Giacomo Lanzetti

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Giacomo Lanzetti
Lanzetti.jpg
Vescovo
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo
ERRORE in "fase canonizz"

Mons Giacomo Lanzetti.JPG

Sincero corde servire
Titolo
Vescovo emerito di Alba
Età attuale 76 anni
Nascita Carmagnola
21 aprile 1942
Morte
Sepoltura
Appartenenza Arcidiocesi di Torino
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale 26 giugno 1966 dal card. Michele Pellegrino
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo 21 giugno 2002 da Giovanni Paolo II
nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile 20 luglio 2002 dal card. Severino Poletto
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo
Elevazione a Patriarca
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
Scheda nel sito della CEI
Scheda nel sito della diocesi o congregazione

Giacomo Lanzetti (Carmagnola, 21 aprile 1942) è un vescovo italiano, dal 15 settembre 2015 vescovo emerito della diocesi di Alba.

Biografia

La formazione e il ministero sacerdotale

Nacque a Carmagnola, presso Torino, ed entrò in seminario a Giaveno nel 1953; completò la sua formazione nel settembre 1958 a Torino.

Durante l'ultimo anno di teologia fu invitato dal vescovo Felicissimo Tinivella a perfezionare gli studi presso la Pontificia Università Salesiana: il 30 agosto 1967 conseguì il diploma di qualificazione in pedagogia catechistica.

Fu ordinato presbitero il 26 giugno 1966 dal cardinale Michele Pellegrino.

Dopo essere stato vice parroco dal 1967 al 1975, venne invitato dallo stesso cardinale Pellegrino a fondare una nuova parrocchia dedicata a San Benedetto Abate nel nascente quartiere torinese di Pozzo Strada. Prima di posare la prima pietra dell'edificio, Lanzetti aveva adattato a chiesa un negozio nelle vicinanze del luogo ove sarebbe sorta la futura chiesa parrocchiale. Essa venne consacrata dal cardinale Ballestrero il 13 maggio 1978.

Parroco a San Benedetto per ventisei anni, svolse numerose attività di formazione, rese possibili anche grazie alla casa di spiritualità Oasi di San Benedetto, sita in Montanaro e utilizzata come ritrovo dei giovani della sua parrocchia.

Nel 2000 il cardinale Severino Poletto lo nominò vicario episcopale per la città di Torino.

Il ministero episcopale

Il 21 giugno 2002 fu eletto vescovo titolare di Mariana, e ricevette l'ordinazione episcopale il 20 luglio seguente per l'imposizione delle mani del cardinale Poletto; furono conconsacranti l'arcivescovo Paolo Romeo e il vescovo Pier Giorgio Micchiardi. Dal 2002 al 2006 fu vescovo ausiliare della sua Arcidiocesi.

Il 29 settembre 2006 papa Benedetto XVI lo nominò vescovo di Alghero-Bosa, il 25 novembre prende possesso della diocesi. Il 28 giugno 2010 vescovo di Alba. Il 6 ottobre seguente prende possesso della diocesi. Il 16 luglio 2015 annuncia di aver presentato le dimissioni dall'incarico di vescovo di Alba per motivi di salute. Il 24 settembre dello stesso anno papa Francesco accoglie le sue dimissioni.

Stemma episcopale

Lo stemma ha i medesimi colori in alto a destra ed in basso a sinistra, l'azzurro e il bianco, che stanno ad indicare la doppia cittadinanza di ogni cristiano: la terra ed il cielo.

Nei quadrati sono raffigurati:

  • Il pellicano, simbolo di chi si sacrifica per i figli fino a squarciarsi il petto per la loro sopravvivenza, ad indicare il dono totale di se stesso cui è chiamato il vescovo.
  • I pani ed i pesci[1], che rimandano all'episodio evangelico (Mt 14,13-21) in cui Gesù, prima di moltiplicare pani e pesci, fa appello alla collaborazione dei discepoli, ad indicare la necessaria attenzione ai problemi della gente cui la Chiesa deve dedicarsi senza riserve.
  • Due pesci che si uniscono a formare la lettera "C", iniziale di Cristo e della città di Carmagnola, dove Mons. Lanzetti è nato.
  • Al centro dei due pesci una stella richiama l'Immacolata, patrona di Carmagnola, e titolare delle cattedrali di Alghero e Bosa.

Le altre due parti dello stemma, ripetute in modo identico, fanno più da vicino riferimento alla storia personale del vescovo: le tre conchiglie in alto a destra richiamano San Giacomo, di cui Mons. Lanzetti porta il nome, ed evocano il tema del pellegrinaggio, immagine della vita cristiana, nonché il cognome del Cardinal Michele Pellegrino, cui Mons. Lanzetti deve l'ordinazione presbiterale.

Il cartiglio reca il motto: "Sincero corde servire" ("Servire con cuore sincero"), un'espressione tratta dalla Preghiera Eucaristica IV.

Genealogia episcopale e successione apostolica

Successione degli incarichi

Predecessore: Vescovo titolare di Mariana in Corsica Successore: Stemma vescovo.png
- 21 giugno 2002 - 29 settembre 2006 Paolo De Nicolò I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
- {{{data}}} Paolo De Nicolò
Predecessore: Vescovo di Alghero-Bosa Successore: Stemma vescovo.png
Antonio Vacca 29 settembre 2006 - 28 giugno 2010 Mauro Maria Morfino I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Antonio Vacca {{{data}}} Mauro Maria Morfino
Predecessore: Vescovo di Alba Successore: Stemma vescovo.png
Sebastiano Dho dal 28 giugno 2010 - 25 settembre 2015 Marco Brunetti I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Sebastiano Dho {{{data}}} Marco Brunetti
Note
  1. Il Pane ed i pesci sono impressi anche nel pastorale di Mons. Lanzetti.
Voci correlate
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.