Giuseppe Fietta

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Giuseppe Fietta
Cardinale
Stemma Giuseppe Fietta.jpg
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
ERRORE in "fase canonizz"
{{{note}}}
Fiat pax in virtute tua

Giuseppe Fietta.png

{{{didascalia}}}
Titolo cardinalizio
Incarichi attuali
Età alla morte 76 anni
Nascita Ivrea
6 novembre 1883
Morte Ivrea
1º ottobre 1960
Sepoltura cattedrale di Ivrea
Appartenenza Diocesi di Ivrea
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale cattedrale di Ivrea, 4 novembre 1906 dal vescovo Matteo Angelo Filipello
Nominato Abate {{{nominatoAB}}}
Nominato amministratore apostolico {{{nominatoAA}}}
Nominato vescovo {{{nominato}}}
Nominato arcivescovo 30 marzo 1926 da Pio XI
Nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
Nominato patriarca {{{nominatoP}}}
Nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile Basilica del Sacro Cuore di Gesù a Castro Pretorio (Roma), 10 ottobre 1926 dal card. arc. Giovanni Vincenzo Bonzano
Elevazione ad Arcivescovo {{{elevato}}}
Elevazione a Patriarca {{{patriarca}}}
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
15 dicembre 1958 da Giovanni XXIII (vedi)
Cardinale per
Cardinale per 1 anno, 9 mesi e 17 giorni
Cardinale elettore
Incarichi ricoperti
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Opposto a {{{Opposto a}}}
Sostenuto da {{{Sostenuto da}}}
Scomunicato da
Riammesso da da
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Durata del
pontificato
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato

Ordinazioni

Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
[[File:|100px|Stemma]]
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede
Successore
Nome completo {{{nome completo}}}
Trattamento {{{trattamento}}}
Onorificenze
Nome templare {{{nome templare}}}
Nomi postumi
Altri titoli
Casa reale {{{casa reale}}}
Dinastia {{{dinastia}}}
Padre {{{padre}}}
Madre {{{madre}}}
Coniuge

{{{coniuge 1}}}

Consorte

Consorte di

Figli
Religione {{{religione}}}
Firma [[File:{{{firma}}}|150x150px]]
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda
Invito all'ascolto
Firma autografa
[[File:{{{FirmaAutografa}}}|250px]]

Giuseppe Fietta (Ivrea, 6 novembre 1883; † Ivrea, 1º ottobre 1960) è stato un rettore, arcivescovo e cardinale italiano, nunzio apostolico in Centro America e in Italia.

Biografia

Formazione sacerdotale

Nacque il 6 novembre 1883 a Ivrea. Entrato nel seminario diocesano, approfondì gli studi teologici a Roma presso la Pontificia Università Gregoriana. Fu ordinato presbitero il 4 novembre 1906 a Ivrea dal vescovo Matteo Angelo Filipello [1]. Dall'anno seguente esercitò il ministero come segretario del vescovo di Alghero Ernesto Maria Piovella, O.SS.C.A. [2].

Lo seguì nelle successive sedi metropolitane di Oristano nel 1914 e di Cagliari dal 1920; fu nominato Prelato domestico di Sua Santità il 9 maggio dello stesso anno [3]. Divenne rettore del seminario di Alghero e canonico del Capitolo metropolitano nel 1923. L'anno seguente intraprese l'attività diplomatica in Costa Rica in veste di segretario e dal 1925, quale incaricato d'affari. Sebbene impegnato all'estero, riservò alla Sardegna un costante affetto curando le amicizie personali ed ecclesiali e compiendo frequenti visite.

Ministero episcopale e attività diplomatica

Pio XI lo nominò arcivescovo titolare di Sardica il 30 marzo 1926 [4]. Fu consacrato il 10 ottobre seguente nella basilica del Sacro Cuore a Castro Pretorio a Roma dal cardinale di Santa Susanna Giovanni Bonzano, assistito da Ernesto Maria Piovella, O.SS.C.A. [5] arcivescovo di Cagliari, e da Agustín Blessing Presinger, C.M. [6] vescovo titolare di Tegea, vicario apostolico di Limón in Costa Rica. Il suo motto episcopale era Fiat pax in virtute tua.

