Concilio di Aquisgrana (799)

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
Aquisgrana (Aquisgranense)

[[File:|250px]]

Concili non ecumenici della Chiesa cattolica
Data 799
Convocato da {{{convocato}}}
Presieduto da

Carlo Magno

Partecipanti
Argomenti Adozionismo
Documenti
Gruppi scismatici
Concilio precedente {{{precedente}}}
Concilio successivo {{{successivo}}}
Disambig-dark.svg
Nota di disambigua - Se stai cercando altri concili svoltisi nella stessa città, vedi Concilio di Aquisgrana.

Il Concilio di Aquisgrana (Concilium Aquisgranense) è un sinodo locale che si è tenuto ad Aquisgrana (ted. Aachen, fr. Aix-la-Chapelle) nel 799, sotto la guida di Carlo Magno.

Da alcuni decenni i vescovi Elipando di Toledo e Felice di Urgell avevano riproposto l'eresia adozionista, secondo la quale in Gesù la natura divina fu presente solo dal momento del battesimo. La questione venne affrontata da alcuni concili: Narbona (791); Ratisbona (792); Roma (792); Francoforte (794); Urgell (799). Nel tempo Felice di Urgell, città iberica all'epoca sotto dominio franco, abiurò l'eresia diverse volte per poi ricadere.

Per troncare la disputa Carlo Magno indisse un concilio nella sua capitale Aquisgrana, dove Felice disputò col teologo di corte Alcuino da York, dicendosi infine nuovamente pentito dei suoi errori. Felice fu confinato a Lione dove morì nell'818.

Bibliografia
  • Edward H. Landon, A Manual of Councils of the Holy Catholic Church, vol. 1, John Grant, Edimburgo 1909, p. 13, online.
Voci correlate


Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.