Concilio di Alessandria (321)

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
Alessandria (Alexandrinum)

[[File:|250px]]

Concili non ecumenici della Chiesa cattolica
Data 321
Convocato da {{{convocato}}}
Presieduto da

Alessandro di Alessandria

Partecipanti Ca. 100
Argomenti Scomunica di Ario
Documenti
Gruppi scismatici
Concilio precedente {{{precedente}}}
Concilio successivo {{{successivo}}}
Disambig-dark.svg
Nota di disambigua - Se stai cercando altri concili svoltisi nella stessa città, vedi Concilio di Alessandria.

Il Concilio di Alessandria (Concilium Alexandrinum) è un sinodo locale che si è tenuto ad Alessandria d'Egitto nel 321, guidato dal vescovo Alessandro di Alessandria, con la partecipazione di circa cento vescovi, esclusi i presbiteri.

Si è tenuto in due sessioni, talvolta indicate come due distinti concili, durante le quali è stato scomunicato Ario (per il quale il Verbo non è Dio, ma una creatura) e i suoi seguaci: nove chierici alessandrini e i vescovi Secondo e Teone.

Ario si ritirò in Palestina dove proseguì la sua predicazione.

Bibliografia
  • Edward H. Landon, A Manual of Councils of the Holy Catholic Church, vol. 1, John Grant, Edimburgo 1909, p. 17-18, online.
Voci correlate


Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.