Fu promosso internunzio in America Centrale l'8 luglio dello stesso anno. Fu trasferito alle nunziature di Haiti, Repubblica Dominicana il 18 ottobre 1930, dell'Argentina l'8 agosto 1936 e Paraguay dall'11 dicembre dello stesso anno. Rientrato in patria quale nunzio in nunzio apostolico in Italia il 26 gennaio 1953, fu il primo prelato canavesano a ricoprire lo stesso incarico che, in seguito, sarà dei conterranei cardinali Carlo Furno e Giuseppe Bertello.

Cardinalato

Creato cardinale presbitero nel concistoro del 15 dicembre 1958 da Giovanni XXIII, ricevette il cappello rosso e il titolo di San Paolo Apostolo alla Regola, diaconia elevata pro illa vice a titolo, il 12 marzo 1959.

Morte

Morì il 1º ottobre 1960 a Ivrea. Fu sepolto nella cattedrale di Ivrea.

Genealogia episcopale

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi la voce Genealogia episcopale

Successione degli incarichi

Predecessore: Arcivescovo titolare di Sardica Successore: Archbishop CoA PioM.svg
Ernesto Eugenio Filippi 30 marzo 1926 - 15 dicembre 1958 Giuseppe Antonio Ferretto I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Ernesto Eugenio Filippi {{{data}}} Giuseppe Antonio Ferretto
Predecessore: Internunzio apostolico in America centrale Successore: Flag of the Vatican City.svg
Angelo Rotta 8 luglio 1926 - 23 settembre 1930 Carlo Chiarlo I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Angelo Rotta {{{data}}} Carlo Chiarlo
Predecessore: Nunzio apostolico ad Haiti Successore: Flag of the Vatican City.svg
George Joseph Caruana 23 settembre 1930 - 20 giugno 1936 Maurilio Silvani I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
George Joseph Caruana {{{data}}} Maurilio Silvani
Predecessore: Nunzio apostolico nella Repubblica Dominicana Successore: Flag of the Vatican City.svg
Rocco Cocchia, O.F.M. Cap. 23 settembre 1930 - 20 giugno 1936 Alfredo Pacini I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Rocco Cocchia, O.F.M. Cap. {{{data}}} Alfredo Pacini
Predecessore: Nunzio apostolico in Argentina Successore: Flag of the Vatican City.svg
Filippo Cortesi 20 giugno 1936 - 26 gennaio 1953 Mario Zanin I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Filippo Cortesi {{{data}}} Mario Zanin
Predecessore: Nunzio apostolico in Paraguay Successore: Flag of the Vatican City.svg
Filippo Cortesi 11 dicembre 193612 novembre 1939 Albert Levame I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Filippo Cortesi {{{data}}} Albert Levame
Predecessore: Nunzio apostolico in Italia Successore: Flag of the Vatican City.svg
Francesco Borgongini Duca 26 gennaio 1953 - 15 dicembre 1958 Carlo Grano I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Francesco Borgongini Duca {{{data}}} Carlo Grano
Predecessore: Cardinale presbitero di San Paolo alla Regola
(titolo presbiterale pro illa vice)
Successore: CardinalCoA PioM.svg
- 15 dicembre 1958 - 1º ottobre 1960 Michael Browne, O.P. I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
- {{{data}}} Michael Browne, O.P.
Note
  1. cfr. Matteo Angelo Filipello su catholic-hierarchy.org. URL consultato il 29-09-2020
  2. cfr. Ernesto Maria Piovella su catholic-hierarchy.org. URL consultato il 29-09-2020
  3. Acta Apostolicae Sedis - Commentarium Officiale 1920, op. cit., p. 261
  4. Acta Apostolicae Sedis - Commentarium Officiale 1926, op. cit., p. 459
  5. cfr. Ernesto Maria Piovella su catholic-hierarchy.org. URL consultato il 29-09-2020
  6. cfr. Agustín Blessing Presinger su catholic-hierarchy.org. URL consultato il 29-09-2020
Bibliografia
Collegamenti esterni