Francesco Antonio Finy

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Francesco Antonio Finy
Cardinale
Kardinalcoa.png
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
battezzato
ERRORE in "fase canonizz"
{{{note}}}
{{{motto}}}

Francesco Antonio Finy.jpg

{{{didascalia}}}
Titolo cardinalizio
Incarichi attuali
Età alla morte 73 anni
Nascita Minervino
6 maggio 1669
Morte Napoli
5 aprile 1743
Sepoltura Chiesa del Gesù Nuovo (Napoli)
Appartenenza Arcidiocesi di Benevento
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale 31 maggio 1692
Nominato Abate {{{nominatoAB}}}
Nominato amministratore apostolico {{{nominatoAA}}}
Nominato vescovo 6 luglio 1722 da Innocenzo XIII
Nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
Nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
Nominato patriarca {{{nominatoP}}}
Nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile Cattedrale di Benevento, 15 novembre 1722 dal card. arc. Vincenzo Maria Orsini
Elevazione ad Arcivescovo {{{elevato}}}
Elevazione a Patriarca {{{patriarca}}}
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
26 gennaio 1728 da Benedetto XIII (9 dicembre 1726 in pectore) (vedi)
Cardinale per
Cardinale per 15 anni, 2 mesi e 10 giorni
Cardinale elettore
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Creazione a
pseudocardinale
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Consacrazione {{{Consacrazione}}}
Insediamento {{{Insediamento}}}
Fine pontificato {{{Fine pontificato}}}
Pseudocardinali creati {{{Pseudocardinali creati}}}
Sede {{{Sede}}}
Opposto a
Sostenuto da
Scomunicato da
Riammesso da da {{{Riammesso da}}}
Precedente {{{Precedente}}}
Successivo {{{Successivo}}}
Incarichi ricoperti
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Durata del
pontificato
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato


Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
[[File:|100px|Stemma]]
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede
Successore
Nome completo {{{nome completo}}}
Trattamento {{{trattamento}}}
Onorificenze
Nome templare {{{nome templare}}}
Nomi postumi
Altri titoli
Casa reale {{{casa reale}}}
Dinastia {{{dinastia}}}
Padre {{{padre}}}
Madre {{{madre}}}
Coniuge

{{{coniuge 1}}}

Consorte

Consorte di

Figli
Religione {{{religione}}}
Firma [[File:{{{firma}}}|150x150px]]
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda
Invito all'ascolto
Firma autografa
[[File:{{{FirmaAutografa}}}|250px]]

Francesco Antonio Finy indicato anche come Fini e Fino (Minervino, 6 maggio 1669; † Napoli, 5 aprile 1743) è stato un cardinale e arcivescovo italiano.

Biografia

Nacque il 6 maggio 1669 a Minervino, Regno e Arcidiocesi di Napoli, da Angelo Finy, medico gravinese, e Cinzia Troisi (o Troysi). Il suo cognome è indicato anche come Fini e Fino.

Formazione e ministero sacerdotale

Studiò al Seminario di Gravina, e successivamente, presso l'Università La Sapienza di Roma, dove conseguì il dottorato in utroque iure, sia in diritto canonico che civile, il 18 dicembre 1700. Ricevette la tonsura ecclesiastica dal vescovo di Gravina, che lo raccomandò poi al cardinale Vincenzo Maria Orsini, arcivescovo di Benevento, futuro papa Benedetto XIII. Ordinato presbitero il 31 maggio 1692, svolse la mansione di assistente di studio presso la curia, divenne, mansionari (beneficiario) della cattedrale metropolitana di Benevento; canonico, primicerio e arciprete del capitolo della cattedrale; visitatore apostolico, vicario per i monasteri femminili e maestro di camera dell'arcivescovo.

Ministero episcopale

Eletto Vescovo di Avellino e Frigento da Innocenzo XIII il 6 luglio 1722, venne consacrato il 15 novembre seguente a Benevento, dal suo arcivescovo, cardinale Vincenzo Maria Orsini, O.P., che gli concesse facoltà di amministrare le consacrazioni episcopali il 18 luglio 1723. Al conclave del 1724 il cardinale Orsini fu eletto papa, col nome di Benedetto XIII e lo volle alla Corte pontificia a Roma nominandolo il 20 dicembre 1724 arcivescovo titolare di Damasco, conservando la guida della diocesi di Avellino e Frigento. Quando il cardinale Niccolò Maria Lercari(ch) fu nominato segretario di Stato, gli succedette come prefetto dei Cubiculi di Sua Santità il 13 giugno 1726; dimessosi dal governo della diocesi il 29 luglio seguente fu nominato Assistente al Soglio Pontificio il 13 febbraio 1727.

Cardinalato

Venne creato in pectore nel concistoro del 9 dicembre 1726 e pubblicato nel concistoro del 26 gennaio 1728; ricevette la berretta rossa e il titolo di Santa Maria in Via, l'8 marzo 1728. Optò per il titolo di San Sisto il 6 luglio 1729. Partecipò al conclave del 1730, che elesse papa Clemente XII. Le voci secondo cui aveva abusato della fiducia e della generosità del defunto papa indussero Papa Clemente XII a instaurare un'indagine sulle accuse che si rivelarono senza fondamento.

