Enrico Dante

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Enrico Dante
Stemma dante.jpg
Cardinale
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
ERRORE in "fase canonizz"
{{{note}}}

Second Vatican Council by Lothar Wolleh 001.jpg

Mons. Enrico Dante, alla sinistra di Paolo VI, durante il Concilio Vaticano II
'
Titolo cardinalizio
Incarichi attuali
Età alla morte 82 anni
Nascita Roma
5 luglio 1884
Morte Roma
24 aprile 1967
Sepoltura Basilica di Sant'Agata dei Goti (Roma)
Appartenenza Diocesi di Roma
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale Chiesa di S. Apollinare, Roma, 3 luglio 1910 da arc. Giuseppe Ceppetelli
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo {{{nominato}}}
nominato arcivescovo 28 agosto 1962 da Giovanni XXIII
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile San Giovanni in Laterano, 21 settembre 1962 dal papa Giovanni XXIII
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo
Elevazione a Patriarca {{{patriarca}}}
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
22 febbraio 1965 da Paolo VI (vedi)
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Opposto a {{{Opposto a}}}
Sostenuto da {{{Sostenuto da}}}
Scomunicato da
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Nome completo {{{nome completo}}}
Trattamento {{{trattamento}}}
Onorificenze
Nome templare {{{nome templare}}}
Nomi postumi
Altri titoli
Casa reale {{{casa reale}}}
Dinastia {{{dinastia}}}
Padre {{{padre}}}
Madre {{{madre}}}
Coniuge

{{{coniuge 1}}}

Consorte

Consorte di

Figli
Religione {{{religione}}}
Firma [[File:{{{firma}}}|150x150px]]
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda

Enrico Dante (Roma, 5 luglio 1884; † Roma, 24 aprile 1967) è stato un cardinale e arcivescovo italiano, Prefetto delle cerimonie pontificie di tre Papi.

Biografia

La formazione e il ministero sacerdotale

Nacque il 5 luglio 1884 a Roma, da Achille Dante e Zenaide Ingegni; aveva un fratello missionario in Brasile. Per fuggire dalla polizia austriaca, il padre si trasferì a Roma dove morì quando Enrico aveva otto anni.

Compì gli studi secondari con i Padri di Sion a Parigi; dal 1901 si trasferì a Roma e risiedette all'Almo Collegio Capranica, studente alla Pontificia Università Gregoriana dove conseguì il dottorato in filosofia, teologia canonica e diritto civile; e infine, allo "Studium" della Sacra Rota Romana, dove ottenne il titolo di avvocato rotale. Fu ordinato sacerdote il 3 luglio 1910 nella chiesa di S. Apollinare a Roma dal vicegerente di Roma Giuseppe Ceppetelli, patriarca titolare di Costantinopoli dei Latiniti.

Fu professore di filosofia al Pontificio Ateneo Urbano "De Propaganda Fide", fino al 1928 e di teologia dal 1928 al 1947. A servizio della Penitenzieria Apostolica nel 1913, divenne membro del Collegio dei Cerimonieri Pontifici dal 25 marzo 1914. Nel 1923 Papa Pio XI gli propose di riaprire la nunziatura apostolica a Parigi, ma rifiutò. Divenne membro supplente della Sacra Congregazione dei Riti il 26 ottobre 1923 e sostituto il 28 settembre 1930. Nominato da Pio XII Prelato domestico di Sua Santità il 15 maggio 1943, divenne sottosegretario della Sacra Congregazione del Cerimoniale il 27 maggio dello stesso anno [1]. Il 13 giugno 1947 ricoprì l'incarico di Prefetto delle cerimonie pontificie fino al 1965 quando fu creato cardinale. Fu a servizio della Congregazione dei Riti dal 24 gennaio 1959 come pro-segretario e segretario dal 5 gennaio 1960. Esercitò il ministero pastorale ad Agro Romano e Torre Nova, nonché nella Basilica di San Giovanni in Laterano. Decano del Capitolo della chiesa di S. Maria in Monte in piazza del Popolo a Roma, amministrò il sacramento della confessione per quarant'anni nella chiesa del Sacro Cuore al Suffragio. Era un atleta entusiasta e contribuì a costituire la squadra di calcio di Roma; era anche alpinista. Come cerimoniere papale partecipò ai conclavi del 1914, 1922, 1939, 1958 e 1963 e all'incoronazione dei Papi Benedetto XV, Pio XI, Pio XII, Giovanni XXIII e Paolo VI. Fu il primo maestro del cerimoniale papale ad assistere il papa nella consacrazione di un vescovo, Gabriel Acacius Coussa, futuro cardinale di rito bizantino.

