Diocesi di Albenga-Imperia

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark

Diocesi di Albenga-Imperia
Dioecesis Albingaunensis-Imperiae
Chiesa latina

Albenga-IMG 0345.JPG
vescovo Guglielmo Borghetti
Sede Albenga

sede vacante
Albenga

Amministratore apostolico {{{amministratore}}}
Nuvola apps important.svg
Ci sono degli errori relativi alla categorizzazione automatica dovuti al fatto che alcuni parametri non sono stati valorizzati!
  • Parametro: Parametro vescovo eletto senza parametro titolo eletto

Vedi {{Diocesi della chiesa cattolica/man}}

La voce è stata segnalata nella Categoria:Diocesi della chiesa cattolica/warning.

{{{vescovo eletto}}}
Suffraganea dell'arcidiocesi di Genova
Regione ecclesiastica Liguria
Nazione bandiera Italia
diocesi suffraganee
{{{suffraganee}}}
coadiutore
vicario Giorgio Brancaleoni
provicario
generale
ausiliari

Vescovi emeriti:

Mario Oliveri
Parrocchie 162
Sacerdoti

173 di cui 134 secolari e 39 regolari
939 battezzati per sacerdote

48 religiosi 233 religiose 23 diaconi
176.000 abitanti in 979 km²
162.600 battezzati (92,40%% del totale)
Eretta V secolo
Rito
cattedrale {{{cattedrale}}}
Santi patroni
Via Episcopio, 5 - 17031 Albenga (SV)
tel. +39018250288 fax. 0182.51.440 @

Sito ufficiale

Dati dall'annuario pontificio 2019 riferiti al 2018 Scheda
Chiesa cattolica in Italia
Tutte le diocesi della Chiesa cattolica
Concattedrale di San Maurizio, a Porto Maurizio, Imperia

La diocesi di Albenga-Imperia (latino: Dioecesis Albingaunensis-Imperiae) è una sede della Chiesa cattolica suffraganea dell'arcidiocesi di Genova e appartenente alla regione ecclesiastica Liguria. Nel 2018 contava 162.600 battezzati su 176.000 abitanti. È attualmente retta dal vescovo Guglielmo Borghetti.

Territorio

La diocesi comprende la parte occidentale della provincia di Savona e la parte orientale della provincia di Imperia.

Sede vescovile è la città di Albenga, dove si trova la Cattedrale di San Michele Arcangelo. Ad Imperia si trova la concattedrale di san Maurizio.

Il territorio della diocesi si estende su 979 km² ed è diviso in 162 parrocchie:

  • 77 nella provincia di Savona (nei comuni di Albenga, Andora, Pietra Ligure, Garlenda, Arnasco, Castelbianco, Castelvecchio di Rocca Barbena, Stellanello, Vendone, Cisano sul Neva, Alassio, Balestrino, Casanova Lerrone, Magliolo, Borghetto Santo Spirito, Finale Ligure, Zuccarello, Toirano, Villanova d'Albenga, Erli, Tovo San Giacomo, Loano, Nasino, Ceriale, Boissano, Onzo, Borgio Verezzi, Laigueglia, Ortovero, Testico, Giustenice)
  • 86 nella provincia di Imperia (nei comuni di Imperia, Armo, Borgomaro, Aurigo, Diano San Pietro, Rezzo, Pontedassio, Ranzo, Pieve di Teco, San Bartolomeo al Mare, Chiusavecchia, Dolcedo, Chiusanico, Borghetto d'Arroscia, Montegrosso Pian Latte, Pornassio, Cervo, Prelà, Civezza, Diano Arentino, Diano Castello, Lucinasco, Cosio di Arroscia, Aquila d'Arroscia, Vasia, Diano Marina, Villa Faraldi, Cesio, Vessalico, Pietrabruna, Caravonica, Mendatica).

Storia

La tradizione locale fa di Albenga, tra il 121 ed il 125, la scena del martirio di Calocero, originario di Brescia, un ufficiale della corte dell'Imperatore romano Adriano; ma gli atti del suo martirio, insieme a quelli dei santi Faustino e Giovita, non sono totalmente verificati. Secondo alcuni autori l'evangelizzazione di Albenga si deve a san Calimero, vescovo di Milano, nella seconda metà del II secolo.

Il primo vescovo di cui si abbia notizia certa è Quinzio, che nel 451 firmò la lettera sinodale di Eusebio, vescovo di Milano, a papa Leone I; nella lettera si stabiliva la condanna di Nestorio ed Eutiche (Mansi). Originariamente la diocesi era suffraganea dell'arcidiocesi di Milano.

Nei secoli successivi le notizie sui vescovi di Albenga sono frammentarie fino all'XI secolo.

Nel 1159 papa Alessandro III assegnò la diocesi alla provincia ecclesiastica dell'arcidiocesi di Genova, ma il provvedimento non trovò immediata attuazione, tanto che ancora nel 1213 papa Innocenzo III ribadì al vescovo Enrico la sottomissione dovuta all'autorità metropolitica degli arcivescovi genovesi.

Il 21 aprile 1568 fu istituito il seminario diocesano, che ebbe un nuovo edificio nel 1622 prima di trasferirsi nell'attuale sede nel 1929.

Il nome della diocesi fu cambiato in diocesi di Albenga-Imperia il 1º dicembre 1973.

Cronotassi dei vescovi

Statistiche

La diocesi al termine dell'anno 2018 su una popolazione di 176.000 persone contava 162.600 battezzati, corrispondenti al 92,4% del totale.

Fonti
Voci correlate
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.