Santissimo Nome di Maria

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Disambig-dark.svg
Nota di disambigua - Se stai cercando altri significati del nome Santissimo Nome di Maria, vedi Santissimo Nome di Maria (disambigua).

Santissimo Nome di Maria

Coll.privata F.Zurbaran Mad.Mercede+S.PietroNolasco+S.RaimondoNonnato 1635-40.jpg
Francisco de Zurbarán, Madonna della Mercede con san Pietro Nolasco e san Raimondo Nonnato (1635 - 1640), olio su tela; collezione privata
Commemorazione celebrata Memoria del Santissimo Nome di Maria
{{{tipologia}}}
Periodo {{{periodo}}}
Data 12 settembre
Data mobile {{{data mobile}}}

Data nel 2016: Errore nell'espressione: operatore < inatteso
Data nel 2017: Errore nell'espressione: operatore < inatteso
Data nel 2018: Errore nell'espressione: operatore < inatteso

Note
Nel Rito Ambrosiano la memoria è detta Santo Nome della beata Vergine Maria
Rito Romano
Tipologia Memoria facoltativa.
Periodo Tempo Ordinario
Data {{{dataRR}}}
Data {{{data mobileRR}}}
Data nel 2016: Errore nell'espressione: operatore < inatteso

Data nel 2017: Errore nell'espressione: operatore < inatteso
Data nel 2018: Errore nell'espressione: operatore < inatteso

Rito Ambrosiano
Tipologia Memoria
Periodo Settimane Dopo il Martirio
Data {{{dataRA}}}
Data {{{data mobileRA}}}
Data nel 2016: Errore nell'espressione: operatore < inatteso

Data nel 2017: Errore nell'espressione: operatore < inatteso
Data nel 2018: Errore nell'espressione: operatore < inatteso

Di precetto in {{{di precetto in}}}
Celebrata in
Celebrata a {{{celebrata a}}}
Tradizioni religiose
Data d'istituzione 1513 da Papa Giulio II
Chiamata anche
Tutti-i-santi.jpgNel Martirologio Romano, 12 settembre, n. 1:
« Santissimo Nome della beata Vergine Maria: in questo giorno si rievoca l'ineffabile amore della Madre di Dio verso il suo santissimo Figlio ed è proposta ai fedeli la figura della Madre del Redentore perché sia devotamente invocata. »

Storia

La devozione al nome di Maria, presto arricchita dai pontefici di particolari indulgenze, risale alla metà del XII secolo.

La festa venne istituita nel 1513 da Papa Giulio II, che la concesse alla sola diocesi spagnola di Cuenca: inizialmente celebrata il 15 settembre, fu spostata da papa Sisto V al 17 dello stesso mese nel 1587; la celebrazione della festa venne poi estesa da Papa Gregorio XV all'Arcidiocesi di Toledo nel 1622, e da Papa Clemente X all'intera Spagna nel 1671.

La sua introduzione venne promossa da papa Innocenzo XI (Beato Benedetto Odescalchi) che, con decreto del 5 febbraio del 1685, ne estese la celebrazione a tutta la Chiesa cattolica.

La ricorrenza doveva servire a commemorare la Santa Messa celebrata a Vienna il 12 settembre del 1683 dal Beato Marco d'Aviano per propiziare la vittoria della Lega Santa nella Battaglia di Vienna, i cui capi furono l'imperatore Leopoldo I d'Austria e il re di Polonia Giovanni III Sobieski, che in quell'occasione servì la Messa.

Il giorno prima, 11 settembre 1683, i due sovrani cattolici avevano dato inizio alla Battaglia di Vienna, che portò alla liberazione della capitale austriaca dall'assedio dei Turchi Ottomani il 17 settembre 1683[1].

Nel Rito Ambrosiano

Il Rito Ambrosiano prevede per questa celebrazione il grado di memoria, diversamente dal Rito Romano che la pone come memoria facoltativa.

La liturgia ambrosiana, per cui, ha scelto per questa ricorrenza, delle letture proprie in alternativa con quelle del giorno:


Note
  1. La festività ha quindi origini simili a quelle della Trasfigurazione, istituita da papa Callisto III in ricordo della liberazione di Belgrado (6 agosto 1455), e della Madonna del Rosario, voluta da papa Pio V per commemorare la vittoria di Lepanto (7 ottobre 1571).
Bibliografia
  • Raffaello Ricci, Brevi note sull'origine storica e la natura giuridica della Ven. Arciconfraternita del SS.mo Nome di Maria nella chiesa di S. Bernardo al Foro Traiano, Roma 1923
Voci correlate
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.