San Giuseppe sposo della Beata Vergine Maria

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark

San Giuseppe sposo della Beata Vergine Maria

Milano MuDi G.Reni S.Giuseppe+Bambino 1630.jpg
Guido Reni, San Giuseppe con Gesù Bambino (1630), olio su tela; Milano, Museo Diocesano
Mistero celebrato
Solennità
Periodo Quaresima
Data 19 marzo[1]
Data mobile {{{data mobile}}}

Data nel 2016: Errore nell'espressione: operatore < inatteso
Data nel 2017: Errore nell'espressione: operatore < inatteso
Data nel 2018: Errore nell'espressione: operatore < inatteso

Note
Lo stesso giorno civilmente si festeggiano tutti i papà.
Rito Romano
Tipologia {{{tipologiaRR}}}
Periodo
Data {{{dataRR}}}
Data {{{data mobileRR}}}
Data nel 2016: Errore nell'espressione: operatore < inatteso

Data nel 2017: Errore nell'espressione: operatore < inatteso
Data nel 2018: Errore nell'espressione: operatore < inatteso

Rito Ambrosiano
Tipologia {{{tipologiaRA}}}
Periodo
Data {{{dataRA}}}
Data {{{data mobileRA}}}
Data nel 2016: Errore nell'espressione: operatore < inatteso

Data nel 2017: Errore nell'espressione: operatore < inatteso
Data nel 2018: Errore nell'espressione: operatore < inatteso

Di precetto in {{{di precetto in}}}
Celebrata in
Celebrata a {{{celebrata a}}}
Tradizioni religiose Varianti di luogo in luogo.
Data d'istituzione
Chiamata anche
Tutti-i-santi.jpgNel Martirologio Romano, 19 marzo, n. 1:
« Solennità di San Giuseppe, sposo della beata Vergine Maria: uomo giusto, nato dalla stirpe di Davide, fece da padre al Figlio di Dio Gesù Cristo, che volle essere chiamato figlio di Giuseppe ed essergli sottomesso come un figlio al padre. La Chiesa con speciale onore lo venera come patrono, posto dal Signore a custodia della sua famiglia. »

La Solennità di San Giuseppe sposo della Beata Vergine Maria, patrono della Chiesa universale è celebrata dalla Chiesa Cattolica il 19 marzo[1].

I primi a celebrarla furono monaci benedettini nel 1030, seguiti dai Servi di Maria nel 1324 e dai Francescani nel 1399.

Venne infine promossa dagli interventi dei papi Sisto IV e Pio V, ed estesa a tutta la Chiesa nel 1621 da Gregorio XV.

Fino al 1977 il giorno in cui la Chiesa celebra San Giuseppe era considerato in Italia festivo anche agli effetti civili, ma ciò venne eliminato con la legge n. 54 del 5 marzo 1977.

In Canton Ticino, in altri cantoni della Svizzera e in alcune province della Spagna, questo giorno è festivo agli effetti civili.

In Italia sono stati presentati nel 2008 alcuni disegni di legge per il ripristino delle festività soppresse agli effetti civili: San Giuseppe, Ascensione, Corpus Domini, Santi Pietro e Paolo e il Lunedì di Pentecoste.


Note
  1. 1,0 1,1 Se cade di Domenica, in entrambi i riti, romano ed Ambrosiano, la celebrazione è posticipata al lunedì 20, sempre che quest'ultimo giorno non sia parte integrante della Settimana Santa o, solo per il Rito Ambrosiano, cada nel sabato in Traditione Symboli, allora la solennità è posticipata al martedì della II settimana di Pasqua.
Voci correlate

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.