Papa Anacleto

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
bussola DisambiguazioneSan Cleto reindirizza qui. Se stai cercando l'omonimo santo dell'XI secolo, vedi San Cleto diacono.
Sant'Anacleto
Emblem of the Papacy SE.svg
Papa
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
Santo
{{{note}}}

Anacletus-saintc48.jpg

{{{didascalia}}}
{{{motto}}}
Titolo
{{{titolo}}}
Età alla morte {{{età}}} anni
Nascita Atene ?
Morte Roma
92 ca.
Sepoltura Necropoli Vaticana (reliquie nella chiesa di San Lino)
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale [[{{{aO}}}]]
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo {{{nominato}}}
nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile [[ {{{aC}}} ]]
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo {{{elevato}}}
Elevazione a Patriarca {{{patriarca}}}
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
[[]] da [[]] (vedi)
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
prima dell'elezione
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
80 ca.
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
92 ca.
(per decesso)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore Lino
Successore Clemente I
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da Chiesa cattolica
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza 26 aprile
Altre ricorrenze 26 aprile e 13 luglio (fino al 1960)
Santuario principale Chiesa di San Lino, Città del Vaticano
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su gcatholic.org
Scheda su santiebeati.it
Tutti-i-santi.jpgNel Martirologio Romano, 26 aprile, n. 1:
« A Roma, commemorazione di san Cleto, Papa, che resse la Chiesa di Roma per secondo dopo l'apostolo Pietro. »

Sant'Anacleto, chiamato anche Cleto o Anencleto (gr. Ἀνέγκλητος, Anénkletos, lat. Anacletus; Atene ?; † Roma, 92 ca.), di possibile origine greca, divenne vescovo di Roma intorno all'anno 80 e lo rimase fino alla sua morte.

Biografia

Identità storica

L'identità di Anacleto con il papa Cleto citato da alcune fonti storiche è stata oggetto di una controversia durata per secoli. Ireneo, Eusebio, Agostino e Milevi usano indifferentemente i due nomi per la stessa persona. Tertulliano, invece, li omette del tutto. Per accrescere la confusione, l'ordine dei pontefici è riportato in maniera diversa dai vari autori: Ireneo elenca Lino, Anacleto e Clemente; Agostino e Ottato, invece, pongono Clemente prima di Anacleto. Distinguono Cleto da Anacleto il Catalogo Liberiano (354) e il Carmen contra Marcionem (IV secolo), che probabilmente dipende dal primo; la stessa cosa fanno il Liber Pontificalis (VI secolo) e il Catalogo Feliciano che, addirittura, riportano notizie discordanti per ciascuno dei due personaggi.

Tra i moderni, Hergenröther[1] si pronuncia per la loro identità, come anche il bollandista De Smedt[2]. Döllinger[3] afferma che i due personaggi "sono, senza dubbio, la stessa persona" e che "il Catalogo Liberiano è poco attendibile per gli eventi anteriori al 230". Duchesne, in Origines chretiennes, prende una posizione affine, mentre Jungmann[4] lascia la questione in sospeso. Oggi l'identità delle due figure è comunemente accettata.

Cenni biografici

Per il Liber Pontificalis, Cleto sarebbe stato un romano, originario del quartiere del Vicus Patrici e figlio di un certo Emiliano. Avrebbe ricoperto il pontificato per dodici anni, un mese e undici giorni, dal 76 all'83. Dopo aver ordinato venticinque presbiteri, avrebbe subito il martirio.

Le notizie su Cleto sono in totale contraddizione con quanto viene detto di Anacleto: questi sarebbe stato ateniese e figlio di un tale Antioco. Vescovo di Roma per nove anni, due mesi e dieci giorni dall'84 al 95, avrebbe costruito una memoria di san Pietro, che l'avrebbe ordinato presbitero, e altri luoghi per la sepoltura dei vescovi. Avrebbe anche ordinato sei vescovi, cinque presbiteri e tre diaconi.

La scarsa storicità di queste notizie è evidente, se si considera che i due nomi vanno ricondotti a un unico personaggio.

Sepoltura

Secondo il Liber Pontificalis, Cleto sarebbe stato sepolto il 26 aprile in Vaticano, presso la tomba di Pietro, come probabilmente avvenne per tutti i primi vescovi di Roma. Anacleto, invece, sarebbe stato sepolto nello stesso luogo, ma il 10 luglio. Anche per la storicità di queste notizie vale quanto detto sopra.

Culto

Il Martyrologium Hieronymianum menziona sia Aninclitus and Clitus, rispettivamente al 23 e 31 dicembre. In entrambi i casi, però, i nomi si trovano in una lista di papi; i giorni citati, quindi, non erano dedicati in maniera specifica alle due persone.

Nella Divina Commedia

Cleto è citato da Dante nella Divina Commedia, all'interno di un'invettiva di san Pietro contro la corruzione della Chiesa del XIV secolo, contrapposta allo spirito di abnegazione dei primi pontefici:

« Non fu la sposa di Cristo allevata
del sangue mio, di Lin, di quel di Cleto,
per essere ad acquisto d'oro usata;

ma per acquisto d'esto viver lieto
e Sisto e Pïo e Calisto e Urbano
sparser lo sangue dopo molto fleto»
(Paradiso XXVII, 41-45)


Predecessore: Papa Successore: Emblem of the Papacy SE.svg
Lino 76 - 88 Clemente I I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Lino {{{data}}} Clemente I
Note
  1. Hist. de l'église, I 542, nota
  2. Dissert. VII, 1
  3. Christenthum u. K., 315
  4. Dissert. Hist. Eccl., I, 123
Fonti
Bibliografia
Voci correlate

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.