Diocesi di Parma

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark

Diocesi di Parma
Dioecesis Parmensis
Chiesa latina

Duomo e Battistero di Parma.jpg
Vescovo Enrico Solmi
Sede Parma

sede vacante
Parma

Amministratore apostolico {{{amministratore}}}
Nuvola apps important.svg
Ci sono degli errori relativi alla categorizzazione automatica dovuti al fatto che alcuni parametri non sono stati valorizzati!
  • Parametro: Parametro vescovo eletto senza parametro titolo eletto

Vedi {{Diocesi della chiesa cattolica/man}}

La voce è stata segnalata nella Categoria:Diocesi della chiesa cattolica/warning.

{{{vescovo eletto}}}
Suffraganea dell'Arcidiocesi di Modena-Nonantola
Regione ecclesiastica Emilia-Romagna
Provincia italiana di Parma
Collocazione geografica della diocesi
Nazione bandiera Italia
diocesi suffraganee
{{{suffraganee}}}
coadiutore
vicario Achille Azzolini
provicario
generale
ausiliari

Vescovi emeriti:

Parrocchie 309
Sacerdoti

266 di cui 163 secolari e 103 regolari
1.187 battezzati per sacerdote

140 religiosi 467 religiose 18 diaconi
329.850 abitanti in 2.154 km²
315.771 battezzati (95,7% del totale)
Eretta IV secolo
Rito Romano
cattedrale {{{cattedrale}}}
Santi patroni San Bernardo degli Uberti
(4 dicembre)
Piazza Duomo 1, 43100 Parma, Italia
tel. +390521380511; 0521.28.24.82 fax. 0521.23.06.29 @

Sito ufficiale

Dati dall'annuario pontificio 2011 riferiti al 2010 Scheda
Chiesa cattolica in Italia
Tutte le diocesi della Chiesa cattolica

La Diocesi di Parma (in latino: Dioecesis Parmensis) è una sede della Chiesa cattolica suffraganea dell'Arcidiocesi di Modena-Nonantola appartenente alla Regione ecclesiastica Emilia-Romagna. È stata costituita il IV secolo e nel 2010 contava 315.771 battezzati su 329.850 abitanti. È attualmente retta dal Vescovo Enrico Solmi.

Territorio

La Diocesi comprende circa i due terzi della provincia di Parma.

Sede vescovile è la città di Parma, dove si trova la Cattedrale dell'Assunzione di Maria Vergine.

Il territorio è suddiviso in 309 parrocchie.

Storia

La Diocesi di Parma fu eretta sicuramente prima della seconda metà del IV secolo. Il primo Vescovo noto è Urbano nel 366. Originariamente la Diocesi era suffraganea dell'Arcidiocesi di Milano.

Verso la metà del V secolo entrò a far parte della Provincia ecclesiastica dell'Arcidiocesi di Ravenna.

Nel X secolo il Vescovo Oberto e il suo successore Sigefredo II ottennero l'investitura dell'Abbazia di Nonantola.

Il 10 agosto 1058 un grave incendio colpì Parma e distrusse l'antica Cattedrale. Per volere del vescovo Cadalo (antipapa Onorio II) ne fu costruita un'altra fuori dalle mura, sul sito di un'antica basilica paleocristiana; terminata probabilmente già nel 1074, venne consacrata da papa Pasquale II tra il 31 ottobre e il 4 novembre 1106. Il 3 gennaio 1117 la Cattedrale fu colpita dal terremoto.

Nella seconda metà del XIII secolo si diffuse a Parma la setta eretica degli Apostolici, che fu condannata dal Concilio di Lione del 1274. Nel 1290 l'eresiarca Gherardo Segarelli fu incarcerato; evaso, fu imprigionato ancora nel 1294 fuggì di nuovo e catturato nel 1300 fu arso sul rogo il 18 maggio dello stesso anno.

Nel 1582 la Diocesi divenne suffraganea dell'Arcidiocesi di Bologna.

Il 26 maggio 1806 entrò a far parte della Provincia ecclesiastica dell'Arcidiocesi di Genova.

Il 30 marzo 1818 fu resa immediatamente soggetta alla Santa Sede.

Il 28 luglio 1826 la duchessa di Parma Maria Luigia insignì i vescovi di Parma del titolo di Gran Priore dell'Ordine Costantiniano di San Giorgio.

Papa Leone XIII il 14 agosto 1892 concesse ai Vescovi di Parma il titolo di abate di Fontevivo.

Nel 1919 fu fondato il settimanale diocesano Vita Nuova.

Infine l'8 dicembre 1976 la Diocesi è divenuta suffraganea dell'Arcidiocesi di Modena-Nonantola.

Cronotassi dei Vescovi

Benedetto Antelami, Deposizione di Gesù Cristo dalla croce (1178), marmo rosso; Parma, Cattedrale dell'Assunzione di Maria Vergine

Statistiche

La Diocesi al termine dell'anno 2010 su una popolazione di 329.850 persone contava 315.771 battezzati, corrispondenti al 95,7% del totale.

Fonti
Voci correlate
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.