Beato Giacomo Ortíz Alzueta

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Beato Giacomo Ortíz Alzueta, S.D.B.
Religioso · Martire
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo Jaime Ortiz Alzueta
Beato
Martire

Beato Giacomo Ortíz Alzueta.jpg

{{{didascalia}}}
'
Titolo
{{{titolo}}}
Età alla morte 23 anni
Nascita Pamplona
24 maggio 1913
Morte Barcellona
27 luglio 1936
Sepoltura
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale [[{{{aO}}}]]
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo {{{nominato}}}
nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile [[ {{{aC}}} ]]
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo {{{elevato}}}
Elevazione a Patriarca {{{patriarca}}}
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi

Iter verso la canonizzazione

Venerato da Chiesa cattolica
Venerabile il [[]]
Beatificazione 11 marzo 2001, da Giovanni Paolo II
Canonizzazione [[]]
Ricorrenza 27 luglio
Altre ricorrenze
Santuario principale
Attributi
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di
Collegamenti esterni
Scheda su santiebeati.it
Scheda nel sito della diocesi o congregazione
Tutti-i-santi.jpgNel Martirologio Romano, 27 luglio, n. 21:
« A Barcellona sempre in Spagna, beati Filippo Hernández Martínez, Zaccaria Abadía Buesa e Giacomo Ortíz Alzueta, religiosi della Società Salesiana e martiri, che patirono il martirio sempre nella stessa persecuzione. »
(Santo di venerazione particolare o locale)

Il Beato Giacomo Ortíz Alzueta, al secolo Jaime Ortiz Alzueta (Pamplona, 24 maggio 1913; † Barcellona, 27 luglio 1936) è stato un religioso e martire spagnolo appartenente alla Società Salesiana di San Giovanni Bosco, ucciso dai miliziani comunisti durante la guerra civile spagnola.

Biografia

Chiamato all'educazione dei giovani

Da ragazzino, per il suo carattere ribelle, fu trasferito più volte in diversi collegi. Come ultima possibilità, il 24 maggio 1913, entrò nella scuola professionale salesiana del suo paese, dove rimase incantato dalla figura di san Domenico Savio. Già all'età di quindici anni lavorava in un'officina meccanica.

Nella casa salesiana ebbe modo di comprendere qual era la propria vocazione: dopo averla a lungo maturata dentro di sé, espresse al direttore della casa di diventare salesiano: al sacerdozio preferiva però il ruolo di "maestro di officina, per insegnare ai giovani a lavorare senza perdere la fede e l'anima", come disse lui stesso al suo direttore.

Dopo quattro anni dedicati alla formazione nel mestiere di meccanico e nella vita cristiana, poté essere ammesso al noviziato. Nel 1932 emise la sua professione religiosa e divenne coadiutore salesiano.

Il martirio

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi la voce Trentadue martiri salesiani di Valencia.

Nell'estate del 1936, lo scoppio della guerra civile spagnola tra nazionalisti filo-fascisti e repubblicani comunisti segnò anche l'inizio di una vera e propria persecuzione da parte dei miliziani marxisti nei confronti di religiosi e laici cattolici[1]: dopo la chiusura della sua scuola, Giacomo Ortíz Alzueta trovò rifugio con Filippo Hernández Martínez nella locanda di una benefattrice; qui trovò rifugio anche un terzo salesiano, Zaccaria Abadía Buesa. Il 27 luglio furono scoperti dai miliziani comunisti: per la condanna a morte di Giacomo fu addotta come scusa l'aver trovato delle medagliette della Madonna nella custodia del suo clarinetto.

Dopo essere stati torturati, i tre furono uccisi quella stessa notte. Giacomo aveva soli ventitré anni di età. Alcuni mesi dopo, nella sede dei miliziani, furono rinvenute a testimonianza del suo martirio delle fotografie in cui era raffigurato con il petto crudelmente ferito e la faccia deformata dai colpi di bastone.

Culto

Filippo Hernández Martínez, Jaime Ortiz Alzueta e Zaccarías Abadía Buesa sono stati proclamati beati da papa Giovanni Paolo II l'11 marzo 2001 in piazza San Pietro a Roma, insieme ad altri ventinove martiri salesiani e altre duecentouno persone della stessa diocesi che trovarono la morte nelle stesse circostanze.

Note
Voci correlate

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.