Santuario di Santa Maria in Rivotorto (Assisi)

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
(Reindirizzamento da Chiesa di Santa Maria in Rivotorto (Assisi))
Disambig-dark.svg
Nota di disambigua - Se stai cercando altri significati del nome Santa Maria, vedi Santa Maria (disambigua).
Santuario di Santa Maria in Rivotorto
Flag of UNESCO.svg Bene protetto dall'UNESCO
Assisi santuario rivotorto.jpg
Assisi, Chiesa di Santa Maria in Rivotorto
Stato bandiera Italia
Regione Flag of Umbria.svg Umbria


Regione ecclesiastica Umbria

Provincia Perugia
Comune Stemma Assisi
Località Rivotorto
Diocesi Assisi-Nocera Umbra-Gualdo Tadino
Religione Cattolica
Indirizzo Via del Sacro Tugurio, Loc. Rivotorto
06081 Assisi (PG)
Telefono
Fax
Posta elettronica [mailto: ]
Sito web [http:// Sito ufficiale]
Sito web 2
Proprietà
Oggetto tipo Chiesa
Oggetto qualificazione Santuario
Dedicazione Maria Vergine
Vescovo
Sigla Ordine qualificante O.F.M. Conv.
Sigla Ordine reggente O.F.M. Conv.
Fondatore
Data fondazione
Architetto

Bernardo Tini

Stile architettonico Neogotico
Inizio della costruzione 1854
Completamento
Distruzione
Soppressione
Ripristino {{{Ripristino}}}
Scomparsa {{{Scomparsa}}}
Data di consacrazione
Consacrato da
Data di inaugurazione
Inaugurato da
Strutture preesistenti "Tugurio"
Pianta
Tecnica costruttiva
Materiali pietra rosa del Subasio
Data della scoperta {{{Data scoperta}}}
Nome scopritore {{{Nome scopritore}}}
Datazione scavi {{{Datazione scavi}}}
Scavi condotti da {{{Scavi condotti da}}}
Altezza Massima
Larghezza Massima
Lunghezza Massima {{{LunghezzaMassima}}}
Profondità Massima
Diametro Massimo {{{DiametroMassimo}}}
Altezza Navata
Larghezza Navata
Altitudine {{{Altitudine}}}
Iscrizioni HIC PRIMORDIA FRATRUM MINORUM
Marcatura
Utilizzazione
Note
Coordinate geografiche
43°03′03″N 12°37′04″E / 43.05090, 12.61786 bandiera Italia
Patrimonio UNESCO.png Patrimonio dell'umanità
Assisi, la Basilica di San Francesco e altri siti francescani
Assisi, the Basilica of San Francesco and Other Franciscan Sites
[[Immagine:{{{immagine}}}|240px]]
Tipologia Culturali
Criterio (i) (ii) (iii) (iv) (vi)
Pericolo Bene non in pericolo
Anno 2000
Scheda UNESCO inglese
francese
[[Immagine:|300px]]
Patrimoni dell'umanità in Italia

Il Santuario di Santa Maria in Rivotorto, noto anche come Santuario del Sacro Tugurio, è una chiesa eretta nel 1854 in stile neogotico, su disegno di fra' Bernardo Tini.

Storia

L'edificio sacro ha sostituito la precedente chiesa del XVI secolo, distrutta dal terremoto del 1853, che era stata costruita per proteggere il "tugurio" (un capanno con il tetto di frasche usato dai contadini come riparo per gli animali), dove san Francesco d'Assisi, attorno al 1208, si stabilì con i primi compagni (Bernardo da Quintavalle e Pietro Cattani).

Da questo luogo san Francesco d'Assisi partì per andare a Roma a chiedere al papa Innocenzo III l’approvazione della Regola (primavera del 1209).

