Giorgio Spinola

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Giorgio Spinola
SPINOLA GIORGIO bo.jpg
Cardinale
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
ERRORE in "fase canonizz"
{{{note}}}

1719 GEORGIUS SPINULA - SPINOLA GIORGIO.JPG

{{{didascalia}}}
{{{motto}}}
Titolo cardinalizio
Incarichi attuali
Età alla morte 71 anni
Nascita Genova
6 giugno 1667
Morte Roma
17 gennaio 1739
Sepoltura
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono 6 giugno 1706
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale
Ordinazione presbiterale 13 giugno 1706
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo {{{nominato}}}
nominato arcivescovo 1º giugno 1711 Clemente XI
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile
Consacrazione vescovile Roma, 1° giugno 1711 dal Card. Fabrizio Paolucci
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo
Elevazione a Patriarca
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
Creazione
a Cardinale
29 novembre 1719 da Innocenzo XIII (vedi)
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Opposto a {{{Opposto a}}}
Sostenuto da {{{Sostenuto da}}}
Scomunicato da
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine Vescovi
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Nome completo {{{nome completo}}}
Trattamento {{{trattamento}}}
Onorificenze
Nome templare {{{nome templare}}}
Nomi postumi
Altri titoli
Casa reale {{{casa reale}}}
Dinastia {{{dinastia}}}
Padre {{{padre}}}
Madre {{{madre}}}
Coniuge

{{{coniuge 1}}}

Consorte

Consorte di

Figli
Religione {{{religione}}}
Firma [[File:{{{firma}}}|150x150px]]
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda

Giorgio Spinola (Genova, 6 giugno 1667; † Roma, 17 gennaio 1739) è stato un cardinale e arcivescovo italiano.

Cenni biografici

Nacque a Genova il 5 giugno 1667, figlio di Cristoforo Spinola della nobile famiglia genovese degli Spinola di San Luca, e di Ersilia Centurione, figlia del doge della città Giovanni Battista Centurione. Fu battezzato lo stesso giorno e gli vennero imposti i nomi di Giorgio Cristoforo.

Giorgio Spinola iniziò i propri studi nel collegio gesuita Tolomei di Siena ove studiò letteratura. Il 18 agosto del 1691 ottenne il dottorato in utroque iure (diritto civile e canonico) nello stesso istituto.

Fu poi a Roma come referendario del Supremo Tribunale della Segnatura Apostolica di Grazia e Giustizia dal 2 dicembre 1694. Dal 1605 fu prelato pontificio, vice-legato a Ferrara dal luglio del 1695 e consultore della Sacra Congregazione della Romana e Universale Inquisizione dal medesimo periodo. Fu governatore di Civitavecchia e Tolfa e soprintendente di Corneto dal 30 aprile 1696 al 1699. Dal 5 giugno di quell'anno divenne governatore di Viterbo. Dal 29 giugno del 1701 al 4 luglio del 1703 fu governatore di Perugia e dell'Umbria. Papa Clemente XI lo inviò come inquisitore a Malta nel 1703.

Nel 1706 ricevette in rapida successione gli ordini minori e fu ordinato sacerdote il 13 giugno. Il 15 luglio fu nominato precettore coadioutore dell'arcispedale di Santo Spirito in Sassia dell'urbe.

Il 1º giugno 1711 fu nominato arcivescovo titolare di Cesarea di Cappadocia. La cerimonia di consacrazione fu celebrata il 7 giugno successivo nella chiesa di Santo Spirito in Sassia a Roma dal cardinale Fabrizio Paolucci assistito da Ferdinando Nuzzi, arcivescovo titolare di Nicea e da Domenico Zauli, arcivescovo titolare di Teodosia. Fu nominato assistente al Trono Pontificio, e in seguito fu da prima nunzio apostolico in Spagna dal 1711 al 1713 e poi in Austria dal 26 maggio di quell'anno.

Papa Clemente XI lo creò cardinale nel concistoro del 29 novembre 1719 e il 20 gennaio di due anni dopo ottenne la berretta cardinalizia con il titolo di Sant'Agnese fuori le mura.

Partecipò al conclave del 1721 che elesse papa Innocenzo XIII il quale lo nominò poi Cardinale Segretario di Stato dal 10 maggio 1721, carica da cui rassegnò le dimissioni 7 marzo 1724.

