Concilio di Firenze (1573)

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
Firenze (Florentinum)

[[File:|250px]]

Concili non ecumenici della Chiesa cattolica
Data 1573
Convocato da {{{convocato}}}
Presieduto da

Antonio Altoviti

Partecipanti 7
Argomenti Attuazione Concilio di Trento
Documenti 63 articoli
Gruppi scismatici
Concilio precedente {{{precedente}}}
Concilio successivo {{{successivo}}}
Disambig-dark.svg
Nota di disambigua - Se stai cercando altri concili svoltisi nella stessa città, vedi Concilio di Firenze (disambigua).

Il Concilio di Firenze (Concilium Florentinum) è un sinodo locale che si è tenuto a Firenze nel 1573, con la partecipazione di 7 vescovi e delegati presieduti dall'arcivescovo di Firenze Antonio Altoviti[1][2].

I 63 canoni promulgati dal concilio riprendono le decisioni del Concilio di Trento, rispondendo alle esigenze della riforma protestante. Per esempio è vietata la libera interpretazione della Bibbia, i sacramenti sono sette, nell'eucaristia avviene la transustanziazione, è lecito il culto dei santi e di Maria, la Chiesa di Roma ha un ruolo primaziale.

Note
  1. Scheda Catholic hierarchy
  2. Giuseppe Alberigo Dizionario Biografico degli Italiani, Vol. 2 (1960) Biografia online
Bibliografia
  • (EN) Edward H. Landon, A Manual of Councils of the Holy Catholic Church, John Grant, Edimburgo 1909, vol. 1, p. 279, online
Voci correlate


Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.