}}}
Nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile Basilica di Sant'Andrea della Valle (Roma), 6 luglio 1670 dal card. vescovo Carlo Carafa della Spina
Elevazione ad Arcivescovo {{{elevato}}}
Elevazione a Patriarca {{{patriarca}}}
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creato
Errore nell'espressione: carattere di punteggiatura "{" non riconosciuto.
(vedi)
Creato
Cardinale
12 giugno 1673 da Clemente X (vedi)
Cardinale per
Cardinale per 34 anni, 9 mesi e 26 giorni
Cardinale elettore
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Creazione a
pseudocardinale
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Consacrazione {{{Consacrazione}}}
Insediamento {{{Insediamento}}}
Fine pontificato {{{Fine pontificato}}}
Pseudocardinali creati {{{Pseudocardinali creati}}}
Sede {{{Sede}}}
Opposto a
Sostenuto da
Scomunicato da
Confermato cardinale {{{Confermato cardinale}}}
Nomina a pseudocardinale annullata da {{{Annullato da}}}
Riammesso da
Precedente {{{Precedente}}}
Successivo {{{Successivo}}}
Incarichi ricoperti
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Conclave del 2013
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Durata del
pontificato
11 anni, 3 mesi e 8 giorni
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato

Successione apostolica

Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
[[File:|100px|Stemma]]
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede
Successore
Nome completo {{{nome completo}}}
Trattamento {{{trattamento}}}
Onorificenze
Nome templare {{{nome templare}}}
Nomi postumi
Altri titoli
Casa reale {{{casa reale}}}
Dinastia {{{dinastia}}}
Padre {{{padre}}}
Madre {{{madre}}}
Coniuge

{{{coniuge 1}}}

Consorte

Consorte di

Figli
Religione {{{religione}}}
Firma [[File:{{{firma}}}|150x150px]]
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda
Invito all'ascolto
Firma autografa
[[File:{{{FirmaAutografa}}}|250px]]

Francesco Nerli il Giovane (Roma, 12 luglio 1636; † Roma, 8 aprile 1708) è stato un cardinale e arcivescovo italiano.

Cenni biografici

Nacque a Roma il 12 luglio 1636, primogenito del senatore fiorentino Pietro, marchese di Rasina, e di Costanza di Ottavio Magalotti, nipote del cardinal Lorenzo. Il padre banchiere fu tesoriere segreto del papa e lo zio fu arcivescovo di Firenze e cardinale, ricordato come il Vecchio per distinguerlo dall'omonimo nipote.

Ricevette un'ottima educazione dapprima presso i domenicani e in seguito presso i gesuiti del Collegio romano. Conseguì la laurea in utroque iure all'Università di Pisa il 29 settembre 1655. Seguendo le strategie familiari ormai consolidate fu avviato alla carriera ecclesiastica. Presi gli ordini nel 1648, fu canonico della cattedrale di Firenze a partire dal 1654 e il 20 gennaio 1655 acquistò per 10.000 scudi la carica venale di abbreviatore di parco maggiore. Fu canonico di san Pietro e referendario di Segnatura dal 1661, fu vice-legato di Bologna dal 1667 al 1669. Nel 1668 acquistò anche la carica di protonotario apostolico partecipante.

Ministero episcopale

Fu eletto arcivescovo titolare di Adrianopoli di Emimonto il 16 giugno 1670, per essere nominato pochi giorni dopo nunzio apostolico per la Polonia.

Il 6 luglio seguente fu consacrato nella chiesa romana di sant'Andrea della Valle dal cardinal Carlo Carafa della Spina, assistito da mons. Giambattista Spinola il vecchio, arcivescovo di Genova, e da mons. Federico Baldeschi Colonna, allora vescovo titolare di Cesarea di Cappadocia.

Il 6 novembre di quell'anno moriva lo zio arcivescovo di Firenze e il nipote fu nominato suo successore in dicembre. La nomina suscitò qualche tensione perché il governo granducale si trovò spiazzato dal fatto che la scelta di Nerli, pur gradita a Firenze, non fosse stata proposta alla Santa Sede dal granduca Cosimo III.

La sua attività diplomatica non gli permise di occuparsi direttamente della conduzione dell'arcidiocesi che fu retta dal vicario generale mons. Alessandro Pucci. Durante il suo episcopato si tennero in diocesi tre sinodi guidati dal suo vicario.

L'arcivescovo fu in Polonia dal settembre 1670 fino a febbraio 1671, fu poi nunzio straordinario presso l'imperatore Leopoldo I, con l'incarico di promuovere una comune azione anti-ottomana delle potenze europee. All'inizio del 1672 fu improvvisamente nominato alla nunziatura di Francia, allora la carica di maggiore responsabilità nella diplomazia pontificia.

Cardinalato

Fu creato cardinale nel concistoro del 12 giugno 1673 e rientrato a Roma il 25 settembre dello stesso anno ricevette la berretta rossa con il titolo di san Matteo in Merulana.

