Forza venite gente

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Forza venite gente
Locandina del Musical
Locandina del Musical
Lingua originale italiano
Paese Italia
Anno 1981
Compagnia Club Teatro Musica
Genere musical/biografico
Regia Mario Castellacci
Tony Ventura
Soggetto Mario Castellacci,
Piero Castellacci,
Piero Palumbo
Ambientazione Geografica
Ambientazione Storica XIII secolo
Tratto da Fonti Francescane
Sceneggiatura Mario Castellacci,
Piero Castellacci,
Piero Palumbo
Coreografia Tony Ventura
Personaggi
Musiche Michele Paulicelli, Giampaolo Belardinelli, Giancarlo De Matteis
Scenografia Maurizio Tognalini
Costumi Maurizio Tognalini
Tecnico luci Cristos Balbanis, Domenico Amatucci
Collegamenti esterni
Sito web ufficiale

Forza venite gente è un musical teatrale incentrato sulla vita di San Francesco d'Assisi, messo in scena da Michele Paulicelli nel 1981.

Il musical esordì il 9 ottobre 1981 al Teatro Unione di Viterbo, mentre l'allestimento più famoso, dal quale è anche stata tratta la registrazione televisiva ufficiale, è quello realizzato nel 1991 sul sagrato della Basilica Superiore di San Francesco in Assisi.

Trama

Il giovane Francesco, figlio del ricco mercante di stoffe, Pietro di Bernardone, destinato ad una vita di ricchezza, cambia radicalmente la propria esistenza, suscitando l'ira paterna. Con la conversione, Francesco decide di rinunciare ai beni terreni per dedicarsi all'annuncio del Vangelo ed al servizio dei più poveri, predicando l'Amore per Dio e per il Creato.

Le scene recitate di tutto il musical sono consegnate ai personaggi di Pietro di Bernardone e della Cenciosa che, con i loro dialoghi e monologhi, introducono o commentano, in maniera comica e non, le ventitré scene cantate che compongono lo spettacolo.

Colonna sonora

La parte musicale della commedia ricostruisce gli episodi fondamentali dell'esistenza di Francesco e mette in evidenza il suo stile di vita (semplicità, povertà, perfetta letizia, affidamento alla Provvidenza):

  • Forza venite gente: la canzone di apertura del musical che rappresenta la scena in cui San Francesco rinuncia ai beni terreni ed indossa il saio.
  • Sorella provvidenza: un inno alla Provvidenza, compagna di viaggio di Francesco e dei suoi seguaci.
  • Stanotte ragazzi: gli amici di Francesco sono rattristati dalla sua scelta, poiché era un elemento centrale nella loro comitiva.
  • I miei capelli: Chiara abbandona i suoi abiti preziosi ed indossa quelli della penitenza e Francesco le taglia i capelli in segno di consacrazione a Dio.
  • Ventiquattro piedi siamo: Francesco ed i suoi primi compagni si recano a Roma dal papa Innocenzo III per ottenere l'approvazione della loro forma di vita.
  • E Volare, volare: la Predica agli uccelli è uno degli episodi più conosciuti della vita del Santo.
  • Posso dire amore a tutti: secondo alcune leggende, Chiara, prima di scegliere la vita monastica, era innamorata di Francesco. In questa scena lei gli espone il suo dilemma: posso amare tutti, ma non posso amare te. Francesco con grande tenerezza, le fa capire che non può accogliere quel tipo di amore in quanto diventerebbe "ricco" mentre lui, invece, ha scelto di vivere in povertà.
  • Il lupo: un altro episodio della vita di Francesco narra di come sia riuscito ad addomesticare un feroce lupo che terrorizzava gli abitanti di Gubbio.
  • L'angelo biondo: racconta che, quando ancora Francesco viveva nella casa paterna, Pietro di Bernardone lo sentiva dialogare nella la notte con qualcuno di cui lui non riusciva a sentirne la voce. Francesco parlava con un angelo che lui solo poteva ascoltare e vedere.
  • Venite cavalieri: Francesco raggiunge la Terra Santa, dove è in corso la quinta crociata, poiché desidera predicare il Vangelo ai saraceni.
  • Tu Francesco in Terra Santa racconta della missione di Francesco vista dall'occhio critico di un cavaliere crociato.
  • La luna: Francesco ed un mussulmano accomunati dallo stesso sogno di pace si rivolgono entrambi alla Luna, come riflesso della presenza di Dio, invocando la pace sull'umanità.
  • È Natale: Francesco realizza il primo presepe.
  • La sposa di Gesù: mentre Pietro di Bernardone parla dei dubbi che possono nascere nell'uomo, appare sulla scena santa Chiara con alcune incertezze.
  • Ammazziamoli
  • Morire sì, ma non così
  • Perfetta letizia: Francesco spiega a Frate Leone cosa è la "Perfetta Letizia".
  • La povertà: madonna Povertà si presenta e parla di sé.
  • Semplicità, sorella mia: altra componente essenziale della vita di Francesco, Chiara e dei loro seguaci a vita.
  • Povero vecchio diavolo: protagonista di questa scena è il Diavolo che non riesce ad indurre Francesco in tentazione.
  • Sorella Morte: la Morte di San Francesco.
  • E piansero i lupi nel bosco: la tristezza e l'infelicità è scesa su Assisi a causa della morte del Santo.
  • Laudato sii: il Cantico di Frate Sole, la più bella preghiera scritta da Francesco.

Galleria fotografica

Voci correlate
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.