Leonardo Sandri

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Leonardo Sandri
Sandristemma.jpg
Cardinale
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
ERRORE in "fase canonizz"
{{{note}}}

Sandriimmagine2.jpg

{{{didascalia}}}
Ille fidelis
Titolo cardinalizio
Cardinale diacono dei Santi Biagio e Carlo ai Catinari
Età attuale 76 anni
Nascita Buenos Aires
18 novembre 1943
Morte
Sepoltura
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale 2 dicembre 1967 dall'arcivescovo Juan Carlos Aramburu
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo {{{nominato}}}
nominato arcivescovo 22 luglio 1997 da Giovanni Paolo II
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile 11 ottobre 1997 dal cardinale Angelo Sodano
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo {{{elevato}}}
Elevazione a Patriarca {{{patriarca}}}
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
24 novembre 2007 da Benedetto XVI (vedi)
Cardinale elettore Fino al 18 novembre 2023
Ruoli ricoperti
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine Vescovi
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
Collegamenti esterni
Biografia su vatican.va
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda

Leonardo Sandri (Buenos Aires, 18 novembre 1943) è un cardinale, arcivescovo e nunzio apostolico argentino.

Biografia

Nato da una famiglia di origini italiane, dopo gli studi umanistici, filosofici e teologici nei seminari minore e maggiore di Buenos Aires, ha ottenuto la licenza in teologia all'Università cattolica argentina. Ordinato presbitero il 2 dicembre 1967 nella chiesa del seminario, oggi parrocchia dell'Immacolata Concezione di Villa Devoto, è stato nominato vicario parrocchiale di Nuestra Señora del Carmen nel quartiere di Villa Urquiza.

Dopo essere stato segretario particolare dell'allora arcivescovo coadiutore e poi cardinale arcivescovo di Buenos Aires, Juan Carlos Aramburu, nel 1970 è stato inviato a Roma come alunno del Pontificio Collegio Pio Latinoamericano frequentando la facoltà di diritto canonico della Pontificia Università Gregoriana.

Nel 1971 ha iniziato a seguire i corsi della Pontificia Accademia Ecclesiastica per la formazione dei diplomatici della Santa Sede. Nel 1974 è stato nominato addetto della nunziatura apostolica di Madagascar e Mauritius, che fungeva anche da delegazione apostolica per le Isole Comore e per l'Isola de la Réunion nell'Oceano Indiano. È stato poi trasferito negli uffici della Segreteria di Stato nel 1977. Vi è rimasto per dodici anni come segretario di vari sostituti: Giovanni Benelli, per breve periodo e successivamente Giuseppe Caprio, Eduardo Martínez Somalo e Edward Idris Cassidy. Nel 1989 è stato inviato come consigliere alla nunziatura apostolica negli Stati Uniti d'America. Nel contempo, in qualità di osservatore permanente aggiunto della Santa Sede presso l'Organizzazione degli Stati Americani, ha partecipato alle assemblee generali di detta Organizzazione ad Asunción in Paraguay nel 1990 e a Santiago de Chile nel 1991.

Il 26 agosto 1991 è stato nominato reggente della Prefettura della Casa Pontificia.

Il 2 aprile 1992 Giovanni Paolo II lo ha nominato assessore della Sezione per gli Affari generali della Segreteria di Stato.

Il 22 luglio 1997 è stato eletto arcivescovo titolare di Cittanova e nominato nunzio apostolico in Venezuela. Ha ricevuto l'ordinazione episcopale l'11 ottobre 1997.

Nel marzo 2000 Giovanni Paolo II lo ha nominato nunzio apostolico in Messico dove è rimasto fino al 15 settembre di quello stesso anno quando, in occasione del giubileo dei rappresentanti pontifici, il Papa lo ha nominato Sostituto per gli Affari generali della Segreteria di Stato. Nell'aprile 2005 Benedetto XVI lo ha confermato nell'incarico.

Come Sostituto della Segreteria di Stato ha dato l'annuncio in piazza San Pietro, la sera di sabato 2 aprile 2005, della morte di Giovanni Paolo II.

Il 9 giugno 2007 Benedetto XVI lo ha nominato Prefetto della Congregazione per le Chiese Orientali. È pertanto anche Gran Cancelliere del Pontificio Istituto Orientale.

Da Benedetto XVI è stato creato e pubblicato Cardinale nel Concistoro del 24 novembre 2007, della Diaconia dei Santi Biagio e Carlo ai Catinari.