Optò per il titolo di Santa Maria in Trastevere il 3 settembre 1738. Partecipò al conclave del 1740 che elesse papa Benedetto XIV. Optò per il titolo di San Pietro in Vincoli, il 16 settembre 1740. Si ritirò a Napoli, dove visse vita edificante ed esemplare. Optò nuovamente per il titolo di Santa Maria in Trastevere l'11 marzo 1743. Fu molto generoso con i poveri e li aiutò con numerose elemosine.

Morte

Morì il 5 aprile 1743 all'età di 73 anni a Napoli, dove si era recato per riprendersi dalla malattia. Fu esposto e sepolto al termine delle esequie, nella casa professa dei Gesuiti presso la Chiesa del Gesù Nuovo di Napoli con un epitaffio alla memoria.

Genealogia episcopale

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi la voce Genealogia episcopale

Successione degli incarichi

Predecessore: Vescovo di Avellino e Frigento Successore: Bishopcoa.png
Pietro Alessandro Procaccini
ch
6 luglio 1722 - 29 luglio 1726 Cherubino Tommaso Nobilione
ch, O.P.
I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Pietro Alessandro Procaccini
ch
{{{data}}} Cherubino Tommaso Nobilione
ch, O.P.
Predecessore: Arcivescovo titolare di Damasco Successore: Arcbishop.png
Vincenzo Petra 20 dicembre 1724 - 26 gennaio 1728 Giuseppe Maria Feroni I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Vincenzo Petra {{{data}}} Giuseppe Maria Feroni
Predecessore: Maestro di Camera della Corte Pontificia Successore: Emblem Holy See.svg
Niccolò Maria Lercari 13 giugno 1726 - 26 gennaio 1728 Francesco Scipione Maria Borghese I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Niccolò Maria Lercari {{{data}}} Francesco Scipione Maria Borghese
Predecessore: Amministratore apostolico di Tivoli Successore: Bishopcoa.png
Antonio Fonseca
ch
(vescovo)
12 febbraio - 12 aprile 1728 Placido Pezzancheri
ch
(vescovo)
I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Antonio Fonseca
ch
(vescovo)
{{{data}}} Placido Pezzancheri
ch
(vescovo)
Predecessore: Cardinale presbitero di Santa Maria in Via Successore: Kardinalcoa.png
Melchior de Polignac 8 marzo 1728 - 6 luglio 1729 Carlo Vincenzo Maria Ferreri Thaon, O.P. I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Melchior de Polignac {{{data}}} Carlo Vincenzo Maria Ferreri Thaon, O.P.
Predecessore: Cardinale presbitero di San Sisto Successore: Kardinalcoa.png
Louis-Antoine de Noailles 6 luglio 1729 - 3 settembre 1738 Vincenzo Ludovico Gotti, O.P. I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Louis-Antoine de Noailles {{{data}}} Vincenzo Ludovico Gotti, O.P.
Predecessore: Cardinale presbitero di Santa Maria in Trastevere Successore: Kardinalcoa.png
Giuseppe Accoramboni 3 settembre 1738 - 16 settembre 1740 sé stesso I

sé stesso 11 marzo - 5 aprile 1743 Francesco Scipione Maria Borghese II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Giuseppe Accoramboni {{{data}}} sé stesso
Predecessore: Cardinale presbitero di San Pietro in Vincoli Successore: Kardinalcoa.png
Vincenzo Petra 16 settembre 1740 - 11 marzo 1743 Niccolò Maria Lercari I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Vincenzo Petra {{{data}}} Niccolò Maria Lercari
Note
Bibliografia
  • (IT) Lorenzo Cardella, Memorie storiche de' cardinali della Santa Romana Chiesa. 9 vols, vol. VIII, Stamperia Pagliarini, Roma, 1794, pp. 222-223
  • (IT) , Notizie per l'anno bisestile 1752, Nella Stamperia del Chracas, presso S. Marco al Corso, Roma, 1752, pp. 124-125, no. 18
  • (LA) Remigium Ritzler, Sefrin Pirminum, Hierarchia Catholica Medii et Recentioris Aevi, vol. V (1667-1730), Typis et Sumptibus Domus Editorialis "Il Messaggero di S. Antonio" presso Basilica Sant'Antonio, Padova, 1952, pp. 37, 48, 51, 109, 181
  • (LA) Remigium Ritzler, Sefrin Pirminum, Hierarchia Catholica Medii et Recentioris Aevi, vol. VI (1730-1799), Typis et Sumptibus Domus Editorialis "Il Messaggero di S. Antonio" presso Basilica Sant'Antonio, Padova, 1968, pp. 46, 47, 48
  • (IT) Gaetano Moroni, Dizionario di erudizione storico-ecclesiastica da S. Pietro sino ai nostri giorni. 103 vols. in 53, vol. XXIV, Tipografia Emiliana, Venezia, 1840-1861, pp. 310, 311
Collegamenti esterni
Voci correlate