Concilio di Westminster (1070)

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
Westminster (Westmonasteriense)

[[File:|250px]]

Concili non ecumenici della Chiesa cattolica
Data 1070
Convocato da
Presieduto da

Lanfranco di Canterbury

Partecipanti
Argomenti Deposizione vescovo
Documenti
Gruppi scismatici
Concilio precedente {{{precedente}}}
Concilio successivo {{{successivo}}}

Il Concilio di Westminster (Concilium Westmonasteriense) è un sinodo locale che si è tenuto a Westminster (Inghilterra) nel 1070 c.a, presieduto dall'arcivescovo Lanfranco di Canterbury e con la partecipazione del re Guglielmo I d'Inghilterra (il Conquistatore).

Il concilio ha proposto la deposizione del vescovo Vulstano di Worcester, nel contesto della sistematica sostituzione di vescovi anglosassoni con vescovi normanni. Vulstano si recò presso la tomba del re anglosassone Edoardo il Confessore, che gli aveva affidato l'episcopato, e secondo la leggenda conficcò il pastorale nella roccia in maniera prodigiosa e nessuno riuscì ad estrarlo. Per questo miracolo fu riabilitato e rimase l'unico vescovo in carica del vecchio regime.

Bibliografia
  • (EN) Edward H. Landon, A Manual of Councils of the Holy Catholic Church, John Grant, Edimburgo 1909, vol. 2, p. 273, online


Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.