È membro della Congregazione per la Dottrina della Fede, della Congregazione per l'Evangelizzazione dei Popoli, della Congregazione per i Vescovi, del Pontificio Consiglio per la Promozione dell'Unità dei Cristiani, del Pontificio Consiglio per il Dialogo Interreligioso, del Pontificio Consiglio per i Testi Legislativi, della Pontificia Commissione per l'America Latina, della Pontificia Commissione per lo Stato della Città del Vaticano, del Consiglio Speciale per il Libano della Segreteria Generale del Sinodo dei Vescovi, del Supremo Tribunale della Segnatura Apostolica, della Congregazione per l'Educazione Cattolica.

L'11 giugno 2016, ha consacrato vescovo Rubén Tierrablanca Gonzalez O.F.M., con l'incarico di vicario apostolico di Istanbul. Co-consacratori sono stati i vescovi Lorenzo Piretto O.P., arcivescovo di Smirne e Paolo Bizzeti S.J., vicario apostolico di Anatolia.

Genealogia episcopale

Onorificenze

Cavaliere dell'Ordine dell'Amicizia (Armenia) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine dell'Amicizia (Armenia)
«Per i valori spirituali, il contributo al rafforzamento dei legami bilaterali tra Armenia e Santa Sede, nonché per le attività.»
— 16 settembre 2015
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Nazionale della Croce del Sud (Brasile) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Nazionale della Croce del Sud (Brasile)
— Brasile, 2003
Cavaliere di I Classe dell'Ordine del Cavaliere di Madara (Bulgaria) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di I Classe dell'Ordine del Cavaliere di Madara (Bulgaria)
— Bulgaria, 2003
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro (Casa Savoia) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro (Casa Savoia)
— 2002
Gran Croce dell'Ordine di Bernardo O'Higgins (Cile) - nastrino per uniforme ordinaria Gran Croce dell'Ordine di Bernardo O'Higgins (Cile)
— Cile, 1993
Gran Croce dell'Ordine Nazionale al Merito (Colombia) - nastrino per uniforme ordinaria Gran Croce dell'Ordine Nazionale al Merito (Colombia)
— Colombia, 2002
Cavaliere dell'Ordine del Liberatore degli Schiavi José Simeón Cañas (El Salvador) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine del Liberatore degli Schiavi José Simeón Cañas (El Salvador)
— El Salvador, 2004
Commendatore dell'Ordine della Legion d'Onore (Francia) - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore dell'Ordine della Legion d'Onore (Francia)
— Francia, 2003
Gran Croce dell'Ordine al Merito di Germania (Germania) - nastrino per uniforme ordinaria Gran Croce dell'Ordine al Merito di Germania (Germania)
— Germania, 2008
Gran Croce dell'Ordine del Quetztal (Guatemala) - nastrino per uniforme ordinaria Gran Croce dell'Ordine del Quetztal (Guatemala)
— Guatemala, 2002
Commendatore dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana (Italia) - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana (Italia)
«Di iniziativa del Presidente della Repubblica»
— 4 ottobre 1985[1]
Grande Ufficiale dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana (Italia) - nastrino per uniforme ordinaria Grande Ufficiale dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana (Italia)
«Di iniziativa del Presidente della Repubblica»
— 27 novembre 1992[2]
Cavaliere di Gran Croce Ordine al Merito della Repubblica Italiana - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce Ordine al Merito della Repubblica Italiana
— Roma, 13 giugno 2005. Di iniziativa del Presidente della Repubblica.[3]
Cavaliere dell'Ordine Nazionale del Cedro (Libano) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine Nazionale del Cedro (Libano)
— Libano, 2001
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Corona di Quercia (Lussemburgo) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Corona di Quercia (Lussemburgo)
— Lussemburgo, 2006
Grand'Ufficiale dell'Ordine Nazionale al Merito (Paraguay) - nastrino per uniforme ordinaria Grand'Ufficiale dell'Ordine Nazionale al Merito (Paraguay)
— Paraguay, 1995
Croce di Commendatore dell'Ordine al Merito della Repubblica di Polonia (Polonia) - nastrino per uniforme ordinaria Croce di Commendatore dell'Ordine al Merito della Repubblica di Polonia (Polonia)
— 2010
Grande Ufficiale dell'Ordine della Stella di Romania (Romania) - nastrino per uniforme ordinaria Grande Ufficiale dell'Ordine della Stella di Romania (Romania)
— Romania, 2004
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Stella di Romania (Romania) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Stella di Romania (Romania)
— 2012
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme (Santa Sede) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme (Santa Sede)
— Roma, 2007
Membro di II Classe dell'Ordine della Doppia Croce Bianca (Slovacchia) - nastrino per uniforme ordinaria Membro di II Classe dell'Ordine della Doppia Croce Bianca (Slovacchia)
— Slovacchia, 2002
Cappellano di Gran Croce Conventuale ad Honorem del Sovrano Militare Ordine di Malta (SMOM) - nastrino per uniforme ordinaria Cappellano di Gran Croce Conventuale ad Honorem del Sovrano Militare Ordine di Malta (SMOM)
— 2002
Gran Croce pro piis Meritis Melitensi dell'Ordine pro Merito Melitensi (SMOM) - nastrino per uniforme ordinaria Gran Croce pro piis Meritis Melitensi dell'Ordine pro Merito Melitensi (SMOM)
— Roma, 18 febbraio 2006[4]
Balì Gran Croce di Onore e Devozione del Sovrano Militare Ordine di Malta (SMOM) - nastrino per uniforme ordinaria Balì Gran Croce di Onore e Devozione del Sovrano Militare Ordine di Malta (SMOM)
— Roma, 23 aprile 2010[5]
Gran Croce dell'Ordine di Isabella la Cattolica (Spagna) - nastrino per uniforme ordinaria Gran Croce dell'Ordine di Isabella la Cattolica (Spagna)
— Spagna, 2001
Ordine al Merito di III Classe (Ucraina) - nastrino per uniforme ordinaria Ordine al Merito di III Classe (Ucraina)
— Ucraina, 2004
Croce di Commendatore con Placca dell'Ordine al Merito della Repubblica ungherese (Ungheria) - nastrino per uniforme ordinaria Croce di Commendatore con Placca dell'Ordine al Merito della Repubblica ungherese (Ungheria)
— Ungheria, 2005
Gran Cordone dell'Ordine del Liberatore (Venezuela) - nastrino per uniforme ordinaria Gran Cordone dell'Ordine del Liberatore (Venezuela)
— Venezuela, 2000

