Angelo Bianchi

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Angelo Bianchi
Bianchi Angelo (1817-1897) .jpg
Cardinale
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
ERRORE in "fase canonizz"
{{{note}}}

Card. Angelo Bianchi.jpg

{{{didascalia}}}
'
Titolo cardinalizio
Incarichi attuali
Età alla morte 79 anni
Nascita Roma
19 novembre 1817
Morte Roma
22 gennaio 1897
Sepoltura
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale in data sconosciuta
Ordinazione presbiterale [[{{{aO}}}]]
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo {{{nominato}}}
nominato arcivescovo 10 ottobre 1874 da Pio IX
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile 1º novembre 1874 dal card. Giuseppe Berardi
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo
Elevazione a Patriarca {{{patriarca}}}
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
25 settembre 1882 da Leone XIII (vedi)
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Opposto a {{{Opposto a}}}
Sostenuto da {{{Sostenuto da}}}
Scomunicato da
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Nome completo {{{nome completo}}}
Trattamento {{{trattamento}}}
Onorificenze
Nome templare {{{nome templare}}}
Nomi postumi
Altri titoli
Casa reale {{{casa reale}}}
Dinastia {{{dinastia}}}
Padre {{{padre}}}
Madre {{{madre}}}
Coniuge

{{{coniuge 1}}}

Consorte

Consorte di

Figli
Religione {{{religione}}}
Firma [[File:{{{firma}}}|150x150px]]
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda

Angelo Bianchi (Roma, 19 novembre 1817; † Roma, 22 gennaio 1897) è stato un cardinale, arcivescovo e nunzio apostolico italiano.

Cenni biografici

Angelo nacque il 19 novembre 1817 a Roma da Luigi Bianchi (1789-1836), ricco commerciante di seta e dalla moglie Luigia nata Valenti (1798-1840). Il fratello, Salvatore Bianchi (1821-1884), fu un famoso architetto che tra l'altro progettò la stazione ferroviaria di Roma Termini.

Dopo gli studi al Seminario romano di Sant'Apollinare entrò in prelatura come protonotario apostolico ad instar participantium.

Dal 1864 al 1868 fu incaricato d'affari presso la nunziatura per la Svizzera a Lucerna. Rifiutò l'invito del governo federale a trasferirsi a Berna per evitare che ciò venisse interpretato come un riconoscimento della Costituzione federale nata dopo la guerra del Sonderbund. Nella questione della diocesi di Ginevra assunse, a differenza del Vaticano, una posizione critica verso il vescovo ausiliare e vicario generale mons. Gaspard Mermillod.[1]

Fu preconizzato per la nunziatura bavarese nel 1874 e fu eletto da papa Pio IX arcivescovo titolare di Mira. Fu consacrato il 1º novembre nella chiesa romana di santa Maria in Vallicella dal cardinale Giuseppe Berardi, co-consacratori mons. Salvatore Nobili Vitelleschi, allora arcivescovo titolare di Seleucia in Isauria, segretario della congregazione per i Vescovi e i Regolari e da p. François Marinelli (Ch), O.S.A., vescovo titolare di Porfireone, sacrista del Palazzo Apostolico.

Dopo il triennio di nunziatura a Monaco di Baviera presso il re Ludwig II von Bayern, rientrò a Roma assumendo il segretariato della congregazione per i Vescovi. Nel 1879 fu nominato nunzio per la Spagna e il 20 ottobre di quell'anno raggiunse la corte di re Alfonso XII di Spagna.

Come era prassi per i nunzi di prima classe, dopo il triennio spagnolo, fu creato cardinale da papa Leone XII nel concistoro del 25 settembre 1882. Rientrò in Vaticano e ricevette il cappello rosso con il titolo presbiterale di santa Prassede il 15 marzo dell'anno seguente.

Fu membro del consiglio per l'Amministrazione dei Beni della Sede Apostolica dal 25 aprile 1885. Fu prefetto della congregazione dei Riti e Cerimoniali dal 1887 al 1889, anno in cui divenne Pro-datario, carica che ricoprì sino alla morte. In quell'anno optò pure, mantenendo in commendam la precedente, per la sede suburbicaria di Palestrina. Sempre nel 1889 fu nominato amministratore apostolico dell'abbazia territoriale di Subiaco.

