Lorenzo Pucci

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Lorenzo Pucci
Stemma Lorenzo Picci.jpg
Cardinale
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
ERRORE in "fase canonizz"
{{{note}}}

PUCCI LORENZO.JPG

{{{didascalia}}}
'
Titolo cardinalizio
Incarichi attuali
Età alla morte 73 anni
Nascita Firenze
18 agosto 1458
Morte Roma
16 settembre 1531
Sepoltura Basilica di Santa Maria sopra Minerva (Roma)
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale in data sconosciuta
Ordinazione presbiterale [[{{{aO}}}]]
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo 15 febbraio 1508 da Giulio II
nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile 13 febbraio 1516 da Leone X
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo
Elevazione a Patriarca {{{patriarca}}}
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
23 settembre 1513 da Leone X (vedi)
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Opposto a {{{Opposto a}}}
Sostenuto da {{{Sostenuto da}}}
Scomunicato da
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Nome completo {{{nome completo}}}
Trattamento {{{trattamento}}}
Onorificenze
Nome templare {{{nome templare}}}
Nomi postumi
Altri titoli
Casa reale {{{casa reale}}}
Dinastia {{{dinastia}}}
Padre {{{padre}}}
Madre {{{madre}}}
Coniuge

{{{coniuge 1}}}

Consorte

Consorte di

Figli
Religione {{{religione}}}
Firma [[File:{{{firma}}}|150x150px]]
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda

Lorenzo Pucci (LA) Laurentius Pucius (Firenze, 18 agosto 1458; † Roma, 16 settembre 1531) è stato un vescovo e cardinale italiano.

Cenni biografici

Lorenzo nacque il 18 agosto 1458 a Firenze, in una nobile e antica famiglia fiorentina. Era figlio di Antonio e Piera nata Manetti e fratello del cardinale Roberto Pucci. Fu zio del cardinale Antonio Pucci.

Primi anni

A partire dall'anno accademico 1474-75 studiò all'Università di Pisa dove si laureò in diritto civile nel 1478. Per i due anni successivi fu lettore di Istituzioni e, contemporaneamente, proseguì gli studi di diritto canonico e negli anni 1480-82 divenne lettore nel medesimo ateneo di tale disciplina.

Fu professore ordinario di diritto all'Università di Pisa, canonico del capitolo della cattedrale metropolitana di Firenze, in seguito abbreviatore di lettere apostoliche e chierico della Camera Apostolica.

Ministero episcopale

Fu eletto vescovo coadiutore del vescovo di Pistoia Niccolò Pandolfini, con diritto di successione, nel 1518. Alla morte del predecessore, e per un breve periodo, ne divenne vescovo per poi dimissionare in favore del nipote Antonio.

Fu datario con papa Giulio II e Leone X, dal 1511 al settembre 1513.

Per ottenere assistenza contro la Francia, Giulio II lo inviò a Firenze dove consegnò un'eloquente orazione davanti al senato fiorentino. Nel 1513 assunse l'amministrazione della sede vacante di Melfi, si dimise in favore del nipote Giovanni nel 1528. Partecipò al Concilio V Lateranense del 1512. Nella sua undicesima sessione lesse il calendario. Fu nominato segretario di Papa Leone X nel 1513.

Alla morte di Giulio II, Pucci ne fu uno degli esecutori testamentari e si occupò delle convenzioni con Michelangelo per il completamento del monumento funebre del Papa; allo stesso artista Pucci commissionò un disegno per la facciata del suo palazzo a Roma, fuori dalla porta del Torrione. Il palazzo, venduto nel 1566 dai suoi eredi, divenne sede del Sant'Uffizio.

Cardinalato

Quando il connazionale cardinale Giovanni de' Medici fu eletto Papa con il nome di Leone X, l'influenza di Pucci nella curia romana crebbe ulteriormente: fu eletto cardinale nel concistoro del 23 settembre 1513 con il titolo presbiterale dei Quattro Santi Coronati e il 28 novembre dello stesso anno gli fu conferita una pensione di 500 ducati annui. Nel 1524 optò per l'ordine dei cardinali vescovi assumendo per un breve periodo la sede suburbicaria di Albano, poi mutata in quella di Palestrina. Fu cardinale protettore della Polonia dal 1514, amministratore della sede di Amalfi dal 1516 al 1519, Camerlengo del Collegio Cardinalizio nell'anno 1518-1519. In quell'anno assunse per un breve periodo l'amministrazione di Montefiascone. L'anno seguente divenne Penitenziere maggiore da cui dimissionò nel 1529 in favore del nipote futuro cardinale Antonio Pucci.

Partecipò al conclave del 1521-1522 che elesse papa Adriano VI. Nel 1522 fu amministratore della sede di Capaccio fino al 1523. Durante questo pontificato il suo potere subì una battuta d'arresto: contro Pucci si erano già in precedenza levate molte accuse di peculato e malversazione, soprattutto da parte del cardinale Francesco Soderini e della sua cerchia, dando occasione a Martin Lutero di denunciare l'avidità della corte romana, in particolare nello scandaloso commercio delle indulgenze e dei benefici ecclesiastici. Il Papa sembrava propenso a prendere misure contro la sua gestione, ma la protezione dal cardinale Giulio de' Medici e la precoce morte del Papa le resero prive di conseguenze.

Partecipò al conclave del 1523 che elesse il suo connazionale e Clemente VII lo confermò nella carica di penitenziere maggiore. Fu mecenate di grandi artisti del Rinascimento come Raffaello Sanzio e Michelangelo Buonarroti.