Il ministero episcopale

Il 28 agosto 1962 fu nominato da Giovanni XXIII arcivescovo titolare di Carpasia e consacrato il 21 settembre seguente, nella basilica patriarcale del Laterano dal Papa stesso; coconsacranti furono Francesco Carpino, arcivescovo titolare di Sardica, assessore della Sacra Congregazione Concistoriale e Pietro Parente, arcivescovo titolare di Teolemaide di Tebaide, assessore della Sacra Congregazione del Sant'Uffizio. Nella medesima cerimonia furono consacrati i futuri cardinali Paul-Pierre Philippe, Pietro Palazzini e Cesare Zerba.

Partecipò al Concilio Vaticano II dal 1962 al 1965; fu anche membro prima della Commissione Antepreparatoria e poi consigliere della Commissione Centrale preparatoria.

Il cardinalato

Creato cardinale presbitero nel concistoro del 22 febbraio 1965, ricevette la berretta rossa e il titolo di Sant'Agata dei Goti, elevato a diaconia "pro illa vice", il 25 febbraio 1965.

Morte

Quando fu ricoverato in ospedale, Papa Paolo VI lo visitò il 6 aprile 1967. Morì di cancro a Roma al mattino presto il 24 aprile dello stesso anno. È sepolto nella basilica di Sant'Agata dei Goti (Roma).

Genealogia episcopale

Successione degli incarichi

Predecessore: Sottosegretario della Congregazione del Cerimoniale Successore: Flag of the Vatican City.svg
Luigi Capotosti
ch
27 maggio 1943-13 giugno 1947 Ermanno Bonazzi I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Luigi Capotosti
ch
{{{data}}} Ermanno Bonazzi
Predecessore: Prefetto delle Cerimonie Pontificie Successore: Flag of the Vatican City.svg
Carlo Respighi 13 giugno 1947-22 febbraio 1965 Annibale Bugnini, C.M.
ch
(delegato)
I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Carlo Respighi {{{data}}} Annibale Bugnini, C.M.
ch
(delegato)
Predecessore: Segretario della Congregazione dei Riti
(Pro-segretario fino al 5 gennaio 1960)
Successore: Flag of the Vatican City.svg
Alfonso Carinci 24 gennaio 1959-22 febbraio 1965 Ferdinando Giuseppe Antonelli, O.F.M. I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Alfonso Carinci {{{data}}} Ferdinando Giuseppe Antonelli, O.F.M.
Predecessore: Vescovo titolare di Carpasia
(titolo personale di arcivescovo)
Successore: Archbishop CoA PioM.svg
Umberto Luciano Altomare
ch
28 agosto 1962-22 febbraio 1965 vacante I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Umberto Luciano Altomare
ch
{{{data}}} vacante
Predecessore: Cardinale presbitero di Sant'Agata dei Goti
(titolo presbiterale pro illa vice)
Successore: Stemma cardinale.png
John Francis D'Alton
ch
25 febbraio 1965-24 aprile 1967 Silvio Angelo Pio Oddi I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
John Francis D'Alton
ch
{{{data}}} Silvio Angelo Pio Oddi
Note
  1. Acta Apostolicae Sedis - Commentarium Officiale 1943, op. cit., p. 188
Bibliografia
  • L'Osservatore Romano, Città del Vaticano: Enrico Dante - I cenni biografici, le attività i meriti dei nuovi porporati, n. 44 (22-23 febbraio 1965), p. 5;
  • McElwain A. R., Quell'uomo accanto a Papa Giovanni. Monsignor Dante è sempre nella foto, Digest cattolico. XXVI, 9 (luglio 1962), 14-18.
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.