Morì a Roma il 22 gennaio 1897. Fu esposto nella chiesa parrocchiale dei santi Vincenzo e Anastasio a Trevi, Roma, dove si svolsero le esequie e fu sepolto nella tomba di famiglia nel cimitero romano di Campo Verano.

Genealogia episcopale

Successione degli incarichi

Predecessore: Incaricato d'affari per la Nunziatura a Lucerna Successore: Emblem Holy See.svg
Giuseppe Maria Bovieri (incaricato d'affari) 15 ottobre 1864 - 14 marzo 1868 Giovanni Battista Agnozzi (incaricato d'affari) I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Giuseppe Maria Bovieri (incaricato d'affari) {{{data}}} Giovanni Battista Agnozzi (incaricato d'affari)
Predecessore: Internunzio apostolico per i Paesi Bassi Successore: Emblem Holy See.svg
Giacomo Cattani 14 marzo 1868 - aprile 1874 Giovanni Capri (Ch) I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Giacomo Cattani {{{data}}} Giovanni Capri (Ch)
Predecessore: Arcivescovo titolare di Mira Successore: ArcbishopCoA PioM.svg
Flavio Chigi 10 ottobre 1874-25 settembre 1882 Étienne Marilley I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Flavio Chigi {{{data}}} Étienne Marilley
Predecessore: Nunzio apostolico per la Baviera Successore: Emblem Holy See.svg
Pier Francesco Meglia 13 novembre 1874-8 giugno 1877 Gaetano Aloisi Masella I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Pier Francesco Meglia {{{data}}} Gaetano Aloisi Masella
Predecessore: Segretario della Congregazione per i Vescovi Successore: Emblem Holy See.svg
Enea Sbarretti 8 giugno 1877-30 settembre 1879 Ignazio Masotti I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Enea Sbarretti {{{data}}} Ignazio Masotti
Predecessore: Nunzio apostolico per la Spagna Successore: Emblem Holy See.svg
Giacomo Cattani 30 settembre 1879-25 settembre 1882 Mariano Rampolla del Tindaro I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Giacomo Cattani {{{data}}} Mariano Rampolla del Tindaro
Predecessore: Cardinale presbitero di Santa Prassede Successore: CardinalCoA PioM.svg
Edoardo Borromeo 15 marzo 1883-22 gennaio 1897
Titolo presbiterale in commendam dal 24 maggio 1889
Tommaso Maria Zigliara, O.P. I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Edoardo Borromeo {{{data}}} Tommaso Maria Zigliara, O.P.
Predecessore: Prefetto della Congregazione dei Riti Successore: Emblem Holy See.svg
Domenico Bartolini 15 novembre 1887-14 marzo 1889 Carlo Laurenzi I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Domenico Bartolini {{{data}}} Carlo Laurenzi
Predecessore: Pro-Datario della Dataria Apostolica Successore: Emblem Holy See.svg
Carlo Sacconi 14 marzo 1889-22 gennaio 1897 Gaetano Aloisi Masella I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Carlo Sacconi {{{data}}} Gaetano Aloisi Masella
Predecessore: Cardinale vescovo di Palestrina Successore: CardinalCoA PioM.svg
Luigi Oreglia di Santo Stefano 24 maggio 1889-22 gennaio 1897 Camillo Mazzella, S.J. I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Luigi Oreglia di Santo Stefano {{{data}}} Camillo Mazzella, S.J.
Predecessore: Amministratore apostolico di Subiaco Successore: Stemmaabbaziasubiaco.jpg
Carmine Gori-Merosi
(abate)
23 settembre 1889-5 giugno 1896 Domenico Serafini, Cong. Subl. O.S.B.
(abate)
I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Carmine Gori-Merosi
(abate)
{{{data}}} Domenico Serafini, Cong. Subl. O.S.B.
(abate)
Note
  1. Urban Fink, Angelo Bianchi su DSS. URL consultato il 08-03-2020

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.