Ignazio Sanna

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Ignazio Sanna
Stemma Sanna.jpg
Vescovo
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
ERRORE in "fase canonizz"

Sanna.jpg

{{{didascalia}}}
Deus Caritas Est
Titolo
Arcivescovo di Oristano
Età attuale 77 anni
Nascita Orune (Nu)
20 febbraio 1942
Morte
Sepoltura
Appartenenza Diocesi di Nuoro
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale
Ordinazione presbiterale 11 marzo 1967
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo {{{nominato}}}
nominato arcivescovo 22 aprile 2006 da Benedetto XVI
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile
Consacrazione vescovile Oristano, 25 giugno 2006 dal Card. Camillo Ruini
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo
Elevazione a Patriarca
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
Collegamenti esterni
Sito ufficiale o di riferimento
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
[1888 Scheda] nel sito della CEI

Ignazio Sanna (Orune (Nu), 20 febbraio 1942) è un arcivescovo e teologo italiano attualmente arcivescovo metropolita di Oristano, attuale presidente del Comitato per gli studi superiori di teologia e di scienze religiose della CEI e membro della Pontificia Accademia di Teologia, del Comitato per il Progetto culturale della Chiesa italiana e della Commissione Episcopale della CEI per la dottrina della fede, l'annuncio e la catechesi.

Dati biografici

Dopo aver frequentato il Seminario vescovile di Nuoro (1954-1959) e il Seminario regionale di Cuglieri (1959-1963) entrò nel Pontificio Seminario Romano Maggiore.

Venne ordinato sacerdote l'11 marzo 1967 e incardinato nella Diocesi di Nuoro.

Entrò nel 1968 alla Pontificia Accademia Ecclesiastica mentre completava gli studi. Conseguì le seguenti lauree:

Ottenne inoltre il diploma dell'Accademia Ecclesiastica il 7 luglio 1972, e un attestato in lingue straniere al Goethe Institut.

Fu segretario di nunziatura a Quito (Ecuador), dal 7 luglio al 28 dicembre 1972.

A Roma fu assistente diocesano della FUCI dall'8 gennaio 1973 al 24 novembre 1983, e poi assistente centrale del Settore Giovani di ACI, dal 24 novembre 1983 al 25 settembre 1988.

Fu decano della Facoltà di Teologia dell'Università del Laterano, dal 20 ottobre 1988 al 21 giugno 1994, poi pro-rettore della stessa dal 17 dicembre 1998.

Fu membro del Consiglio presbiterale di Roma dal 1996 al 2000, e assistente nazionale del MEIC dal 27 gennaio 2000 al 25 gennaio 2007.

Fu membro Ordinario della Pontificia Accademia di Teologia dal 27 novembre 2000 e membro ordinario della Commissione Teologica Internazionale dal 9 febbraio 2004.

Vescovo

Il 22 aprile 2006 fu nominato da Papa Benedetto XVI arcivescovo metropolita di Oristano.

Ricevette l'ordinazione episcopale nella cattedrale di Oristano il 25 giugno dello stesso anno dal cardinale Camillo Ruini, coconsacranti l'arcivescovo Pier Giuliano Tiddia ed il vescovo Rino Fisichella.

Dal 18 marzo 2008 è membro del Comitato per il Progetto culturale della Chiesa italiana, e dal 30 gennaio 2013 presidente del Comitato per gli studi superiori di teologia e di scienze religiose della Conferenza Episcopale Italiana.

Il 4 maggio 2019 papa Francesco accoglie la sua rinuncia, presentata per raggiunti limiti di età[1]; gli succede Roberto Carboni, fino ad allora vescovo di Ales-Terralba. Il 3 giugno del medesimo anno lo stesso papa lo nomina presidente della Pontificia accademia di teologia[2].

Selezione di opere

Genealogia episcopale e successione apostolica

Successione degli incarichi

Predecessore: Arcivescovo di Oristano Successore: Stemma arcivescovo.png
Pier Giuliano Tiddia dal 22 aprile 2006 - 4 maggio 2019 Roberto Carboni, O.F.M.Conv. I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Pier Giuliano Tiddia {{{data}}} Roberto Carboni, O.F.M.Conv.
Predecessore: Vicepresidente della Conferenza episcopale sarda Successore: Mitra heráldica.svg
Paolo Mario Virgilio Atzei, O.F.M.Conv. dal 3 ottobre 2017 in carica I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Paolo Mario Virgilio Atzei, O.F.M.Conv. {{{data}}} in carica
Predecessore: Presidente della Pontificia accademia di teologia Successore: Emblem Holy See.svg
Réal Tremblay, C.SS.R. dal 3 giugno 2019 in carica I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Réal Tremblay, C.SS.R. {{{data}}} in carica
Note
  1. Rinunce e nomine. Rinuncia dell'Arcivescovo Metropolita di Oristano (Italia) e nomina del nuovo Arcivescovo Metropolita su press.vatican.va. 4 maggio 2019. URL consultato il 4 maggio 2019
  2. Rinunce e nomine. Nomina del Presidente della Pontificia Accademia di Teologia su press.vatican.va. 3 giugno 2019. URL consultato il 3 giugno 2019
Voci correlate
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.