Francesco Barberini juniore

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
(Reindirizzamento da Francesco Barberini (cardinale 1690))
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Francesco Barberini juniore
Cardinale
Stemma Francesco Barberini (cardinale 1690).jpg
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
battezzato
ERRORE in "fase canonizz"
{{{note}}}
Accipit non adimit

Francesco Barberini (cardinale 1690).jpg

{{{didascalia}}}
Titolo cardinalizio
Incarichi attuali
Età alla morte 75 anni
Nascita Roma
12 novembre 1662
Morte Roma
17 agosto 1738
Sepoltura Chiesa di Santa Rosalia (Palestrina)
Conversione
Appartenenza Diocesi di Roma
Vestizione {{{V}}}
Vestizione 14 febbraio 1694
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono 26 settembre 1700 (suddiaconato 22 novembre 1699)
Ordinazione presbiterale
Ordinazione presbiterale 15 settembre 1715
Nominato Abate {{{nominatoAB}}}
Nominato amministratore apostolico {{{nominatoAA}}}
Nominato vescovo 3 marzo 1721 da Clemente XI
Nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
Nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
Nominato patriarca {{{nominatoP}}}
Nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile Monastero Barberini, 16 marzo 1721 dal card. vescovo Fabrizio Paolucci
Elevazione ad Arcivescovo {{{elevato}}}
Elevazione a Patriarca {{{patriarca}}}
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creato
Errore nell'espressione: carattere di punteggiatura "{" non riconosciuto.
(vedi)
Creato
Cardinale
13 novembre 1690 da Alessandro VIII (vedi)
Cardinale per
Cardinale per 47 anni, 9 mesi e 4 giorni
Cardinale elettore
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Creazione a
pseudocardinale
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Consacrazione {{{Consacrazione}}}
Insediamento {{{Insediamento}}}
Fine pontificato {{{Fine pontificato}}}
Pseudocardinali creati {{{Pseudocardinali creati}}}
Sede {{{Sede}}}
Opposto a
Sostenuto da
Scomunicato da
Confermato cardinale {{{Confermato cardinale}}}
Nomina a pseudocardinale annullata da {{{Annullato da}}}
Riammesso da
Precedente {{{Precedente}}}
Successivo {{{Successivo}}}
Incarichi ricoperti
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Conclave del 2013
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Durata del
pontificato
11 anni, 3 mesi e 5 giorni
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato

Successione apostolica

Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
[[File:|100px|Stemma]]
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede
Successore
Nome completo {{{nome completo}}}
Trattamento {{{trattamento}}}
Onorificenze
Nome templare {{{nome templare}}}
Nomi postumi
Altri titoli
Casa reale {{{casa reale}}}
Dinastia {{{dinastia}}}
Padre {{{padre}}}
Madre {{{madre}}}
Coniuge

{{{coniuge 1}}}

Consorte

Consorte di

Figli
Religione {{{religione}}}
Firma [[File:{{{firma}}}|150x150px]]
Collegamenti esterni
Invito all'ascolto
Firma autografa
[[File:{{{FirmaAutografa}}}|250px]]

Francesco Barberini juniore (Roma, 12 novembre 1662; † Roma, 17 agosto 1738) è stato un cardinale e vescovo italiano.

Biografia

Nacque il 12 novembre 1662 a Roma, dei principi di Palestrina, era pronipote di Urbano VIII (1623-1644) e dei cardinali Antonio Barberini seniore, O.F.M. Cap. (1624), Francesco Barberini seniore (1623) e Antonio Barberini juniore, O.S.Io.Hieros. (1627). Nipote di Carlo Barberini[1] (1653) e cugino del cardinale Rinaldo d'Este[2] (1686).

Formazione e attività prelatizia

Nessuna informazione circa gli studi. Entrò nello stato ecclesiastico in giovane età. Secondo la consuetudine del tempo, acquistò un clericato nella Camera Apostolica, sotto il pontificato di Innocenzo XI, e sucessivamente ne divenne revisore.

Cardinalato

Venne creato cardinale diacono da Alessandro VIII nel concistoro del 13 novembre 1690; ricevette la berretta rossa e la diaconia di Sant'Angelo in Pescheria il 27 novembre 1690, con dispensa per non aver ancora ricevuto gli ordini minori e per avere uno zio e un cugino nel Sacro Collegio Cardinalizio. Partecipò al conclave del 1691 che elesse papa Innocenzo XII. Legato apostolico di Romagna dal 4 gennaio 1694, ricevette gli ordini minori il 14 febbraio di quell'anno; il suddiaconato il 22 novembre 1699 e il diaconato il 26 settembre 1700. Partecipò al conclave del 1700 che elesse papa Clemente XI. Abate commendatario di Farfa e di Subiaco dal 1704. Optò per l'ordine presbiterale e il titolo di Cardinale presbitero di San Bernardo alle Terme Diocleziane il 6 maggio 1715.