Successivamente Francesco, forse anche a causa del crescente numero dei seguaci, fu costretto ad abbandonare questa dimora e a trasferirsi alla Porziuncola:

« Dimorava allora il Padre con i suoi figli in un luogo vicino ad Assisi, chiamato Rivo Torto, dove sorgeva un tugurio abbandonato da tutti: una stamberga così angusta, che solo a gran fatica potevano sedersi e distendersi. Spessissimo erano privi di pane, e si nutrivano di rape ottenute in elemosina mendicando qua e là. L'uomo di Dio aveva scritto i nomi dei fratelli sulle travi del tugurio, così che, chiunque volesse riposare o pregare, potesse riconoscere il proprio posto, senza far rumore e turbare il raccoglimento, in un rifugio tanto piccolo e stretto". Ma un giorno, mentre i frati si trovavano colà, ecco giungere un contadino seguito dal suo somaro, con l'intenzione di entrare nel tugurio con l'animale. Perché i frati non facessero resistenza, si affacciò e disse al giumento: "Entra, entra, ché faremo del bene a questo luogo". Il padre santo, udendo tali parole e intuendo il proposito del villano, provò un moto di ostilità verso quell'importuno, soprattutto perché aveva fatto un gran chiasso con il suo somaro, inquietando i frati che in quel momento erano immersi nel silenzio e nell'orazione. Francesco disse loro: "Vedo, fratelli, che Dio non ci ha chiamati a preparare una stalla per l'asino, né per avere impacci con la gente, ma per andare a predicare agli uomini la via della salvezza dando dei buoni consigli, e ancor più per consacrarci all'orazione e al ringraziamento". Lasciarono dunque quella stamberga a uso dei poveri lebbrosi, e si trasferirono a Santa Maria della Porziuncola, accanto alla quale sorgeva una casetta, dove avevano abitato prima di ottenere quella chiesa»
(Fonti Francescane, Leggenda dei tre compagni, XIII, 55 – FF. 1464, 1465)

Descrizione

Esterno

La chiesa presenta una facciata a capanna, in pietra rosa del Subasio, che rielabora alcuni elementi architettonici della Cattedrale di San Rufino.

Sopra il portale d'accesso, un'iscrizione ricorda come questo luogo sia legato alle origini dell'Ordine ed alla sua prima diffusione:

(LA) (IT)
« HIC PRIMORDIA FRATRUM MINORUM » « Qui gli inizi dei Frati Minori »

L'arco ogivale del timpano è decorato da un mosaico (1955) con raffigurati due episodi qui avvenuti:

Interno

L'interno si presenta a tre navate suddivise da pilastri ed abside poligonale.

Nella navata centrale si trovano:

  • al centro, Tugurio ripristinato nelle forme quattrocentesche da un restauro del 1926. E’ formato da tre piccoli vani: il cosiddetto letto di san Francesco, dove una statua lignea ricorda la cella del Santo; una cappella, con una mensa d’altare su cippo ottagonale (XV secolo); la cucina o stanza del fuoco.
Chiesa di Santa Maria in Rivotorto, Tugurio

Sulla controfacciata è collocato un dipinto raffigurante:

Note
Bibliografia
  • Gualtiero Bellucci et al., Pellegrini sulle orme dei Santi. Giubileo 2000, Cannara 1999, pp. 73 - 5
  • Pier Maurizio Della Porta et al., Guida di Assisi: storia e arte, Assisi 1991, pp. 198 – 200
  • T. Desbonnets, Sulle strade di san Francesco, Assisi 2007, pp. 51 - 4
  • Beba Marasano, Assisi, col. "Le grandi città d'arte italiana", Editore: Mondadori-Electa, Milano 2007, p. 154
  • C. Monaco, Assisi, Editore: Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, Roma 2003, pp. 99 - 100
  • Chiara Silvestrini, L’Umbria di Francesco e Chiara, Editore La Voce, Perugia 2000, p. 29
  • Touring Club Italiano (a cura di), Umbria, col. "Guide Rosse", Touring Editore, Milano 1999, pp. 320 - 321 ISBN 9788836525423
Voci correlate

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.