Successione degli incarichi

Predecessore: Reggente della Prefettura della Casa Pontificia Successore: Emblem Holy See.svg
Dino Monduzzi 22 agosto 1991 - 2 aprile 1992 Paolo De Nicolò I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Dino Monduzzi {{{data}}} Paolo De Nicolò
Predecessore: Assessore per gli Affari Generali della Segreteria di Stato Successore: Emblem Holy See.svg
Crescenzio Sepe 2 aprile 1992 - 22 luglio 1997 James Michael Harvey I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Crescenzio Sepe {{{data}}} James Michael Harvey
Predecessore: Vescovo titolare di Cittanova Successore: Stemma vescovo.png
Maximino Romero de Lema 22 luglio 1997 - 24 novembre 2007 Beniamino Pizziol I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Maximino Romero de Lema {{{data}}} Beniamino Pizziol
Predecessore: Nunzio apostolico per il Venezuela Successore: Flag of the Vatican City.svg
Oriano Quilici 22 luglio 1997 - 1º marzo 2000 André Pierre Louis Dupuy I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Oriano Quilici {{{data}}} André Pierre Louis Dupuy
Predecessore: Nunzio apostolico per il Messico Successore: Flag of the Vatican City.svg
Justo Mullor García 1º marzo 2000 - 16 settembre 2000 Giuseppe Bertello I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Justo Mullor García {{{data}}} Giuseppe Bertello
Predecessore: Sostituto alla Segreteria di Stato Successore: Flag of the Vatican City.svg
Giovanni Battista Re 16 settembre 2000 - 8 giugno 2007 Fernando Filoni I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Giovanni Battista Re {{{data}}} Fernando Filoni
Predecessore: Prefetto della Congregazione per le Chiese Orientali Successore: Coat of arms of the Vatican City.svg
Ignace Moussa I Daoud 9 giugno 2007 - in carica I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Ignace Moussa I Daoud {{{data}}} in carica
Predecessore: Gran Cancelliere del Pontificio Istituto Orientale Successore: Pontificio Istituto Orientale.jpg
Ignace Moussa I Daoud 9 giugno 2007 - in carica I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Ignace Moussa I Daoud {{{data}}} in carica
Predecessore: Cardinale presbitero dei Santi Biagio e Carlo ai Catinari Successore: Stemma cardinale.png
Angelo Felici dal 24 novembre 2007
Titolo presbiterale pro hac vice dal 19 maggio 2018
in carica I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Angelo Felici {{{data}}} in carica
Predecessore: Sottodecano del Collegio cardinalizio Successore: Pavillon pontifical.png
Giovanni Battista Re dal 24 gennaio 2020 in carica I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Giovanni Battista Re {{{data}}} in carica
Note
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.