Concilio di Siviglia (618)

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
Siviglia (Hispalense)

[[File:{{{immagine}}}|250px]]

Concili non ecumenici della Chiesa cattolica
Data Novembre 618
Convocato da
Presieduto da

Isidoro di Siviglia

Partecipanti 8 vescovi
Argomenti Vari
Documenti 13 canoni
Gruppi scismatici
Concilio precedente {{{precedente}}}
Concilio successivo {{{successivo}}}

Il Concilio di Siviglia (Concilium Hispalense) è un sinodo locale che si è tenuto a Siviglia (Spagna) nel novembre 618, presieduto dall'arcivescovo Isidoro di Siviglia.

I tredici canoni promulgati dal concilio riguardano vari temi, per esempio: ha ridimensionato la competenza territoriale del vescovo Teodolfo di Malaga, impone il celibato ecclesiastico ai chierici, vieta ai vescovi di deporre a piacimento i propri chierici,garantisce l'indipendenza economica dei monasteri dai vescovi e ribadisce la dottrina del Concilio di Calcedonia (451) per la quale ci sono due nature nella persona di Gesù.

Bibliografia
  • (EN) Edward H. Landon, A Manual of Councils of the Holy Catholic Church, John Grant, Edimburgo 1909, vol. 2, p. 138-139, online


Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.