Concilio di Salisburgo (1418)

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
Salisburgo (Salisburgense)

[[File:|250px]]

Concili non ecumenici della Chiesa cattolica
Data Gennaio 1418
Convocato da {{{convocato}}}
Presieduto da

Eberardo III di Neuhaus

Partecipanti
Argomenti Vari
Documenti 59 canoni
Gruppi scismatici
Concilio precedente {{{precedente}}}
Concilio successivo {{{successivo}}}

Il Concilio di Salisburgo (Salisburgense) è un sinodo locale che si è tenuto a Salisburgo (Austria) nel 1418, presieduto dal vescovo Eberardo III di Neuhaus.

Il concilio ha condannato come eretiche le posizioni di Wycliffe e Jan Hus. Ha inoltre pubblicato cinquantanoce canoni relativi a vari temi, per esempio: ribadisce la validità dei sacramenti anche se impartiti da presbiteri in stato di peccato mortale; esclude i figli di chierici dagli ordini sacri; alla morte di un vescovo impone una Messa di suffragio in tutte le parrocchie.

Bibliografia
  • (EN) Edward H. Landon, A Manual of Councils of the Holy Catholic Church, John Grant, Edimburgo 1909, vol. 2, p. 118-119, online


Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.