Ordine sacro

Ordinato presbitero il 15 settembre 1715, optò per il titolo di San Bernardo alle Terme Diocleziane l'11 maggio 1718. Optò per l'ordine dei cardinali vescovi e per la Sede suburbicaria di Palestrina il 3 marzo 1721; fu consacrato il 16 marzo seguente nella Chiesa monastica della Santissima Incarnazione dei Carmelitani Scalzi, detta Monastero Barberini a Roma dal cardinale vescovo di Albano Fabrizio Paolucci, segretario di Stato, assistito da Vincenzo Petra, arcivescovo titolare di Damasco e da Bernardo Maria Conti[3], O.S.B., già vescovo di Terracina. Partecipò al conclave del 1721 che elesse papa Innocenzo XIII e del 1724 che elesse papa Benedetto XIII. Già prefetto della Congregazione delle Acque, lo divenne anche della Congregazione per i Vescovi e i Regolari dal 22 giugno 1726 fino alla morte; optò per la Sede suburbicaria di Ostia, propria del Decano del Sacro Collegio il 1° luglio seguente e in tale veste partecipò al conclave del 1730 che elesse papa Clemente XII.

Morte

Morì a Roma nel suo palazzo romano alle ore 9 del 17 agosto 1738 all'età di 75 anni. Trasferito solennemente nella Chiesa di Sant'Andrea della Valle per i funerali e ivi temporaneamente sepolto. Successivamente le sue spoglie furono traslate a Palestrina e sepolte nella Chiesa di Santa Rosalia nella tomba dei suoi avi.

Genealogia episcopale

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi la voce Genealogia episcopale

Successione degli incarichi

Predecessore: Cardinale diacono di Sant'Angelo in Pescheria Successore: Stemma cardinale.png
Gasparo Cavalieri 27 novembre 1690 - 6 maggio 1715 Carlo Colonna I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Gasparo Cavalieri {{{data}}} Carlo Colonna
Predecessore: Legato apostolico di Romagna Successore: Emblem Holy See.svg
Fortunato Ilario Carafa della Spina
ch
4 gennaio 1694 - 24 settembre 1696 Fulvio Astalli I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Fortunato Ilario Carafa della Spina
ch
{{{data}}} Fulvio Astalli
Predecessore: Prefetto della Congregazione delle Acque Successore: Emblem Holy See.svg
Fabrizio Spada 27 settembre 1700 - 17 agosto 1738 Alessandro Albani I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Fabrizio Spada {{{data}}} Alessandro Albani
Predecessore: Abate commendatario di Subiaco Successore: Stemmaabbaziasubiaco.jpg
Carlo Barberini 2 ottobre 1704 - 17 agosto 1738 Giovanni Battista Spinola I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Carlo Barberini {{{data}}} Giovanni Battista Spinola
Predecessore: Cardinale presbitero di San Bernardo alle Terme Diocleziane Successore: Stemma cardinale.png
Lorenzo Casoni 6 maggio 1715 - 11 maggio 1718 Bernardo Maria Conti, O.S.B.Cas. I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Lorenzo Casoni {{{data}}} Bernardo Maria Conti, O.S.B.Cas.
Predecessore: Cardinale presbitero di Santa Prassede Successore: Stemma cardinale.png
Bandino Panciatichi 11 maggio 1718 - 3 marzo 1721 Giuseppe Sacripante I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Bandino Panciatichi {{{data}}} Giuseppe Sacripante
Predecessore: Cardinale vescovo di Palestrina Successore: Stemma cardinale.png
Francesco del Giudice 3 marzo 1721 - 1º luglio 1726 Tommaso Ruffo I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Francesco del Giudice {{{data}}} Tommaso Ruffo
Predecessore: Prefetto della Congregazione dei Vescovi e Regolari Successore: Emblem Holy See.svg
Fabrizio Paolucci 22 giugno 1726 - 17 agosto 1738 Giuseppe Firrao I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Fabrizio Paolucci {{{data}}} Giuseppe Firrao
Predecessore: Decano del Sacro Collegio Successore: Berretta cardinalizia.png
Fabrizio Paolucci 1º luglio 1726 - 17 agosto 1738 Pietro Ottoboni I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Fabrizio Paolucci {{{data}}} Pietro Ottoboni
Predecessore: Cardinale vescovo di Ostia e Velletri Successore: Stemma cardinale.png
Fabrizio Paolucci 1º luglio 1726 - 17 agosto 1738 Pietro Ottoboni I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Fabrizio Paolucci {{{data}}} Pietro Ottoboni
Predecessore: Governatore di Velletri Successore: Velletri-Stemma it.png
Fabrizio Paolucci 1º luglio 1726 - 17 agosto 1738 Pietro Ottoboni I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Fabrizio Paolucci {{{data}}} Pietro Ottoboni
Note
  1. cfr. Carlo Cardinal Barberini su catholic-hierarchy.org. URL consultato il 13-03-2024
  2. cfr. Mister Rinaldo d'Este su catholic-hierarchy.org. URL consultato il 13-03-2024
  3. cfr. Bernardo Maria Cardinal Conti, O.S.B. su catholic-hierarchy.org. URL consultato il 13-03-2024
Bibliografia
  • (IT) Lorenzo Cardella, Memorie storiche de' cardinali della Santa Romana Chiesa. 9 vols, vol. VIII, Stamperia Pagliarini, Roma, 1794, pp. 24-25
  • (IT) Christoph Weber, Legati e governatori dello Stato Pontificio: 1550-1809, Ministero per i beni culturali e ambientali, Ufficio centrale per i beni archivistici, Roma, 1994. (Pubblicazioni degli archivi di Stato. Sussidi; 7), pp. 23, 71, 184
Collegamenti esterni
Voci correlate