Dopo questo incarico, il 27 gennaio 1724, venne nominato plenipotenziario assieme al cardinale Álvaro Cienfuegos, vescovo di Catania, per negoziare la devoluzione alla Santa Sede della dittadina di Comacchio e dei villaggi vicini. Nel 1724 partecipò al conclave che elesse papa Benedetto XIII.

Fu Camerlengo del Sacro Collegio dei Cardinali dal 20 febbraio 1726 e prefetto della Congregazione dell'Immunità dal 4 luglio 1726. Dal 25 giugno 1727 sino al 1731 fu legato a Bologna. Partecipò al conclave del 1730 che elesse pontefice Clemente XII. Legato a latere nei ducati di Parma e Piacenza, optò per il titolo di Santa Maria in Trastevere il 15 dicembre 1734 e fu temporaneamente Camerlengo di Santa Romana Chiesa durante l'assenza del cardinale Annibale Albani, dal 1736 al 1737.

Dal 27 novembre 1737 fu protettore della Congregazione dei Camaldolesi. Il 16 dicembre 1737 optò per il titolo di Santa Prassede per poi passare dal 3 settembre 1738 alla sede suburbicaria di Palestrina.

Morì improvvisamente il 17 gennaio 1739 a Roma. La sua salma venne esposta nella chiesa di Sant'Ignazio, dove si svolsero i funerali due giorni dopo.

Genealogia episcopale

Successione degli incarichi

Predecessore: Inquisitore generale di Malta Successore: Escudo inquisicion.gif
Giacinto Filiberto Ferrero di Messerano 4 luglio 1703 - 15 luglio 1706 Giacomo Caracciolo I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Giacinto Filiberto Ferrero di Messerano {{{data}}} Giacomo Caracciolo
Predecessore: Arcivescovo titolare di Caesarea di Cappadocia Successore: Archbishop CoA PioM.svg
Lorenzo Casoni 7 giugno 1711 - 20 gennaio 1721 Prospero Marefoschi I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Lorenzo Casoni {{{data}}} Prospero Marefoschi
Predecessore: Nunzio apostolico per la Spagna Successore: Emblem Holy See.svg
Francesco Acquaviva d'Aragona
1700 - 1706
3 luglio 1711 - 26 maggio 1713 Pompeio Aldrovandi
1717 - 1734
I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Francesco Acquaviva d'Aragona
1700 - 1706
{{{data}}} Pompeio Aldrovandi
1717 - 1734
Predecessore: Nunzio apostolico presso l'Imperatore Successore: Emblem Holy See.svg
Giulio Piazza 26 maggio 1713 - 20 gennaio 1721 Domenico Silvio Passionei I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Giulio Piazza {{{data}}} Domenico Silvio Passionei
Predecessore: Cardinale presbitero di Sant'Agnese fuori le mura Successore: CardinalCoA PioM.svg
Rannuzio Pallavicino 20 gennaio 1721 - 15 dicembre 1734 Serafino Cenci I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Rannuzio Pallavicino {{{data}}} Serafino Cenci
Predecessore: Cardinale Segretario di Stato Successore: Emblem Holy See.svg
Fabrizio Paolucci 10 maggio 1721- 7 marzo 1724 Fabrizio Paolucci I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Fabrizio Paolucci {{{data}}} Fabrizio Paolucci
Predecessore: Cardinale presbitero di Santa Maria in Trastevere Successore: CardinalCoA PioM.svg
Pietro Marcellino Corradino 15 dicembre 1734 - 16 dicembre 1737 Luis Belluga y Moncada I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Pietro Marcellino Corradino {{{data}}} Luis Belluga y Moncada
Predecessore: Cardinale presbitero di Santa Prassede Successore: CardinalCoA PioM.svg
Antonio Felice Zondadari senior 16 dicembre 1737 - 3 settembre 1738 Luis Belluga y Moncada I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Antonio Felice Zondadari senior {{{data}}} Luis Belluga y Moncada
Predecessore: Cardinale vescovo di Palestrina Successore: CardinalCoA PioM.svg
Tommaso Ruffo 3 settembre 1738 - 17 gennaio 1739 Giovanni Battista Altieri I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Tommaso Ruffo {{{data}}} Giovanni Battista Altieri
Bibliografia
  • Lorenzo Cardella Memorie storiche de' cardinali della Santa Romana Chiesa. Roma : Stamperia Pagliarini, 1793, vol. 8, p. 179 ss. online
  • (FR) Charles Berton Dictionnaire des cardinaux, contenant des notions générales sur le cardinalat ..., pp. 1540 ss., Parigi (1857), online

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.