Morì nel suo palazzo romano il 16 settembre 1531. Fu sepolto inizialmente nella basilica patriarcale vaticana. In seguito la salma fu traslata nella basilica di santa Maria sopra Minerva, accanto al mausoleo di papa Leone X. Gli eredi eressero un cenotafio nell'oratorio di san Sebastiano, eretto dalla famiglia Pucci nel 1452 su progetto di Michelozzo, nella basilica fiorentina della Santissima Annunziata.

Genealogia episcopale

Successione degli incarichi

Predecessore: Datario di Sua Santità Successore: Emblem Holy See.svg
Francesco Argentino 23 agosto 1511-23 settembre 1513 Silvio Passerini I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Francesco Argentino {{{data}}} Silvio Passerini
Predecessore: Amministratore apostolico di Melfi Successore: BishopCoA PioM.svg
Raffaele di Ceva[1], O.F.M.
(vescovo)
12 agosto 1513-16 marzo 1528 Giannotto Pucci[2], O.F.M.

(vescovo)
I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Raffaele di Ceva[1], O.F.M.
(vescovo)
{{{data}}} Giannotto Pucci[2], O.F.M.

(vescovo)
Predecessore: Cardinale presbitero dei Santi Quattro Coronati Successore: CardinalCoA PioM.svg
Luis Juan de Milá 29 settembre 1513-15 giugno 1524 Antonio Pucci I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Luis Juan de Milá {{{data}}} Antonio Pucci
Predecessore: Amministratore apostolico di Vannes Successore: BishopCoA PioM.svg
Robert Guibé 21 novembre 1513-11 dicembre 1514 André Hamon[3], O.F.M.

(vescovo)
I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Robert Guibé {{{data}}} André Hamon[3], O.F.M.

(vescovo)
Predecessore: Amministratore apostolico di Amalfi Successore: BishopCoA PioM.svg
Antonio Balestrieri[4], O.Cist.
(arcivescovo)
1º gennaio 1516-17 giugno 1517 Girolamo Planca[5], O.Cist.

(arcivescovo)
I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Antonio Balestrieri[4], O.Cist.
(arcivescovo)
{{{data}}} Girolamo Planca[5], O.Cist.

(arcivescovo)
Predecessore: Amministratore apostolico di Giovinazzo Successore: BishopCoA PioM.svg
Giustino Planca[6], O.Cist.

(vescovo)
1º aprile - 21 agosto 1517 Marcello Planca[7], O.Cist.

(vescovo)
I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Giustino Planca[6], O.Cist.

(vescovo)
{{{data}}} Marcello Planca[7], O.Cist.

(vescovo)
Predecessore: Camerlengo del Collegio Cardinalizio Successore: Emblem Holy See.svg
Achille Grassi 8 gennaio 1518-10 gennaio 1519 Giulio de'Medici I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Achille Grassi {{{data}}} Giulio de'Medici
Predecessore: Vescovo di Pistoia Successore: BishopCoA PioM.svg
Niccolò Pandolfini 17 settembre - 5 novembre 1518 Antonio Pucci I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Niccolò Pandolfini {{{data}}} Antonio Pucci
Predecessore: Amministratore apostolico di Montefiascone e Corneto Successore: BishopCoA PioM.svg
Alessandro Farnese
(vescovo)
23 marzo - 13 aprile 1519 Guido Ascanio Sforza di Santa Fiora I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Alessandro Farnese
(vescovo)
{{{data}}} Guido Ascanio Sforza di Santa Fiora
Predecessore: Penitenziere Maggiore Successore: Emblem Holy See.svg
Leonardo Grosso della Rovere 28 settembre 1520-1º ottobre 1529 Antonio Pucci I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Leonardo Grosso della Rovere {{{data}}} Antonio Pucci
Predecessore: Amministratore apostolico di Capaccio Successore: BishopCoA PioM.svg
Vincenzo Galeota[8], O.Cist.
10 settembre 1522-12 giugno 1523 Tommaso Caracciolo[9] I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Vincenzo Galeota[8], O.Cist.
{{{data}}} Tommaso Caracciolo[9]
Predecessore: Cardinale vescovo di Albano Successore: Cardinalbishop.svg
Marco Cornaro 15 giugno - 24 luglio 1524 Giovanni Piccolomini I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Marco Cornaro {{{data}}} Giovanni Piccolomini
Predecessore: Cardinale vescovo di Palestrina Successore: Cardinalbishop.svg
Marco Cornaro 24 luglio 1524-16 settembre 1531 Giovanni Piccolomini I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Marco Cornaro {{{data}}} Giovanni Piccolomini
Note
  1. cfr. Bishop Raffaele di Ceva, O.F.M. † su catholic-hierarchy.org. URL consultato il 14-07-2020
  2. cfr. Bishop Giannotto Pucci † su catholic-hierarchy.org. URL consultato il 14-07-2020
  3. cfr. Bishop André Hamon † su catholic-hierarchy.org. URL consultato il 14-07-2020
  4. cfr. Archbishop Antonio Balestrieri, O. Cist. † su catholic-hierarchy.org. URL consultato il 14-07-2020
  5. cfr. Archbishop Girolamo Planca † su catholic-hierarchy.org. URL consultato il 14-07-2020
  6. cfr. Bishop Giustino Planca † su catholic-hierarchy.org. URL consultato il 14-07-2020
  7. cfr. Bishop Marcello Planca † su catholic-hierarchy.org. URL consultato il 14-07-2020
  8. cfr. Bishop Vincenzo Galeotti (Galeota) † su catholic-hierarchy.org. URL consultato il 14-07-2020
  9. cfr. Archbishop Tommaso Caracciolo † su catholic-hierarchy.org. URL consultato il 14-07-2020
Bibliografia
  • Vanna Arrighi, PUCCI, Lorenzo su treccani.it, Treccani Dizionario Biografico degli Italiani , 2016 URL consultato il 3-07-2020

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.