Grazie alla sua consolidata esperienza politico-diplomatica e dei buoni rapporti della sua famiglia con quella del pontefice regnante, assunse il ruolo di segretario di Stato di Clemente X, affiancando il cardinale nipote Paluzzo Altieri che peraltro rimase il reale gestore dell'azione politico-diplomatica della Santa Sede. Mantenne questa carica fino all'elezione di Innocenzo XI nel 1676. Mantenne comunque la cattedra di arcivescovo di Firenze, dove fece restaurare il Palazzo Arcivescovile. Rinunciò definitivamente alla sede il 31 dicembre 1682.

Fu Camerlengo del Sacro Collegio per un anno, dal gennaio 1684. Il 1º ottobre 1685 fu eletto arcivescovo, titolo personale, di Assisi e tenne la diocesi fino al novembre del 1689. Nominato arciprete della Basilica Vaticana nel 1704, optò il 17 novembre di quell'anno per il titolo di San Lorenzo in Lucina.

Morte

Morì nel suo palazzo romano delle Quattro Fontane l'8 aprile 1708. I funerali si tennero due giorni dopo nella Chiesa romana di santa Susanna. Fu sepolto nella chiesa di san Matteo in Via Merulana, lasciando come erede l'ospedale dei Pazzi e, in parte, il ramo fiorentino della sua famiglia.

Genealogia episcopale

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi la voce Genealogia episcopale

Successione degli incarichi

Predecessore: Arcivescovo titolare di Adrianopoli di Emimonto Successore: Archbishop CoA PioM.svg
Stefano Brancaccio 16 giugno - 22 dicembre 1670 Pompeo Varese I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Stefano Brancaccio {{{data}}} Pompeo Varese
Predecessore: Nunzio apostolico in Polonia Successore: Emblem Holy See.svg
Galeazzo Marescotti 27 giugno - 22 dicembre 1670 Angelo Maria Ranuzzi I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Galeazzo Marescotti {{{data}}} Angelo Maria Ranuzzi
Predecessore: Arcivescovo metropolita di Firenze Successore: ArchbishopPallium PioM.svg
Francesco Nerli seniore 22 dicembre 1670 - 31 dicembre 1682 Jacopo Antonio Morigia, B. I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Francesco Nerli seniore {{{data}}} Jacopo Antonio Morigia, B.
Predecessore: Nunzio apostolico in Francia Successore: Emblem Holy See.svg
Bernardino Giraud 20 aprile 1672 - 12 giugno 1673 Fabrizio Spada I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Bernardino Giraud {{{data}}} Fabrizio Spada
Predecessore: Cardinale Segretario di Stato di Sua Santità Successore: Emblem Holy See.svg
Federico Borromeo iuniore agosto 1673 - 22 luglio 1676 Alderano Cybo-Malaspina I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Federico Borromeo iuniore {{{data}}} Alderano Cybo-Malaspina
Predecessore: Cardinale presbitero di San Matteo in Merulana Successore: CardinalCoA PioM.svg
Francesco Maria Mancini 25 settembre 1673 - 17 novembre 1704 Nicola Grimaldi I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Francesco Maria Mancini {{{data}}} Nicola Grimaldi
Predecessore: Camerlengo del Collegio Cardinalizio Successore: Emblem Holy See.svg
Federico Baldeschi Colonna 10 gennaio 1684 - 15 gennaio 1685 Girolamo Gastaldi I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Federico Baldeschi Colonna {{{data}}} Girolamo Gastaldi
Predecessore: Vescovo di Assisi
(titolo personale di arcivescovo)
Successore: BishopCoA PioM.svg
Ludovico Giustiniani, O.S.M. 1º ottobre 1685 - 12 novembre 1689 Carlo Salvatori I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Ludovico Giustiniani, O.S.M. {{{data}}} Carlo Salvatori
Predecessore: Arciprete della Basilica di San Pietro Successore: StPetersDomePD.jpg
Carlo Barberini 16 ottobre 1704 - 8 aprile 1708 Annibale Albani I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Carlo Barberini {{{data}}} Annibale Albani
Predecessore: Cardinale protopresbitero Successore: CardinalCoA PioM.svg
Carlo Barberini 2 ottobre 1704 - 8 aprile 1708 Galeazzo Marescotti I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Carlo Barberini {{{data}}} Galeazzo Marescotti
Predecessore: Cardinale presbitero di San Lorenzo in Lucina Successore: CardinalCoA PioM.svg
Carlo Barberini 17 novembre 1704 - 8 aprile 1708 Galeazzo Marescotti I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Carlo Barberini {{{data}}} Galeazzo Marescotti
Bibliografia
  • Stefano Tabacchi, Dizionario Biografico degli Italiani, Vol. 78, 2013, online
  • (FR) Marc Dubruel, La Cour de Rome et l'extension de la régale (Articolo con appunti sull'attività diplomatica in Francia del Nerli 1672-73) online