Domenico Agostini

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Domenico Agostini
Cardinale
AGOSTINI DOMENICO.jpg
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
ERRORE in "fase canonizz"
{{{note}}}
{{{motto}}}

Agostini 3.jpg

{{{didascalia}}}
Titolo cardinalizio
Incarichi attuali
Età alla morte 66 anni
Nascita Treviso
31 maggio 1825
Morte Venezia
31 dicembre 1891
Sepoltura Cimitero di San Michele, Venezia
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale Cappella della Trinità, Seminario di Venezia, 26 gennaio 1851 dal card. Giacomo Monico
Nominato Abate {{{nominatoAB}}}
Nominato amministratore apostolico {{{nominatoAA}}}
Nominato vescovo 25 ottobre 1871 da Pio IX
Nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
Nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
Nominato patriarca {{{nominatoP}}}
Nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile Basilica di Santa Maria della Salute (Venezia), 17 dicembre 1871 dal Patriarca Giuseppe Luigi Trevisanato
Elevazione ad Arcivescovo {{{elevato}}}
Elevazione a Patriarca 22 giugno 1877 da Pio IX
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
27 marzo 1882 da Leone XIII (vedi)
Cardinale per
Cardinale per 9 anni, 9 mesi e 4 giorni
Cardinale elettore
Incarichi ricoperti
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Opposto a {{{Opposto a}}}
Sostenuto da {{{Sostenuto da}}}
Scomunicato da
Riammesso da da
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Durata del
pontificato
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato

Successione apostolica

Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
[[File:|100px|Stemma]]
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede
Successore
Nome completo {{{nome completo}}}
Trattamento {{{trattamento}}}
Onorificenze
Nome templare {{{nome templare}}}
Nomi postumi
Altri titoli
Casa reale {{{casa reale}}}
Dinastia {{{dinastia}}}
Padre {{{padre}}}
Madre {{{madre}}}
Coniuge

{{{coniuge 1}}}

Consorte

Consorte di

Figli
Religione {{{religione}}}
Firma [[File:{{{firma}}}|150x150px]]
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda
Invito all'ascolto
Firma autografa
[[File:{{{FirmaAutografa}}}|250px]]

Domenico Agostini (Treviso, 31 maggio 1825; † Venezia, 31 dicembre 1891) è stato un patriarca e cardinale italiano.

Biografia

Nato il 31 maggio 1825, parrocchia di S. Stefano di Diocesi di Treviso, era figlio di Antonio Agostini e Maria de Gobbis. Ricevette il sacramento della cresima il 23 marzo 1837.

Formazione e ministero sacerdotale

Studi iniziali a casa; ha poi frequentato le Scuole di S. Nicolò a Treviso (curriculum elementare e medio); il Seminario di Treviso (teologia) e l'Università di Padova, dove ha conseguito dottorati in filosofia e diritto. Si unì alla milizia cittadina durante la guerra con l'Austria, 1848-1849, lasciando lo stato clericale. Si riunì allo stato clericale nel 1850. Ricevette il suddiaconato il 21 dicembre 1850.

Fu ordinato sacerdote il 26 gennaio 1851 nella cappella della Trinità, presso il Seminario di Venezia, dal cardinale Giacomo Monico, patriarca di Venezia. Ministero pastorale nella diocesi di Treviso, coadiutore della parrocchia di Santo Stefano; membro della facoltà e direttore spirituale del suo seminario. Fu membro della Compagnia di Gesù per due anni, 1857-1859. Nella diocesi di Treviso di nuovo, giudice del tribunale ecclesiastico; direttore dei tertiani; assistente e animatore della Conferenza di San Vincenzo de Paoli; arciprete del capitolo della cattedrale; cancelliere e pro-vicario generale, 1863.

Ministero episcopale

Eletto vescovo di Chioggia il 27 ottobre 1871, è stato consacrato il 17 dicembre dello stesso anno nella Basilica di Santa Maria della Salute di Venezia dal cardinale Giuseppe Luigi Trevisanato, patriarca di Venezia, coadiuvato da Federico Maria Zinelli([1]), vescovo di Treviso, e da Salvatore Giovanni Battista Bolognesi([2]), vescovo di Belluno e Feltre, il 22 giugno 1877 venne promosso a patriarca di Venezia, mantenendo la sede di Chioggia con il beneplacito della Santa Sede. Entrò nel patriarcato via mare il 21 ottobre 1877.

Cardinalato

Creato cardinale presbitero nel concistoro del 27 marzo 1882, ricevette il cappello rosso e il titolo di Sant'Eusebio, il 30 marzo 1882. Optò per il titolo di Santa Maria della Pace nel concistoro del 7 giugno 1886.

Morte

Morì il 31 dicembre 1891 all'età di 66 anni a Venezia. Esposto nella Basilica di San Marco di Venezia, dove si svolsero i funerali il 13 gennaio, con la partecipazione della nobiltà, del popolo e dei rappresentanti della monarchia; è stato sepolto nella cappella dei canonici nel cimitero di San Michele, Venezia.

Genealogia episcopale

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi la voce Genealogia episcopale

Successione degli incarichi

Predecessore: Vescovo di Chioggia Successore: Bishopcoa.png
Jacopo de' Foretti 27 ottobre 1871 - 22 giugno 1877
22 giugno 1877 - 31 dicembre 1891 ad beneplacitum Sanctis Sedis
Ludovico Marangoni I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Jacopo de' Foretti {{{data}}} Ludovico Marangoni
Predecessore: Patriarca di Venezia Successore: Primatenoncardinal.png
Giuseppe Luigi Trevisanato 22 giugno 1877 - 31 dicembre 1891 Giuseppe Melchiorre Sarto I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Giuseppe Luigi Trevisanato {{{data}}} Giuseppe Melchiorre Sarto
Predecessore: Cardinale presbitero di Sant'Eusebio Successore: Kardinalcoa.png
Johann Rudolf Kutschker 30 marzo 1882 - 7 giugno 1886 Celestin Ganglbauer I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Johann Rudolf Kutschker {{{data}}} Celestin Ganglbauer
Predecessore: Cardinale presbitero di Santa Maria della Pace Successore: Kardinalcoa.png
Juan de la Cruz Ignacio Moreno y Maisanove 7 giugno 1886 - 31 dicembre 1891 Michael Logue I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Juan de la Cruz Ignacio Moreno y Maisanove {{{data}}} Michael Logue
Fonti
Voci correlate
Collegamenti esterni