Concilio di Lambeth (1261)

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
Lambeth (Lambethense)

[[File:|250px]]

Concili non ecumenici della Chiesa cattolica
Data 13 maggio 1261
Convocato da {{{convocato}}}
Presieduto da

Bonifacio di Savoia

Partecipanti
Argomenti Stato e Chiesa
Documenti 21 articoli
Gruppi scismatici
Concilio precedente {{{precedente}}}
Concilio successivo {{{successivo}}}

Il Concilio di Lambeth (Concilium Lambethense) è un sinodo locale che si è tenuto a Lambeth (ora quartiere di Londra) il 13 maggio 1261, presieduto da Bonifacio di Savoia[1], arcivescovo di Canterbury.

I 21 articoli del concilio riguardano vari argomenti, attinenti prevalentemente il rapporto tra stato e Chiesa: il divieto di giudizio di un chierico da parte di un tribunale statale, l'investitura episcopale riservata alla Chiesa, il divieto di intervento di giudici sui beni ecclesiastici, l'istituzione di prigioni apposite per il clero, etc.

Note
  1. Martirologio Romano, commemorazione 4 luglio: Nel monastero di Hautecombe presso il lago di Bourget nella Savoia, in Francia, deposizione del beato Bonifacio, vescovo, che, di stirpe regale, si ritirò dapprima presso i Certosini e, elevato poi alla sede di Belley ed infine a quella di Canterbury, si dedicò con assiduità alla cura del suo gregge.
Bibliografia
  • (EN) Edward H. Landon, A Manual of Councils of the Holy Catholic Church, John Grant, Edimburgo 1909, vol. 1, p. 309-312, online
Voci correlate


Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.